Utente
Buonasera,
scrivo per un problema odontoiatrico. Circa 8 mesi fa il dentista mi ha messo un impianto in titanio al posto del dente che mi aveva tolto poichè malato. Il fatto è che per l'intervento non mi ha prescritto nessun antibiotico o colluttorio e dopo pochi giorni dall'avermi impiantato la vite mandibolare ho iniziato ad aver un male insopportabile fino all'orecchio e il dentista mi ha fatto prendere degli antinfiammatori finchè il dolore è scomparso. Poi sono seguiti per mesi diversi controlli per verificare l'avanzamento della situazione e il dentista non si sentiva mai sicuro di fissare sopra la protesi definitiva (dente finto) perchè non era convinto che l'impianto si fosse completamente osteoingrato. E così abbiamo lasciato passare circa 8 mesi prima di fissarci sopra il dente finto. Con il dente finto mi faceva male masticare ma il dentista ha insistito perchè io portassi pazienza e aspettassi che il male diminuisse poco per volta. Effettivamente sembrava che dopo 15 giorno il dolore fosse quasi scomparso e così ho pagato il conto di circa 1200.
Lo stesso giorno , prima di pagare il conto, il dentista ha voluto farmi una pulizia del tartaro usando gli ultrasuoni. E da qui è peggiorato tutto. Io non so come gli ultrasuoni possano aver danneggiato l'impianto, ma da quel momento in poi l'impianto ha cominciato a farmi molto più male di prima e la protesi ha iniziato a muoversi sulla vite impiantata. Da qui ho iniziato un avanti e indietro dal dentista che ha anche rimosso il dente finto per darlo al meccanico per un'eventuale modifica. Quando poi me lo ha riposizionato il dente finto si continua a muovere nell'impianto e mi fa male a masticare. Lui non sa più cosa fare e per far stare fermo il dente ha messo un po' di cemento tra il dente finto e i due laterali sani. Cemento che poi si è sgretolato e tolto alla prima masticazione. In ogni caso quella di fissare l'impianto ai denti vicini non è la cosa giusta. Se non avrei scelto di farmi fare un ponte anzichè un impianto. Cosa dovrei fare io adesso? Sto pendando di andare da un altro dentista a farmi fare una radiografia e un consulto e se mi scopre che è stato fatto un errore io vorrei chiedere i danni al mio dentista a meno che non mi sistemi il dente una volta per tutte. Cosaa dovrei fare? portargli la diagnosi di un altro dentista e dirgli che voglio essere risarcita dalla sua assicurazione?

[#1]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente, è verosimile che ci possa essere un problema di mancata osteointegrazione o perimplantite. Tuttavia una diagnosi certa si potrà fare solo in seguito ad una visita odontoiatrica. Certo è che la mobilità ed il dolore non fanno pensare ad un esito positivo. Ci faccia sapere.
Cordiali saluti.
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dott.Fantini, La ringrazio per la sua tempestiva risposta. Io come dicevo, penso che andrò a farmi visitare da un altro dentista per avere una valutazione "non di parte" . Dopodichè, in base alla gravità del caso sentirò cosa mi suggerisce di fare.
Darò aggiornamenti della mia situazione tramite questo blog.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr.ssa Laura Anna Melone

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, è possibile che ci sia stata una periimplantite ovvero un'infezione dell'osso attorno all'impianto che ne abbia impedito l'osteointegrazione. In questi casi, seppur abbastanza rari, il collega le rimborserà il costo dell'impianto senza alcun bisogno di ricorrere a vie legali o assicurazioni. Sicuramente con tempistiche più lunghe e non sempre convenienti (per il paziente).
Cordiali Saluti
Perfezionata in Odontoiatria Pediatrica
Perfezionata in Ortodonzia Intercettiva
Perfezionata in Innovazioni Tecnologiche in Ortognatodonzia

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dott.ssa Melone, quindi se fosse confermato il suo sospetto di mancata osteointegrazione , oltre a restituirmi i soldi il dentista cosa dovrebbe fare? Rimuovere totalmente l'impianto?
Possibile che la mancata osteointegrazione sia la causa di mobilità del dente finto (parte avvitata sopra) ? Eppure il dentista quando mi ha toccato la vite prima di metterci sopra il dente, ha detto che era ben fissata e non si muoveva.
In ogni caso, prima di ritornare dal mio dentista , Lei non pensa che sia meglio farmi visitare da un altro odontoiatra per sentire un parere estraneo?
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Da quello che racconta, l'impianto ha dei grossi problemi! La mobilità della corona non spiega se è una mobilità in toto (moncone ed impianto) o solo del moncone. Nel primo caso l'impianto è fallito e va rimosso al più presto, nel secondo caso (ho i miei dubbi in merito)è un problema di connessione o di laboratorio (abutment industriale o costuito su calcinabile).
In ogni caso è meglio che torni dal suo odontoiatra e risolvere la questione in modo civile: un lavoro che reca disturbo evidente (e non psicologico)deve essere rivisto e corretto.
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#6] dopo  
Utente
Gent.mo Dott.Muraca, grazie per la sua risposta. Il fatto è che quando ogni volta torno dal mio dentista e mi guarda questo impianto, si capisce che non sa come fare per andare avanti e risolvere il problema. La mia paura è che, continuando con questo "tira e molla" senza concludere nulla di positivo, possa succedere qualcosa di serio al mio osso mandibolare. Dopo tutto questo tempo ho persino paura del buco che potrebbe rimenere nell'osso se dovesse essermi tolto l'impianto (oltre al dolore che probabilmente provocherà questo intervento).Purtroppo , per il mio carattere, non sono mai riuscita ad impormi con rabbia al dottore anche se penso che avrei dovuto. Generalmente sono una persona molto paziente e quindi fino ad ora gli ho sempre dato fiducia...sperando che fosse la volta buona , ma penso che stiamo perdendo davvero troppo tempo.
Se penso che si sarebbero potute evitare queste complicazioni se solo il dentista mi avesse prescritto un antibiotico o un colluttorio adeguato nella fase di impianto....ma ormai è fatta e bisogna risolvere in un modo o nell'altro.
Cordiali saluti.

[#7]  
Dr.ssa Laura Anna Melone

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, se l'osteointegrazione non fosse avvenuta l'impianto andrebbe rimosso. Il fatto che il dente sopra muova può essere dovuto a molteplici ragioni. Ad esempio una mancata osteointegrazione, lo svitamentdell'abutment, la decementazione parziale della corona, etc. Senta un'altro consulto per avere un parere, ma cerchi poi di risolvere la questione attraverso il suo odontoiatra di fiducia.
Cordiali Saluti
Perfezionata in Odontoiatria Pediatrica
Perfezionata in Ortodonzia Intercettiva
Perfezionata in Innovazioni Tecnologiche in Ortognatodonzia

[#8] dopo  
Utente
Ok, seguirò i suoi consigli . Ora che ho scambiato opinioni con Voi specialisti che intervenite su Medicitalia, mi sento più sicura sulla "strada" da intraprendere. Grazie a tutti, vi terrò informati.
Cordiali saluti

[#9] dopo  
Utente
Avevo dimenticato di descrivere che tipo di protesi mi è stata messa. Si tratta di una corona con un forellino passante in mezzo. dopo avermela avvitata, il forellino è stato chiuso con del "cemento" bianco.
Non so se magari con questo dettaglio e con i sintomi descritti può esservi di aiuto a fare un quadro più chiaro della situazione.

[#10]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
La tecnologia di fissazione è corretta.
Per il resto l'impressione che ne ricavo è quella di un implantologo "ai primi ferri", che non sa cosa fare.
E non sapendo cosa fare, fa le cose sbagliate.

Se l'impianto muove e fa male alla masticazione, è un impianto da togliere al più presto.

E andava tolto quando dopo alcuni giorni l'impianto ha cominciato a far male.
Era una stupidaggine: si poteva togliere e rimettere dopo un mesetto.

Oggi, se non c'è sostanziale danno osseo conseguente al ritardato intervento e all'inutile protesi applicata sopra, si può rimuovere l'impianto e rifarlo dopo qualche tempo.
E non da dolore farlo, come non da dolore, di norma, l'inserimento di un impianto (di quelli che vanno bene).

Tutto questo nell'ipotesi che sia l'impianto ad avere problemi, e non essere un banale problema protesico (ma non mi sembra, dato quello che racconta).

Cosa le occorre, quindi:
Un implantologo ESPERTO e CAPACE.
Non certo il suo.

E, farsi ridare i soldi, mi sembra corretto.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#11] dopo  
Utente
Gent.mo Dott.Formentelli, grazie per il suo parere. Ho prenotato in settimana una visita più rx presso un altro dentista che alcuni miei parenti conoscono . Dopo aver sentito la diagnosi , andrò dal mio dentista. Vi farò sapere come andrà a finire.
Mi spiace che , oltre ad essere un problema di salute, questa cosa sta diventando anche "antipatica" da gestire...e imbarazzante .
Cordiali saluti.

[#12] dopo  
Utente
Gentili Dottori che fin qui mi avete risposto, oggi pomeriggio sono andata da un nuovo dentista a fare un controllo sull'impianto descritto.
Ebbene...dall'rx non risulta osso compromesso e l'impianto sembra fatto bene senza spazi tra osso e vite. Il dentista non ha smontato il dente finto sia per non compromettere il lavoro del mio dottore sia perchè comunque il caccivite era diverso. Quindi ha potuto solo toccare e verificare che c'è una mobilità così forte che sembra essere di tipo meccanico...di qualcosa che non è avvitato bene per tenere unito il dente all'impianto. E' anche vero che non potendo togliere il dente finto non ha potuto toccare il solo impianto per capire se anche questo si muove. Ma mi ha detto che se fosse l'impianto a muoversi così tanto, nelle lastre si sarebbe dovuto vedere dello spazio tra vite e osso. A questo punto mi ha suggerito di tornare dal mio dentista a chiedere di smontare il dente finto e capire perchè ruota nell'impianto. Mi ha detto che se proprio non riuscisse a farlo stare fermo, dovrebbe mettere un po' di cemento nella vite che si avvita all'interno dell'impianto.
Non so...cosa ne pensate?

[#13]  
Dr.ssa Laura Anna Melone

24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, provi a tornare dal suo dentista curante. Da cosa spiega sembrerebbe che la vite dell'abutment si sia svitata. Può capitare soprattutto in corone singole. Altrimenti dovrebbe farsi dire che tipo di impianto ha messo e provare a vedere se qualche collega ha il cacciavite della stessa marca o compatibile con la linea implantare che ha attualmente in bocca.
E' lei che deve scegliere...
Cordiali Saluti
Perfezionata in Odontoiatria Pediatrica
Perfezionata in Ortodonzia Intercettiva
Perfezionata in Innovazioni Tecnologiche in Ortognatodonzia

[#14]  
Dr. Marcello Fantini

28% attività
4% attualità
12% socialità
LANCIANO (CH)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Il fatto che ci sia osteointegrazione è già una buona notizia. Deve fare una sola cosa: chiedere al suo dentista perchè si muove l' impianto e fare serrare la vite passante. Saluti..
Dr. Marcello Fantini
Chirurgia orale - Implantologia

www.studiofantini.jimdo.com

[#15]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Che il cacciavite fosse diverso, è una banalità.
Sembra molto una scusa.

Probabilmente ha trovato un altro dentista senza grandi esperienze implantari, oppure che ha preferito non trattarla con una scusa qualunque.

Se, come sembra, non si tratta altro che di una vitina allentata, è sufficente stringere bene il tutto.

Lei NON PUO' STRARE COSI'.
Una vitina allentata può rompersi, o consumare abnormenmente la componentistica protesica della corona.

Occorre trovare al più presto una soluzione.
Meglio trovarla ieri.

O ritorna dal suo vecchio dentista, o cerca finché ne trova uno che la prenda in carico senza fare lo scaricabarile.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#16] dopo  
Utente
Gentili Dottori, ho prenotato un appuntamento con il mio dentista per fare il punto della situazione.
Così non posso andare avanti , infatti per paura di rompere o danneggiare l'impianto praticamente mastico solo dall'altra metà bocca.
Vi farò sapere cosa riusciremo a concludere...

[#17] dopo  
Utente
Gentili Dottori, ho fatto un lungo colloquio con il mio dentista cercando di analizzare tutte le possibili cause del problema del mio impianto. Il dottore si è dimostrato molto disponibile e mi ha spiegato bene tecnicamente come è strutturato l'impianto (dalla vite al montaggio del dente finto) e dopo aver svitato il mio dente finto ha provato con un "cacciavite" idoneo (scusate ma io non conosco i termini tecnici) a vedere se la vite girava nell'osso e....purtroppo è proprio così. La vite gira nell'osso! Soluzione proposta: rimuovere l'impianto appena dopo le feste e nella stessa seduta reimpiantare una nuova vite di diametro più grosso del foro attuale.
Ho molta paura a fare questo passo. Sono d'accordo di rimuovere l'impianto , ma non è meglio aspettare un mese o due che l'osso si sia riformato? Lui dice che si aspetta un po' di tempo solo quando si rimuove l'impianto a causa di infezione ma nel mio caso non è necessario. Addirittura ho talmente paura di ricacciarmi in un'altra tribolazione, che quasi quasi farei togliere l'impianto e non farei mettere più niente neanche in futuro.
Mi confermate che mettere subito un altro impianto più grande può essere una soluzione giusta?

[#18]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Se non ci sono altri problemi di natura infettiva, è la norma, anzi sarebbe strano il contrario! L'unica perplessità è il rimuoverlo dopo le feste!! Andrebbe (anzi doveva essere fatto molto tempo fa)rimosso subito.
Buone Feste
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#19]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Rimuovere l'impianto SUBITO (meglio ieri), e rimetterlo.
Se si può immediatamente, se non si può dipo 3-4 settimane, o 2-3 mesi.
Dipende dalla situazione clinica.

Tutto va bene, purché lo si rimuova SUBITO.

OGGI.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#20] dopo  
Utente
Vedo che i vostri pareri concordano nel rimuovere l'impianto e nello stesso tempo rimetterne un altro.
Non lo tolgo subito perchè lo studio dentistico chiude per le festività ed io stessa sarò via per qualche giorno in vacanza e non vorrei che se mi capitasse un'infezione come la prima volta, non saprei a chi rivolgermi ...
Tanto ormai sono rassegnata, e due settimane di ulteriore attesa non mi cambiano la vita.
Speriamo solo che poi sia la volta buona.
Grazie ancora per i vostri consigli.

[#21]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
LIVORNO FERRARIS (VC)
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' molto ma molto più probabile che "capiti" un'infezione lasciando un impianto mobile che rimuovendolo.

Questo lei deve saperlo, per poter fare delle scelte consapevoli.

Rimuovere l'impianto e rimetterlo dopo 3 settimane o nella stessa seduta è sostanzialmente ininfluente.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#22]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Lasciare un impianto in perimplantite con mobilità non fa che aggravare la situazione ossea locale!
Questo potrebbe complicare la successiva applicazione di un nuovo impianto.
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.