Utente 312XXX
Buongiorno,

1. In sede dell'ultima visita l'oculista mi ha prescritto una pachimetria corneale (quesito clinico: astigmatismo), ma ho solo un aumento dell'astigmatismo e una maggiore secchezza dell'occhio e intolleranza alle lenti a contatto (ma presumo in dipendenza da una pillola che dichiaratamente induce questo effetto collaterale).
Questa pachimetria in quali casi è necessaria? Presenta effetti colaterali?

2. Per quanto riguarda la diottria, è vero che per leggere e vedere da vicino (carta o schermo retroilluminato) è meglio usare occhiali con un grado sotto, o comunque con una diottria inferiore rispetto a quella diagnosticata?

Se sì, è necessario averne due paia diverse a seconda della situazione (lontano/vicino) o posso tenermi solo i miei senza temere peggiormaneti, visto che leggo molto e vedere un po' male da lontano non mi disturba?

3. I miei occhiali da vista hanno la protezione anti uv: posso stare tranquilla facendo a meno degli occhiali da sole?
Se invece li ordinassi graduati, è meglio montare lenti con la diottria aggiornata oppure lasciarla uguale a quella dei miei attuali occhiali da vista per non creare disquilibri tra una visione e l'altra?

Antiriflesso, polarizzazione, sfumatura e sottigliezza delle lenti influiscono sul benessere dell'occhio o sono irrilevanti?

Grazie,
cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
sue domande



1. In sede dell'ultima visita l'oculista mi ha prescritto una pachimetria corneale
Questa pachimetria in quali casi è necessaria? Presenta effetti collaterali?

risposta
la pachimetria corneale e’ la misurazione dello spessore della cornea, se il quesito e’ l’astigmatismo probabilmente la richiesta e’ associata ad una topografia o tomografia corneale che ci permette ancor meglio di studiare astigmatismi regolari, irregolari e cheratocono.
Non e’ una indagine invasiva . e’ solo una specie di foto dell’occhio
Non ha effetti collaterali fare questo semplice accertamento strumentale


2. Per quanto riguarda la diottria, è vero che per leggere e vedere da vicino è meglio usare occhiali con un grado sotto, o comunque con una diottria inferiore rispetto a quella diagnosticata?

risposta

si certo ma dopo i 45 anni quando compare la presbiopia


3)Se sì, è necessario averne due paia diverse a seconda della situazione (lontano/vicino) o posso tenermi solo i miei senza temere peggioramenti, visto che leggo molto e vedere un po’ male da lontano non mi disturba?

risposta
se ha meno di 45 anni
usi i suoi occhiali
non ha bisogno di lenti progressive o multifocali

4) I miei occhiali da vista hanno la protezione anti uv: posso stare tranquilla facendo a meno degli occhiali da sole?
Se invece li ordinassi graduati, è meglio montare lenti con la diottria aggiornata oppure lasciarla uguale a quella dei miei attuali occhiali da vista per non creare squilibri tra una visione e l’altra?


risposta
il filtro UV e’ concepito per un uso quotidiano in qualsiasi situazione
gli occhiali da sole sono indicati nei mesi estivi o in montagna
dove e’ maggiore la necessita’ di protezione anti UV
la gradazione deve essere quella piu’ aggiornata

5)Antiriflesso, polarizzazione, sfumatura e sottigliezza delle lenti influiscono sul benessere dell’occhio o sono irrilevanti?

risposta
aggiungere dei filtri o dei trattamenti ad una lente e’ sempre molto salutare per gli ochi


buona domenica
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 312XXX

La ringrazio per la disponibilità e per le esaustive risposte.

Potrei chiederLe, sempre riguardo alle lenti graduate per miopia, se è corretto dire che il diametro maggiore / "calibro" influisce negativamente sulla qualità della visione?

Un cordiale saluto.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
chieda delle lenti sempre di prima scelta
io consiglio sempre occhiali non molto grandi ai miopi
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Risposta
aggiungere dei filtri o dei trattamenti ad una lente e’ sempre molto salutare per gli OCCHI

mi scusi avevo sbagliato a digitare
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#5] dopo  
Utente 312XXX


La ringrazio per le utilissime delucidazioni.

Cordiali saluti.

[#6] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
ha visto che ho scritto un appunto sugli occhiali da sole?

soprattutto utili ai bambini ed ai giovani...
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#7] dopo  
Utente 312XXX

La ringazio, l'ho appena visto.

Ho un vecchio paio di occhiali con una diottria inferiore rispetto a quella dei miei attuali occhiali da vista, vorrei montarci sopra lenti polarizzate colorate per trasformarli in occhiali da sole: secondo Lei se li utilizzassi rischierei di peggiorarmi la vista a lungo andare a causa del disquilibrio tra le due visioni, visto che con quelli ci vedo un po' peggio?

Sono miope e un po' astigmatica, vorrei prendere lenti nere ma qualcuno consiglia le marroni per la miopia, a me sembra però che le nere proteggano di più dalla luce, sbaglio?

La ringrazio ancora per la disponibilità.