Utente 276XXX
Ho 50 anni e 6 anni fa ho subito un intervento di cataratta all'occhio Dx (tutto bene).... 40 gg fa ho subito lo stesso intervento anche all'occhio Sx ma da quando ho tolto la benda a quest'ultimo, ho costantemente la netta sensazione di di avere un piccolo paraocchi laterale (come quello dei cavalli).
Fatto presente questo alla visita di controllo 10 gg dopo l'intervento, mi è stato detto che se ciò permane si dovrà intervenire di nuovo in quanto la causa potrebbe essere stata determinata dallo spostamento del cristallino arificiale dalla sua sede.
Chiedo cortesemente un parere in merito e soprattutto se la lunga attesa per un ulteriore intervento possa procurare peggioramenti o altre problematiche all'occhio stesso.

Ringraziando anticipatamente, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se il cristallino si è spostato, prima si rimette in sede e meglio è, soprattutto per evitare che si formino aderenze che possano rendere più problematico il nuovo intervento.

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#2] dopo  
Utente 276XXX


Grazie infinite per la celere risposta..... ora però non so come comportarmi in quanto l'intervento risale a fine settembre 2012, la prossima visita disponibile è per fine gennaio 2013 e un ulteriore intervento, se segue la tempistica d'attesa del precedente, sarà più o meno verso giugno / luglio 2013.
Se 9 - 10 mesi di distanza dal precedente intervento è accettabile, sarò paziente ma se il rischio di formazione di aderenze durante questo periodo può compromettere qualcosa, cosa faccio?

Con ammirazione, cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ogni caso può essere differente, chieda al suo oculista che ha visto il suo occhio e può valutare meglio se può attendere o se deve essere operato prima.

Cordialmente
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com