Fotofobia, vertigini e impossibilità di stare al pc o davanti alla tv.

Salve, premesso che a 12 anni ho avuto un trauma all'occhio sinistro e che da li fino ad oggi (37 anni) ho usato solo il destro, il sinistro lo uso in maniera limitrofa per completare il campo visivo visto che vedo poco (5 diottrie con astigmatismo e ipermetropia).

Nella penultima settimana di luglio ho avuto 4-5 giorni di disturbi nello stare davanti al pc, bruciore agli occhi inizialmente poi mi dava proprio fastidio vedere lo schermi, il tel. o la tv, il tutto accompagnato da una pesantezza all'occhio, un mal di testa leggero spostato a destra e un indolenzimento nella zona tra il sopracciglio e la palpebra. Ho preso per 5-6 aspirina e sono stato a riposo.

A sintomi quasi svaniti ho ripreso a lavorare e nel giro di 7-10 giorni ho riaccusato i sintomi. MI sono nuovamente fermato e nelle prime 2 settimane di agosto ho fatto 2 visite oculistiche (misurazione, pressione, fondo) e mi hanno prima trovato un astigmatismo 0,75 e poi nella seconda visita uno 0,50 di ipermetropia e ho preso un occhiale. Tutti correzioni visive minime ma che a detta dei dottori non giustificano a pieno la mia quasi totale impossibilità di stare al pc, davanti alla tv o leggere.

Praticamente col periodo estivo sono rimasto bloccato dall'assenza di consulti e scacciato dai pronto soccorso. Però effettivamente io non riesco più a stare davanti al pc per più di 4-5 minuti. Con questi nuovi occhiali vedo indubbiamente meglio, senza sento lo sforzo, ma quando li metto (li porto in maniera fissa da circa 10 giorni) aumenta la fotofobia e il fastidio ad osservare qualunque display o immagini in movimento troppo veloci.

Per tutto il mese di agosto mi sono limitato a stare a riposo, con conseguenze sullo stile di vita e sull'umore immaginabili. Sono un grafico e un libro professionista, se mi fermo sono finito addio clienti. Ma quando è difficile mandare anche solo una mail il dato è tratto.
Da circa 4 giorni so prendendo Oki in supposte da 160 (una al giorno) e ho visto dei miglioramenti, ma siamo lontanissimi dalla normalità.
Con un paio di occhiali da sole riesco a tollerare di più il tutto, ma ad ogni modo sento disagio e bruciore all'occhio.

Sono disperato, dopo più di un mese e altre 2 visite oculistiche non so più che fare.
Sento questa sensazione di infiammazione e indolenzimento della testa sulla destra man mano che provo a vedere come va davanti al pc (pochi minuti ovviamente). Non riesco più a leggere e a lavorare, tollero la tv ma per poco tempo.

A detta dei dottori non ho alcuna patologia grave, solo piccolo calo visivo dovuto all'età e che la nevralgia è stata causata dal
prolungato sforzo e dalla mancata compensazione dell'occhio sinistro.
Mi hanno detto di prendere Oki per il mal di testa. Ma per quanto tempo? È normale svegliarsi già la mattina con questo disturbo?
Cosa altro posso fare? Io ho urgenza di tornare a lavoro, altrimenti a quel punto fare la spesa diventerà il problema.
[#1]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Buongiorno,
forse la visita è da completare con una misurazione in cicloplegia con ciclolux, ma se il mal di testa è anche al risveglio darei precedenza ad una visita neurologica per le cefalee. Lei comprende che un consulto online può essere solo indicativo e che pertanto le sue domande non possono che trovare risposta solamente dopo che uno Specialista l'abbia attentamente ascoltata e visitata. Se successivamente necessita di chiarimenti saremo a disposizione.

Mi faccia sapere eventuali novità.

Cordiali Saluti

Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la risposta tempestiva.
Vorrei chiederle un consiglio.
Ho effettuato altri accertamenti, ieri al pronto soccorso un oculista molto gentile mi ha visitato nel suo studio e mi ha fatto una OCT dell'occhio e del nervo ottico + campo visivo e parziale visita ortottica (visita che provvederò a fare completamente in settimana).

È risultato tutto negativo.

L'oculista mi ha detto che molto probabilmente l'infiammazione e i fastidi che accuso (fotofobia, occhio stanco, impossibilità di stare al pc o allo smartphone) sono una conseguenza di uno strabismo divergente latente dell'altro occhio (sinistro) che uso solo marginalmente (perché ho subito un trauma, rottura cristallino non più rimesso e lieve deformazione corneale).

Avendo a disposizione una lente a contatto per il sinistro, mi ha detto di metterla il più possibile insieme con gli occhiali che correggono il destro.

