Utente 432XXX
Un saluto a tutti,
prima dell'operazione di cataratta ero miope (-5), anche togliendomi gli occhiali riuscivo a vedere bene la mia faccia a 10-15 cm di distanza (per fare un esempio terra terra, riuscivo a vedere i peli corti della barba quando dovevo tagliarli), adesso mi ritrovo con due cristallini multifocali premium Zeiss at lisa ma ho anche un difetto rifrattivo di +2 a entrambi gli occhi a causa di un'operazione laser fatta anni fa e non riesco più a vedere nitidamente il mio viso se non da 30-40 cm di distanza.

Vorrei sapere due cose:
- se il calcolo della lente è esatta, qual è la distanza minima che queste lenti Zeiss multifocali sono progettate per mettere a fuoco nitidamente?
- Il fatto che non riesca più a vedere da vicino è perché adesso sono a +2 diottrie?

Scusate l'apparente stoltezza della domanda ma tra qualche mese dovrei farmi inserire una seconda lente nel solco e sono curioso di sapere se dopo riuscirò a vedere ancora il mio viso nitidamente anche a distanze ravvicinate, se la mi diottria sarà portata a plano.

Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
1) le lenti multifocali intraoculari ad alta tecnologia (IOL premium ) di tutte le marche sono controindicate a chi ha già fatto chirurgia refrattiva ,per cui , davvero non comprendo il RAZIONALE di questa scelta.

sue domande
1)se il calcolo della lente è esatta, qual è la distanza minima che queste lenti Zeiss multifocali sono progettate per mettere a fuoco nitidamente?

RISPOSTA
le lenti sono progettante oer una buona visione da vicino e da lontano non per la perfezione, sul sito ZEISS trova tutte le informazioni, io uso anche le lenti Zeiss , anzi sono stato tra i primi ad utilizzarle in Italia su You tube trova anche una mia chirurgia in diretta ad un congresso, la lente è davvero molto buona e di ottima qualità rifrattiva.

2) Il fatto che non riesca più a vedere da vicino è perché adesso sono a +2 diottrie?

RISPOSTA
si certo
ma lei non doveva mettere , nel suo caso, una multifocale


3) tra qualche mese dovrei farmi inserire una seconda lente nel solco e sono curioso di sapere se dopo riuscirò a vedere ancora il mio viso nitidamente anche a distanze ravvicinate, se la mi diottria sarà portata a plano

RISPOSTA
mi pare che stiano subendo troppi interventi questi occhi...
mi spiace non conosco il suo caso clinico
ho pochi dati reali per darle una mano.

buona giornata

MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante.
I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione.
Veda per piacere le nostre Linee Guida per l'uso dei consulti online.
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 432XXX

Con una piggyback dovrei risolvere il residuo, dottore?

[#3] dopo  
Utente 432XXX

Scusi dottore, quale lente avrei dovuto mettere secondo il suo parere?

[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
non secondo il mo parere
ma secondo il parere
di
AAO
ESCRS
ASCRS
le lenti multi focali on si impiantano a chi ha già eseguito chirurgia rifrattiva...


MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante.
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333