Utente 210XXX
Gentili Medici,
due giorni fa ad un mio amico hanno fatto notare un sanguinamento dell'occhio che una visita oculistica eseguita il giorno stesso ha classificato come "emorragia sottocongiuntivale". Nessun sintomo, nessun apparente fattore scatenante neanche di natura traumatica, anche se l'oculista avrebbe osservato anche una "ferita" sulla congiuntiva. Gli è stato prescritto un collirio antibiotico. Dopo un iniziale miglioramento ieri, oggi noto un peggioramento: il sanguinamento si è esteso e sono molto preoccupata. Purtroppo negli ultimi due giorni il mio amico si è anche preso l'influenza, con tosse e starnuti vari. Volevo sapere se è normale che l'emorragia possa risanguinare a così breve tempo dal suo esordio e se c'è qualche altra misura terapeutica da prendere oltre il collirio antibiotico, visto l'ipotizzabile avvenuto "risanguinamento"
Grazie infinite in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
Le emorragiole sottocomgiuntiali sono legate spesso a sbalzi pressori
Sono occasioni in cui l'occhio e' vittima di una situazione generale
Ipertensione Arteriosa
As esempio
Nel caso del suo amico può essere stato uno starnuto o un colpo di tosse
sempre che il suo amico sia un coetaneo.
Qualsiasi sia la terapia guariscono in 2 settimane!
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 210XXX

Grazie mille per la sua cortesissima risposta. L'emorragia si sta riducendo. Il rossore è maggiormente concentrato verso l'iride adesso, e si vede uno spicchio biancastro (come una sottilissima semiluna) proprio dove c'è l'attacco della cornea. Mi devo preoccupare? Spero che non sia un risentimento corneale...