Utente 293XXX
Illustri dottori,
vi scrivo perchè stavo studiando e all'improvviso ho avvertito una sorta di contrazione all'occhio sx con conseguente diminuita capacità di messa a fuoco. Mi sono recata dinanzi allo specchio e ho notato che l'occhio sx era completamente molto più aperto rispetto al dx e inoltre la pupilla era molto dilatata. Sembrava quasi l'effetto dell'atropina che viene somministrata quando ci si sottopone a visita oculistica.
Ora, non faccio una visita oculistica da circa due anni e non sono venuta a contatto con sostanze chimiche di recente (sono laureata in biologia molecolare quindi ho frequentato diversi laboratori e usato innumerevoli composti chimici, ma non ho mai avuto incidenti di nessun tipo).
C'è da dire che lo strano sintomo è sparito piuttosto in fretta, ma sono ugualmente preoccupata perchè mi è successo sporadicamente di avere problemi al sudetto occhio sx. In particolare mi è capitato di vedere come un lampo di luce intermittente con contemporaneo annerimento dei margini del campo visivo, tant'è che, avvicinando un dito da dietro verso il lato dell'occhio, non riuscivo a vederlo. Gli episodi sono sempre scomparsi spontaneamente, seguiti da un forte mal di testa, ma mi hanno chiaramente agitata. All'epoca andai da uno specialista che, dopo avermi visitata e sottoposta a vari test(non ritenne necessario però di sottopormi a tac o esami di questo tipo) mi disse che non c'erano danni o lesioni e che attribuiva il fenomeno allo stress.
Ve ne sarei grata se poteste aoiutarmi in qualche modo a capire quali potrebbero essere le cause di questi fenomeni e magari dami qualche consiglio su come comportarmi.
Nel ringraziarvi anticipatamente, vi saluto cordialmente.
Nicole

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
se non ha usato di recente i cerottini contro il mal d'auto o il mar di male (dovrebbe averlo posizionato dietro l'orecchio omolaterale all'occhio interessato) e' un disturbo che va BEN indagato alla luce della sua giovane eta'.
innanzitutto le consiglio di eseguire una PUPILLOMETRIA per valutare se il dato e' oggettivo o soggettivo, e dare un valore alla sua ANISOCORIA (questo e' il nome del disturbo)
inoltre naturalmente tutti i test che ci aiuteranno a giungere ad una diagnosi
Curva Tonometrica
OCT camera anteriore
Campo visivo computerizzato
EEG con visita neurologica
ECOCOLOR DOPPLER TSA trnnchi sovra aortici
ECG + visita cardiologica
e naturalmente visita oculistica con FUNDUS OCULI.

3 domande
1) soffre di sinusite?
2) ha fatto recentemente interventi dal DENTISTA?
3) soffre di cistite o malattia reumatica?
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 293XXX

La ringrazio tanto dottor Marino!
Eseguirò tutti i test da Lei consigliati!
Per rispondere alle Sue domande:
-non ho mai usato cerotti per il mal d'auto;
- non soffro di sinusite;
- non ho fatto interventi recenti dal dentista, ma negli ltimi due anni mi è capitato spesso di soffrire di cistite.
Ancora grazie!