Utente 182XXX
Buongiorno dottore,
le scrivo per un problema che mi assilla ormai da un anno.
Almeno una volta al mese, in alcuni casi anche 2, mi capita di svegliarmi con gli occhi molto rossi, chiusi da crosticine di pus e lucidi. Non avverto dolore né prurito. Sono stata visitata 2 volte da specialisti diversi, il primo mi ha diagnosticato una episclerite, il secondo ha escluso totalmente la prima analisi definendo la mia una congiuntivite batterica. Ho fatto cure anche di 2/3 settimane con diversi colliri antibiotici, ma il problema dopo 2 mesi di assenza si è ripresentato.
Ora volevo sapere se ci sono analisi che posso fare per capire di che natura si tratta. Ho paura che sia congiuntivite cronica e che dovrò conviverci tutta la vita, ma finchè non avrò una diagnosi esatta non potrò farmene una ragione.
La ringrazio anticipatamente per la risposta.
Cordiali saluti
P

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, se è un problema batterico può eseguire uno striscio congiuntivale con esame colturale per instaurare una eventuale terapia mirata.
cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 182XXX

Grazie per la risposta, ma l'esame devo eseguirlo proprio il giorno in cui appare l'infezione oppure anche qualche giorno dopo? Chiedo perchè il pus dura solo una nottata, il giorno dopo è già passato.
grazie

[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Può farlo in qualsiasi momento, meglio dopo 5/7 giorni dalla sospensione di terapia antibiotica.
cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo