Utente 259XXX
Salve!

Forse per quello che vi sto per chiedere penserete che sono ipocondiraco, e in effetti è la verità. Sono un ragazzo di 25 anni, di recente mi sono recato dall'oculista perché vedo da anni delle miodesopsie. L'oculista mi ha visitato non riscontrando nessun problema, ad eccezione di un lieve astigmatismo e di lieve iperemia congiuntivale che ho sempre.

Per l'iperemia mi ha chiesto se avevo dei disturbi, io qualche piccolissimo disturbo (per il quale non mi sono mai sognato di andare da un oculista o di comprarmi un collirio) ce l'ho. Ad esempio appena apro gli occhi alla mattina mi bruciano per un minutino, ma poi passa subito se me li strofino un attimino. Al mattino mi capita spesso di trovare negli occhi qualche filamento bianco/trasparente. Qualche volta ho un leggerissimo fastidio agli occhi quando sono in ambienti tipo centri commerciali che hanno il riscalamento a palla che secca l'aria. Ma ripeto, sono disturbi minini a cui non ho mai nemmeno fatto caso.

L'oculista mi ha prescritto esami del sangue di routine (emocromo, VES, funzionalità renale ed epatica, test per l'epatite, ecc. Preciso che questi esami li eseguo con una certa frequenza dato che sono un donatore di sangue) ed esami del sangue più specifici (fattore reumatoide, acido urico, PCR). Tutti gli esami sono risultati perfetti. Mi ha chiesto se avevo dolori alle articolazioni, febbri di natura ignota o altri sintomi, ma io non ho mai avuto nulla.Mi ha fatto fatto fare un tampone congiuntivale per occhio, risultati entrambi negativi.Infine mi ha fatto fare dei test allergici da cui è risultato che sono allergico ad acari, pollini, cani e gatti. In effetti soffro a volte di rinite allergica.Io ho letto in internet che la secchezza oculare può essere provocata da malattie autoimmuni, così, spaventato, ho chiamato un mio amico medico e lui mi ha subito rassicurato dicendomi che con una malattia autoimmune in corso avrei quasi sicuramente VES e PCR aumentate e forse anche l'emocromo sballato. Poi mi ha fatto notare una cosa a cui io non avevo fatto caso: i miei piccoli disturbi agli occhi sono iniziati da quando lavoro nel piazzale di un aeroporto, in un posto quindi molto inquinato (immaginatevi quanto carburante brucia un aereo e a quanta polvere alza, inoltre abbiamo molti mezzi diesel anche molto vecchi che fanno fumo nero). Vivo poi nella pianura Padana, quindi in una regione inquinata di suo. Inoltre ho la pessima abitudine di non usare gli occhiali da sole anche in piena estate, e io lavoro all'aperto e in un luogo dove c'è riverbero del sole. Secondo questo mio amico medico si è instaurato un processo infiammatorio che io ho trascurato e così ho un pochina di instabilità del film lacrimale. Anche un mio collega che ha poco meno di quarant'anni ha gli stessi miei sintomi, ma molto molto più severi e, dopo alcune visite, i medici gli hanno detto che la colpa è dello smog. Ho paura di queste malattie autoimmuni. Secondo voi posso stare tranquillo?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
esegua anche per piacere

emocromo con formula

elettroforesi delle proteine

ANA

Anti Ena

C3

C4

Ves

tas

proteina C reattiva



poi mi faccia sapere

grazie
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 259XXX

L'emocromo, come le ho detto, lo faccio spesso, l'elettroforesi delle proteine la faccio una volta all'anno, la ves due volte all'anno, la PCR me l'ha già fatta fare l'oculista e tutto era a posto. Il TAS me l'ha fatto fare ed era un po' alto (318), ma mi è stato detto da molti medici che il valore era di poco superiore alla norma e in più era isolato, quindi si tratta semplicemente del "segno" di una vecchia infenzione da staffilococco.

