Utente 271XXX
Buongiorno.
Sono una donna di 38anni al nono mese di gravidanza e seriamente preoccupata.
Dal secondo mese di gravidanza ho iniziato a soffrire di visione offuscata (successivamente individuata come diplopia) scomparsa completamente nei mesi di luglio e agosto e ricomparsa a settembre.
Nel giro di 20 giorni però la situazione si é aggravata, sino ad arrivare ad una diplopia continua e all'occhio destro che si storce continuamente verso l'interno.
Ho eseguito visite oculistiche e campo visivo che non hanno rilevato niente. L'ecografia bulbare mi ha riscontrato i muscoli extraiculari retti superiori leggermente ispessiti e lo Schermo di Hess-Lancaster ha comfermato la diplopia.
La diagnosi é stata una probabile causa tiroidea anche se sia il mio endocrinologo che le analisi fatte sugli antirecettori del tsh, lo escludono (il valore è 0.01 con un range tra 0 e 1,5).
Premetto che sono stata operata alla tiroide mediante asportazione totale nel 2009 per un carcinoma e sono stata sottoposta a terapia radiometabolica. La funzionalitá della mia tiroide era però perfetta. Ora sono in cura con eutirox (aumentato per la gravidanza) con valori di ft3 e ft4 nella norma e tsh sotto il valore dell'1 (nelle ultime analisi avevo 0,88), oltre a Rocaltrol per compensarse la funzionalitá delle paratiroidi asportate nell'intervento.
Il problema é che oltre a non darmi alcuna terapia, i dottori non mi hanno detto nient'altro e io non vivo più da quasi 20 giorni sia per la paura che possa essere qualcosa di grave, ma soprattutto perchè vedo continuamente doppio, l'occhio mi si storce di continuo e mi provoca dolore alle tempie e alla guancia. Inoltre da ieri sento dolore dalla narice sino all'occhio interessato e formicolio in tutta la guancia.
Ho altri due figli piccoli e con l'arrivo del terzo sarei dovuta essere in perfetta forma mentre, ora, non solo sono preoccupatissima per eventuali GRAVI malattie che potrei avere, ma anche perché non sono assolutamente autosufficiente. Mi sento menomata e non riesco a svolger ele funzioni quotidiane più elementari.
Ci sono terapie che intanto potrei seguire per attenuare questo problema?
Oltre alla TAC e alla RM che ora non potrei fare ma che comunque mi hanno detto non necessarie nel mio caso, ci sono ulteriori accertamenti che potrei fare.?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
ESEGUA PER CORTESIA UNA ECOGRAFIA BULBARE
ESAME NON IBVASIVO E CHE CI PERMETTE DI VALUTARE IL VOLUME DEI MUSCOLI RETTI
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333