Avendo la cornea deformata mal sopporto questa lente da sempre e mi chiedevo se fosse possibile, quando non tollero più la lente a contatto, utilizzare l'occhio sinistro in questi modi:

1) tappare il destro e usare il sinistro senza lente per svolgere azioni basilari.

2) prendere una lente da occhiale da vicino per lettura/lavoro, tappando sempre il destro, per non avere sovrapposizioni di immagini.

Ovviamente lavori in lettura col sinistro fatti gradualmente iniziando con pochi minuti per passare poi a tempi più lunghi.

È possibile sfruttare queste alternative o comunque meglio usare la lente a contatto a sinistra, più occhiale a destra?
[#3]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Sono domande che è meglio rivolgere a chi ha effettuato la visita ed ha il quadro completo di rifrazione e motilità (quindi meglio ancora dopo il risultato della visita ortottica). Non vedo il motivo di otturare l'occhio migliore.

Cordiali saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ok grazie ancora, attenderò la visita sperando al più presto di poter tornare a lavoro :)
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore, ho effettuato la visita ortottica e la ciclopegia. La ciclopegia ha confermato l'occhiale con lente per occhio destro (Sf +075 Cil+050 Ass 75).
La visita ortottica conferma il destro:

Visus OS +11sf 5-6/10
Worth: dipl. crociate
Microworth: rapp. OS
Ci Sl _ 18d* tr s/d 4d* -10tr d/s 6d* (*sono apici)
M.O. iper Po Os, scosse di distagmo orizzontale OS
LangI: percepisce il rilievo

Spero di aver scritto bene era scritto a mano.
L'oculista ha rilevato quindi astenopia (che va avanti da praticamente un mese e mezzo) e mi ha segnato una cura per un mese di:
- Mag 2 flaconcini (1 al mattino)
- Meramirt collirio 3 volte al dì
- Meramirt compresse masticabili 2 volte al dì
Poi
8 giorni di Lyseen compresse 2 volte al dì.
Oki bustine al bisogno per il mal di testa.

MI RACCOMANDA di usare la lente a contatto per il sinistro più che posso (anche se io i fastidi li ho al destro), senza contare che dopo un'ora di utilizzo mi da fastidio e mi provoca mal di testa (25 anni di utilizzo latente).

DOPO UNA SETTIMANA DI CURA
Quel che non comprendo è perché dopo 20 giorni e oltre di uso di questi occhiali continuo ad avere fotofobia e le scritte (su google ad esempio) sono fastidiose. Se invece tolgo gli occhiali la fotofobia svanisce quasi del tutto anche se le immagini sono quel minimo sfocate da stancare in breve l'occhio. Non noto un effetto di "normalità" ad inizio giornata. Fin da subito se lavoro al pc sono infastidito, la mia autonomia lavorativa attuale è di circa 35-45 minuti al giorno, un'oretta se vedo la tv. Poi evito di sforzarmi altrimenti mi si chiudono un po' le palpebre e rischio di avere fastidi prolungati almeno per due giorni senza poi poter fare nulla.

Devo ancora adattarmi alla lente nuova?
Il processo di rilassamento e elasticità del muscolo è molto lento? Considerando anche che vengo da un mese di agosto di riposo?

Grazie :)
[#6]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Buonasera, la cicloplegia con quale collirio è stata fatta? potrebbe, se possibile interpretare meglio o chiedere spiegazioni in merito al +11 rilevato in OS? forse un errore di trascrizione.

Personalmente, non sono d'accordo con le diagnosi di astenopia, e forse sono uno dei pochi oculisti che la pensa così. Le astenopie le tratto con la prescrizione di lenti ipermetropie adeguate, supportate dal rilievo topografico che mi escluda marcate irregolarità corneali.

Segua la prescrizione e mi tenga aggiornato

Cordiali saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore, la ringrazio per la risposta!
In realtà il +11 sul sinistro è reale non avendo cristallino e una cornea deformata dal trauma a 12 anni.

Ma i problemi li ho sul destro, quello che ovviamente uso sempre, il sinistro è solo di appoggio per completare l'immagine, e ogni tanto lo tengo in "forma" con la lente a contatto.

Le gocce usate per la ciclopegia non saprei, però non erano torpina perché ho chiesto e mi l'oculista mi ha detto che erano gocce che servivano per misurare realmente lo sforzo dell'occhio e la reale ipermetropia.