[#3] dopo  
Utente 259XXX

Comunque dottore è plausibile che l'inquinamento e le polveri presenti in aeroporto mi causino questi problemi? Guardacaso prima di lavorare lì non avevo nulla, e guardacaso anche altri miei colleghi hanno iniziato ad avere gli stessi miei problemi da quando lavorano in questo posto.

[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
mi allega allora i dati dei referti di laboratorio?
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#5] dopo  
Utente 259XXX

Certamente! Le invio tutti gli esami:

Ferritina 44.4 (range di normalità 30-400)
ELETTROFORESI PROTEICA
Proteine totali 8.10 (6-8.20)
Elettroforesi (albumine) 59% (55-66)
Elettroforesi (alfa1) 4% (2-4)
Elettroforesi (alfa 2) 9% (7-11)
Elettroforesi (beta 1) 6% (4-7)
Elettroforesi (beta 2) 5% (3-6)
Elettroforesi (gamma) 16% (11-18)
Elettroforesi note: tracciato elettroforetico privo di anomalie qualitative evidenti)

VES 13 (0-20)
Acido urico 6.8 (3.4-7)
Fattore reumatoide 7 (0-14)
PCR 0,03 (0-0,5)
TAS 318 (0-200)
Creatinina 0,98 (0,70-1,20)
Glicemia 86 (70-110)
Colesterolo 167 (minore di 200)
Trigliceridi 80 (minore di 180)
ALT 22 (4-40)

EMOCROMO
Piastrine 280 (140-440)
Globuli bianchi 5,92 (4-11)
Globuli rossi 5,82 (4,60-6)
Emoglobina 17,4 (14-18)
Ematocrito 51,9 (40-52)
Volume cellulare medio 89,1 (82-98)
Contenuto cellul. medio Hb 29,8 (25-34)
Concentraz. cellul. media 33,5 (32-36)
Ampiezza media distrib. G.R. 13,8 (11,5-14,5)
Volume medio piastrinico 8,5 (7,2- 11,1)
Emazie ipocromiche 0,5 (0-2,5)
FORMULA LEUCOCITARIA
%granulociti neutrofili 70% (40-70)
N. granulociti neutrofili 4,14 (1,80-8)
%linfociti 21% (22-44)
N linfociti 1,24 (1-4,50)
%monociti 6% (4-11)
N. monociti 0,36 (0,10-1)
%granulociti esinofili 3% (0-8)
N. granulociti esinofili 0,18 (0-0,80)
% granulociti basofili 0% (0-2)
N- granulociti basofili 0 (0-0,20)

[#6] dopo  
Utente 259XXX

Quando ho chiesto ad un mio amico medico a cosa possono essere dovuti questi piccoli disturbi agli occhi lui mi ha immediatamente chiesto se prima di lavorare in aeroporto avevo questi piccoli sintomi e io ho risposto di no. Lui mi ha detto che la colpa è dell'inquinamento e delle polveri a cui sono esposto. Dopo che mi ha detto ciò ho fatto caso ad una cosa: per legge in aeroporto dobbiamo sempre avere esposta la carta di identità aeroportuale, è un tesserino di plastica tipo bancomat. Questo tesserino e messo all'interno di un portatesserino di plastica e questo ha agli angoli delle fessure fatte a L, beh, ho rinnovato il tesserino da un mese e già in queste fessure si vede polvere nera che ogni giorno aumenta, in qualche mese sarà nero come il carbone. Proprio oggi mi diceva un mio collega che da quando lavora qui la moglie ha iniziato a dirgli che ha gli occhi rossi e lui ha dei disturbi come bruciore, filamenti di muco alla mattina, sensazione di sabbia negli occhi, tutte cose che prima di lavorare qui non aveva. Arrivato al punto che la polizia stradale gli ha chiesto se avesse assunto droghe per via degli occhi rossi è andato dall'oculista e lui, dopo aver saputo dove lavora, ha subito dato la colpa allo smog. Non so se lei si trova d'accordo, ma sempre questo amico medico mi ha detto che lo smog provoca degli stati infiammatori che con il tempo alterano in modo cronico il film lacrimale.