Congiuntivite cronica ad un occhio

Buonasera,
sono un ragazzo di 34 anni, da ormai 10 mesi soffro di una fastidiosa congiuntivite monolaterale all'occhio destro a cui non si riesce a dare una spiegazione, faccio una ricapitolazione.

A fine Febbraio di quest anno mi sveglio una mattina con l'occhio completamente arrossato e gonfio, non ci faccio caso pensando ad un orzaiolo o comunque un colpo d'aria, lo curo con qualche goccia omeopatica e lacrime artificiali, passati un paio di giorni la situazione migliora, dopo un paio di mesi ad inizio Maggio di nuovo stessa storia, lo curo malamente con del tobradex per tre gg circa, al completo sbiancamento interrompo e non ci penso di nuovo più, passa tutta l'estate ed arrivati a Settembre al ritorno dalle ferie eccolo di nuovo, sempre in crescendo tra l'altro, occhio completamente rosso, rigonfiamento leggero sotto pelle con prurito e solletico nella parte interna dell occhio, accompagnato da una lacrimazione abbondante soprattutto la sera.
Decido allora di farmi vedere da un'oculista che mi prescrive betabioptal 3 volte al gg per una settimana e poi due la seconda e locoidon crema perché secondo lui avevo una dermatite palpebrale che mi creava questo problema, cosa che secondo me era solo data dal fatto che le lacrime mi avevano dato fastidio e mi ero grattato continuamente, comunque seguo alla lettera la cura, risultato ottimo come al solito, peccato che un mese dopo (guardacaso alla fine della cura) eccolo nuovamente tornare e sempre uguale molto fastidioso e soprattutto la notte, adesso non voglio dilungarmi oltre e di seguito vi elenco le cure fatte nei mesi successivi:
alfaflor due settimane, dopo cortivis per altre due settimane, poi due settimane di idroflog, appena finita la cura è tornato nuovamente a darmi problemi, durante la cura era perfettamente a posto, finita quella sono passato al tobradex per una settimana due volte al gg, passato tutto, finita la cura a ricominciato di nuovo, fino ad arrivare ad oggi che non so piu cosa fare.

Prendo costantemente idroflog al minimo fastidio, lavo continuamente faccia e mani, ho anche effettuato esami sangue per le Ige ed erano perfetti.

L'oculista che mi segue mi ha visitato 3 volte e continua a sostenere che non vede niente di male, probabilmente l'umidità o comunque non sa nemmeno lui più cosa fare.
Adesso la situazione è abbastanza fastidiosa, perché non è possibile che ogni volta che io smetta un collirio cortisonico mi torni arrossato e gonfio, tanto da far fatica a svolgere le attività quotidiane e sportive che seguo.
Volevo sapere se avete qualche consiglio perché sono abbastanza disperato, sembra un problema cronico e non voglio andare avanti tutta la vita con questo problema! Attendo risposte.
Grazie mille e scusate il dilungamento
[#1]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
Salve,
una infiammazione cronica monoculare (ma può diventare binoculare col tempo) può anche essere legata a disfunzione della tiroide.
Mi piacerebbe poterla aiutare di più, ma un consulto online può essere solo indicativo, non diagnostico, pertanto le sue domande non possono che trovare risposta solamente dopo che uno Specialista l'abbia attentamente ascoltata e visitata. Se successivamente necessita di chiarimenti saremo a disposizione.

Mi faccia sapere eventuali novità.

Cordiali Saluti

Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera,
La ringrazio per la tempestiva risposta, ho avuto ieri una visita da un'altro oculista, il quale sostiene sia un'allergia anche se monolaterale, visto che comunque io lamento sempre prurito e lacrimazione abbondante quando è alla sua massima espressione, vede comunque qualcosina anche nell'altro occhio nonostante non mi abbia mai dato problemi e sia perennemente bianco. Mi ha prescritto per un mese il ketoftil, una goccia al mattino e una la sera, effettuerò in seguito gli esami allergologici per vedere a cosa sono allergico per capire meglio sia cosa evitare, sia se effettivamente è quello il problema. Ho solo una domanda, è normale che il ketoftil non abbia fatto praticamente effetto da due giorni che lo uso? Essendo una specie di antistaminico non dovrebbe far subito effetto?? E seconda cosa ho letto anche della chlamidia e non l avevo esclusa come opzione, o forse è esagerato?? Per quanto riguarda la tiroide ho effettuato degli esami un anno e mezzo fa ed erano perfetti, potrei anche valutare di rifarli anche se nn lamento particolari altri problemi in questo momento che mi riconducano a quello... Attendo vs risposte grazie
[#3]
Dr. Enzo D'Ambrosio Oculista 3k 127 2
La clamidia l'oculista l'avrebbe riscontrata dai segni caratteristici, l'antistaminico ci mette anche 10-15 giorni a fare effetto.

Dr. Enzo D'Ambrosio - Centro Mediterraneo Uveiti
Centro Oftalmico D'Ambrosio - Taranto
www.centroftalmicodambrosio.eu - cercaci su Fb!

La congiuntivite: quali sono le cause (batterica, virale o allergica) e i sintomi più comuni (occhi rossi, prurito, gonfiore). Come riconoscerla e come si cura.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio