Utente 428XXX
Buongiorno dottori,

Ho un po' di dubbi sul mio stato di salute. Premettendo che é da maggio che ho una tiroidite e un mese fa é risultato il tsh 3,61, sto prendendo il tironsit per abbassarlo un po', sono due settimane che sto lottando con un uveite all occhio destro. Un giorno mj sono svegliata con dolore forte e foto fobia. Dopo avermi fatto vedere da due oculisti, la terza ha centrato il problema e mj ha segnato il flantadan la mattina, l antibiotico tre volte al giorno e l atropina la sera. Quest ultima mi ha procurato mal di testa così per due sere ho evitato di metterla.. La domanda mia é :faccio danni a rimetterla stasera dato che domani avrò di nuovo la vvisita??Aggiungo che dovrò fare le analisi per vedere a cosa é dovuta quest uveite. Sto vivendo un po' con l ansia anche perché ho paura di non riuscire a guarire. Voi cosa ne dite ? Grazie

[#1] dopo  
412966

Cancellato nel 2016
BUONASERA LA UVEITE ANTERIORE O POSTERIORE CHE SIA RAPPRESENTA UNA MALATTIA OCULARE SPESSO RECIDIVANTE IN RAPPORTO A UNA BASE REUMATICA O IMMUNITARIA.LA TIROIDITE SICURAMENTE HA UNA BASE AUTOIMMUNE E QUINDI CERTAMENTE RISULTA ESSERE COLLEGATA ALLA SUCCESSIVA UVEITE.ESATTA LA TERAPIA CON ORMONI TIROIDEI COSI COME ESATTA LA TERAPIA OCULARE PROPOSTALE CON ANTIBIOTICOCORTISONICI ED ATROPINA.PURTROPPO LA ATROPINA DILATA ENORMEMENTE E PER LUNGO TEMPO IL DIAMETRO PUPILLARE DA CUI CONSEGUE SPICCATO ABBAGLIAMENTO E MANCATA MESSA A FUOCO SIA PER LONTANO SIA PER VICINO PENALIZZANDO PESANTEMENTE IL PAZIENTE .FORSE SAREBBE STATO MEGLIO PRESCRIVERE CICLOLUX COLL INVECE DELLA ATROPINA. LA TERAPIA VA SEMPRE COINTINUATA ANCHE IN VICINANZA DELLA VISITA DI CONTROLLO .SEGUA I CONSIGLI DEGLI OCULISTI .CARI SALUTI.MANTOVA 07/11/2016.

[#2] dopo  
Utente 428XXX

Buonasera.. Grazie per la risposta. Volevo solo farle presente un po' di sintomi avuti durante l anno. Verso aprile ebbi una contrattura alla schiena dovuta al mio sforzo fisico a danza. Dopo fisioterapia e massaggi ottenni beneficio. Dopo un mese ebbi un disturbo allo sstomaco con una digestione lenta e sensazione di nodo alla gola. Così Feci un ecografia alla tiroide risultando una tiroidite e una lastra allo stoamco con una leggera duodenite. Iniziai così la cura del tiroxil e riopan. Verso settembre in seguito di un grave lutto abbandonai il tiroxil e mi venne un dolore sulle tempie come una pressione e stanchezza agli occhi, credendo che fosse dovuto al lavoro e al grave evento.Nel corso del mese mi venne un rossore in viso( questo si ripeté 5 volte) e credendo fosse dovuto a runa reaziine allergica ( soffro di allergie) feci le analisi e risultai intollerante ll istamina. Con prescrizione del medico accantonai pomodoro, cioccolato, caffè e pesce.. dopo un mese eccomi con l uveite. Domanda : tutti questi sintomi secondo lei potrebbero essere connessi a un problema di difese immunitarie?? O devo preoccuparmi che uquest uveite sia dovuta a problemi nel cervello e quindi andare da un neurologo?? Soffro d ansia dato il pperiodo è voglio vederci chiaro. Grazie ancora

[#3] dopo  
412966

Cancellato nel 2016
BUONASERA.MINIMO COMUNE DENOMINATORE LO STRESS.IN QUESTI CASI LE DIFESE IMMUNITARIE SI RIDUCONO.CETAMENTE LA UVEITE SI COLLEGA A UN DEFICIT IMMUNITARIO MA NON SOLO CONCOMITANDO TALORA MOLTEPLICI CAUSE CAUSE NON SEMPRE NOTE E CONOSCIUTE. CONTRATTURA ALLA SCHIENA DIGESTIONE LENTA E DIFFICILE POSSONO ESSERE CONCAUSE MA ALLA BASE DI TUTTO ESISTE LO STRESS DI CUI LEI SOFFRE IN MODO INTENSO. ANCHE LE CAUSE ALLERGICHE TALORA FAVORISCONO EPISODI DI INFIAMMAZIONE OCULARE UVEITE COMPRESA.VESA LEI SE RECARSI O MENO DAL NEUROLOGO NON CREDO COMUNQUE POSSA TOGLIERLE LA GRANDE DOSE DI ANSIA CHE SI RITROVA ADDOSSO.CARI SALUTI.MANTOVA 08/11/2016.

[#4] dopo  
Utente 428XXX

Buonasera dottore,

Devo disturbarla nuovamente. Oggi sono andata dall' oculista e fortunatamente mi ha deto che l' occhio sta guarendo. Io ho fatto presente che comunque continuo a vedere appannato se guardo in basso e che a tratti ho ancora dolore ma lei non mi é sembrata preoccupata. Cosa devo pensare? Perché se sono in via di guarigione continuo ad avere dolore all occhio e anche all altro sento fastidio? Io ho dato la colpa al ciclo, magari influisce oppure essendo secchi portano dolore quando sbatto le palpebre.Grazie.

[#5] dopo  
412966

Cancellato nel 2016
buongiorno .se il collega oculista dice che siamo sulla via di guarigione io credo al collega oculista.la risoluzione di una uveite richiede un certo periodo di tempo.la visione appannata dipende sia dalla uveite stessa sia dalla atropina collirio farmaco che dilata la pupilla.il suo effetto midriatico dilatatore della pupilla potrebbe permanere anche per 7/10 gg.il fastidio oculare invece ribadisco dipendere da un occhio secco per cui opportuno ricorrere ad impiego di lacrime artificiali in collirio da utilizzare 3 volte di sempre per uso continuativo.un ciclo non regolare peggiora la secchezza oculare sbattere le palpebre determina attrito tra palpebre stesse e congiuntiva da occhio secco.faccia quello che le dico porti pazienza e tutto viene risolto.cari saluti.mantova 09/11/2016.