E ha confermato la prescrizione fatta, dicendo anche che però molti oculisti (cito) "non corrono dietro a correzioni minime come +025). Mi ha detto che se i disturbi continuano avrei dovuto richiamarlo. Io ho la netta sensazione che lo sforzo oculare ci sia senza occhiale e che con l'occhiale sia tutto più nitido ma se parliamo di leggere a video o vedere a lungo la tv è tutto fastidioso e troppo luminoso. I semafori ad esempio o gli stop delle auto, per guidare li tolgo, perché quelle luci sono fastidiose.

Proseguo con la cura.
Grazie ancora!

Per quanto riguarda la topografia non saprei se tra i vari esami è stata fatta. Sull'OCT c'è un'immagine che sembra una topografia dell'occhio con dei valori tipo ST=132 SN=108 ecc ecc.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore, dopo essermi rilassato e averla presa con un po' di filosofia (consiglio dell'oculista) e dopo 10 giorni di cura tra integratori, collirio e mio-rilassanti non vedo miglioramenti.
I display, monitor e luci sono ancora fastidiosi attraverso gli occhiali che indosso, soprattutto a fine giornata.
La mia attività lavorativa giornaliera è ridotta a poco meno di un'ora e tanta fatica.
Anche la tv dopo 30-40 min continua ad essere fastidiosa.

Cosa mi consiglia di fare?
La ringrazio
[#9]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Rimane il mio consiglio iniziale di fare una misurazione in cicloplegia profonda.

Cordiali saluti
[#10]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore la aggiorno sui progressi.
Ho fatto nuova visita e nuova ciclopegia, con gli attuali occhiali con lente destra Sf075 Cil050 Asse 75, dopo un mese non li tollero mi danno fotofobia (senza no) e visione innaturale sulle scritte (es. pagina di ricerca di google).

Effettuata nuova ciclopegia e nuova lente:
Sf050
Cil050
Asse 80

Sono in attesa di provare la nuova lente, non sono onestamente molto fiducioso, sintomi di affaticamento sui muscoli dell'occhio e bruciori restano Sono cose sempre lievi, ma alla lunga mi impediscono di lavorare. La mia autonomia resta sempre la stessa (con o senza occhiali) circa un'ora totale di pc con pause e altrettanto di tv.

Non appena arriverà nuova lente vedrò come va.
Con altrettanta onestà mi sento di scrivere che sentirmi dire che "oggi vedere è soprattutto un'esigenza psicologica" mi ha lasciato molto perplesso...
[#11]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Non ho capito bene l'ultima frase.
In cicloplegia profonda, intendo con atropina per tre giorni, come i bambini, perché spesso l'astenia è solo una ipermetropia latente, mi sembra difficile che una seconda cicloplegia abbia dato come risultato un errore refrattivo più basso.

Ci sono degli occhiali tipo plus che hanno delle aberrazioni positive di 0,50 sulla lente che aiutano a stancarsi meno al computer. Potrebbe essere una soluzione.

Cordiali saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore, grazie mille. Credo che l'unica soluzione a questo punto sia andare dal medico di base e fare un'impegnativa facendomi prescrivere proprio una Ciclo con atropina per 3 giorni e con visita all'oftalmico.

Tanto privatamente proprio non mi stanno a sentire.
Con gli occhiali si dovrebbe avere un sollievo non un disturbo aggiuntivo. E dopo oltre 1 mese non è una questione di abitudine.

PS i nuovi occhiali infatti sono praticamente identici ai vecchi.

PPS l'ultima frase non l'ho capita neanche io e mi sembra una vera follia...
[#13]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Forse se si rivolge ad un reparto di ortottica è meglio.
[#14]
dopo
Utente
Utente
ok! Grazie molte
[#15]
dopo
Utente
Utente
Ho trovato un'anima pia che mi ha ascoltato.
Ho prenotato una ciclopegia approfondita con ciclolux,
da prendere 1 goccia ogni 1/4 d'ora un'ora prima della visita. L'occhio resterà dilatato per almeno 2-3 giorni, ma dovrei così ottenere la giusta correzione!

Spero!

Grazie ancora per la sua disponibilità e cortesia!
[#16]
dopo
Utente
Utente
Caro Dottore, dopo aver effettuato al ciclopegia con ciclolux è risultato ancora una volta che l'occhiale prescrittomi è quello giusto:
SF 075
CIL 050
ASSE 75

Io continuo dopo un mese e mezzo ad avere disturbi di ipersensibilità alla luce e vertigini, soprattutto davanti al monitor e mi trovo meglio a lavorare (e in generale) senza.

Senza occhiali non ho disturbi ma affaticamento, ma comunque minore rispetto a quando indosso gli occhiali.

Non so più dove sbattere la testa

Lei cosa mi consiglia di fare?
[#17]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Senza una valutazione diretta, vista la negatività degli esami effettuati non è possibile risolvere senza una valutazione diretta.

Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio