Utente 430XXX
Buongiorno,
da un anno soffro di giramenti di testa, dolore alla nuca e mal di testa (ho avuto due episodi di mal di testa con aura)
Mi sono sottoposta a diversi controlli specialistici (fisiatra/neurologo/ortopedico) e ad una risonanza magnetica che ha evidenziato una protusione in C5 e C6 giudicata non particolarmente rilevante ai fini delle mie problematiche.
Ho anche eseguito delle sedute di fisioterapia/osteopatia, per una contrattura cervicale, senza ottenere grandi risultati.
Ho quindi eseguito un controllo oculistico nel mese di Luglio, ove mi è stata rilevata ipermetropia in entrambi gli occhi + lieve astigmatismo in OS. Si segnala una modesta esoforia. Nulla di patologico a livello del segmento anteriore, del fundus e del tono oculare.
Mi è stata fatta una prescrizione di lenti a permanenza (che finora non avevo mai portato): OD + 2,25 OS +2,75 CIL +0,50 Asse 65°
In caso di fastidio, mi è stato indicato di indossare un occhiale per lettura abbassando di una diottria entrambe le lenti.
Per motivi pratici,mi sono recata dall’Ottico solo nel mese di Settembre.
Durante il mese di Agosto sono stata al mare, riscontrando un’elevato fastidio alla luce e a qualsiasi tipo di riflesso.
Ho anche iniziato ad avvertire altri disturbi visivi:
1) Alla luce vedo spesso muoversi come dei filamenti trasparenti nella parte alta dell’occhio, che seguono la direzione dello sguardo;
2) Talvolta avverto dei flash di luce blu o mi appaiono dei piccoli punti neri, che rapidamente si dissolvono;
3) Mi risultano intollerabili le luci al neon (in uffico ho fatto spegnere le lampade sopra alla mia postazione) e faccio molta fatica a guardare per strada le luci delle macchine/semafori;
4) I cambi di luce (passaggio da ambiente luminoso/scuro) mi creano molto stress visivo;
5) Tollero male la luce dello schermo del PC, i colori particolarmenti forti e il contrasto di caratteri bianchi su sfondi scuri;
Dall'Ottico ho eseguito le prove sia con le lenti originariamente prescritte, sia provando con una diottria in meno.
In entrambi i casi, ho provato immediatamente un forte senso di nausea e mi dava molto fastidio sia il movimento laterale che lo stacco tra occhiali e occhio.
L’Ottico mi ha quindi suggerito di provare delle lenti a contatto, per evitare il “salto” visivo tra occhiali e occhio e ridurre questi fastidi.
E’ partito da diottrie più basse rispetto alla prescrizione originale, ma ho dovuto tornare diverse volte in quanto continuavo ad avere problemi di messa a fuoco (oltre ai giramenti etc)
L’ultimo tipo che attualmente indosso (con forte disagio) sono mensili morbide con la seguente correzione: OS +1,25 OD +0,75.
Davanti al PC o per leggere, mi è stato suggerito di indossare i miei vecchi occhiali (OS +0,50 OD +0,50 CIL -0,50 Asse 20) + le lenti a contatto.
Vorrei cortesemente sapere se i problemi che sto riscontrando possono essere dovuti ad una correzione non adeguata o se vi è la necessità di approfondire ulteriomente le problematiche emerse.
Grazie

[#1] dopo  
412966

Cancellato nel 2016
SECONDO ME LE LENTI AD OCCHIALE A LEI PRESCRITTE SONO TROPPO FORTI ED ECCESSIVAMENTE CORRETTE.IL SUO DIFETTO VISIVO INFATTI RISULTA INFERIORE.VERIFICHI QUINDI DA UN OCULISTA NON DA UN OTTICO LA REALE SITUAZIONE E SI FAVCCIA PRESCRIVERE UNA IDONEA ADEGUATA CORREZIONE.LA LUCE NULLA HA A CHE VEDERE CON IL SUO DIFETTO VISIVO. APPROFITTI DI UNA BUONA PRESCRIZIONE DI OCCHIALE UTILIZZANDO LENTI CORRETTIVE OVVIASMENTE NON BIANCHE MA SFUMATE UN PO COLORATE PER RIDURRE ABBAGLIAMRNTO+UTILIZZI LUTEINA CP 1 CP DI PER 90 GG PER RIDURRE ULTERIORMENTE ABBAGLIAMENTO FASTIDIOSO MN 25/11/2016.
Dr. Giovanni Lanfredi

[#2] dopo  
Utente 430XXX

La ringrazio molto Dr. Lanfredi per il cortese e pronto riscontro.

[#3] dopo  
Utente 430XXX

Aggiungo un ulteriore tassello alla mia vicenda. Mi sono sottoposta negli scorsi giorni ad una seconda visita reumatologica e mi è stata diagnosticata la FIBROMIALGIA (di cui la fotosensibilità è uno dei possibili sintomi). Al di là del problema legato all'ipermetropia, vorrei sapere se per quanto riguarda l'aspetto oculistico è possibile intervenire per ridurre questo eccessivo fastidio. Grazie.