Utente 334XXX
Salve,
mi rivolgo a voi, dopo anni di vera e propria agonia. Regolarmente, ogni 2/3 mesi, avverto in gola delle punture lancinanti, come se degli aghi si fossero conficcati nella stessa. Ciò provoca sensazione di soffocamento e spasmi a livello dell'esofago. Se riesco a deglutire un qualche cibo consistente (crosta di pane), gli spasmi terminano per lasciare il posto a dolori fortissimi che spesso impediscono anche il normale movimento del collo. Per anni mi è stato detto che si trattava di somatizzazioni, finché gli stessi sintomi non si sono presentati a livello dell'ugola. Ciò ha permesso di constatare la formazione di una bolla rossa, presumo piena di sangue. La spiegazion del medico curante è stata: stress. Non mi basta, avrei bisogno di una spiegazione più articolata e, soprattutto, di una cura preventiva. Il senso di soffocamento che ne deriva, infatti, è causa di vera e propra angoscia.
Grazie mille per l'aiuto che vorrete darmi.
Un cordiale saluto.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Graziano

32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Gentile Paziente,
è riportata in letteratura medica una rara nevralgia del glosso-faringeo, in ogni caso per valutare meglio il suo caso sarebbe opportuno poter visionare la bolla che si forma in occassione degli episodi sintomatologici dolorosi
Dott. Antonio Graziano
Dr. Antonio Graziano, PhD
Odontoiatra
Dottore di Ricerca in Tecnologie Biomediche applicate alle Scienze Odontostomatologiche

[#2] dopo  
Dr. Antonio Graziano

32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Gentile Paziente,
è riportata in letteratura medica una rara nevralgia del glosso-faringeo, in ogni caso per valutare meglio il suo caso sarebbe opportuno poter visionare la bolla che si forma in occassione degli episodi sintomatologici dolorosi
Dott. Antonio Graziano
Dr. Antonio Graziano, PhD
Odontoiatra
Dottore di Ricerca in Tecnologie Biomediche applicate alle Scienze Odontostomatologiche

[#3] dopo  
Dr. Antonio Graziano

32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Gentile Paziente,
è riportata in letteratura medica una rara nevralgia del glosso-faringeo, in ogni caso per valutare meglio il suo caso sarebbe opportuno poter visionare la bolla che si forma in occassione degli episodi sintomatologici dolorosi
Dott. Antonio Graziano
Dr. Antonio Graziano, PhD
Odontoiatra
Dottore di Ricerca in Tecnologie Biomediche applicate alle Scienze Odontostomatologiche

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Agrillo

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
gentile paziente, i dati da lei forniti sono poco chiarificatori, ma potremmo dedurre o la presenza di un reflusso gastroasofageo,legato a situazioni di stress , o una lesione di origine streptococcica locale , soprattutto se localizzata al faringe ed ugola.
e' un po difficile la diagnosi senza vedere, ma un tampone ,nel secondo caso e una ricerca di reflusso sul cuscino la mattina ,potrebbero essere chiarificatori
saluti
dott. agrillo
Agrillo dott.edoardo

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Agrillo

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
gentile paziente, i dati da lei forniti sono poco chiarificatori, ma potremmo dedurre o la presenza di un reflusso gastroasofageo,legato a situazioni di stress , o una lesione di origine streptococcica locale , soprattutto se localizzata al faringe ed ugola.
e' un po difficile la diagnosi senza vedere, ma un tampone ,nel secondo caso e una ricerca di reflusso sul cuscino la mattina ,potrebbero essere chiarificatori
saluti
dott. agrillo
Agrillo dott.edoardo

[#6] dopo  
Dr. Edoardo Agrillo

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
gentile paziente, i dati da lei forniti sono poco chiarificatori, ma potremmo dedurre o la presenza di un reflusso gastroasofageo,legato a situazioni di stress , o una lesione di origine streptococcica locale , soprattutto se localizzata al faringe ed ugola.
e' un po difficile la diagnosi senza vedere, ma un tampone ,nel secondo caso e una ricerca di reflusso sul cuscino la mattina ,potrebbero essere chiarificatori
saluti
dott. agrillo
Agrillo dott.edoardo

[#7] dopo  
Dr. Bruno Marcelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Senza un esame obiettivo è difficile fare una diagnosi, ma nel suo caso penso che ci si debba avvalere di esami strumentali, quali il tampone della zona dove si presentano queste formazioni. Il forte dolore e lo spasmo possono aver origine da un reflusso gastro-esofageo, per la presenza di malformazioni dell'esofago, alquanto frequenti nella popolazione adulta. Cordialmente

[#8] dopo  
Dr. Bruno Marcelli

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Senza un esame obiettivo è difficile fare una diagnosi, ma nel suo caso penso che ci si debba avvalere di esami strumentali, quali il tampone della zona dove si presentano queste formazioni. Il forte dolore e lo spasmo possono aver origine da un reflusso gastro-esofageo, per la presenza di malformazioni dell'esofago, alquanto frequenti nella popolazione adulta. Cordialmente

[#9] dopo  
Dr. Pietro Convertino

24% attività
0% attualità
0% socialità
ALBEROBELLO (BA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Gentile paziente,

probabilmnete ciò che lei riferisce è dovuto ad alterazioni della mucosa di rivestimento del tratto digerente.
I motivi possono essere svariati: a partire da reflussi a finire a patologie anche autoimmunitarie.

Le consiglierei di consultare un gastro enterologo e magari di fare una gastroscopia.
Inoltre consulti il reparto di patologia orale dell'università di Milano.
Così potrà fare il punto e probabilmente avere una diagnosi certa ed anche una terapia.
Saluti
Dr. Pietro Convertino
Dr. Pietro Convertino
Odontoiatra

[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Bellinvia

24% attività
4% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Anch'io suggerirei un esame clinico e una gastroscopia
Ci sappia dire
Enzo Bellinvia
DOTT. VINCENZO BELLINVIA
Medico chirurgo
Spec. in ortognatodonzia
Spec. in odontostomatologia

[#11] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino

16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
In aggiunta a quello già detto dai colleghi, non escluderei una visita presso un allergologo in modo da effettuare una valutazione anche dell'assetto immunologico.
Cordiali Saluti
Dr Enio Dell'Artino
Viale Lavagnini, 45 Firenze
Via Colombo 16/b Scandicci Fi
tel 055 481829 - 499646

[#12] dopo  
Dr. Enio Dell'Artino

16% attività
0% attualità
8% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Anche un dermatologo sarebbe importante da interpellare.
Saluti
Dr Enio Dell'Artino
Viale Lavagnini, 45 Firenze
Via Colombo 16/b Scandicci Fi
tel 055 481829 - 499646

[#13] dopo  
Dr. Paolo Patrucco

24% attività
0% attualità
4% socialità
CASALE MONFERRATO (AL)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2000
gentile paziente
concordo con i colleghi e le aggiungo di fare un tampone faringeo in sede diagnostica .
Paolo Patrucco
Paolo Patrucco