Utente 217XXX
Buongiorno,
mia madre (55 anni) assume ogni mese una compressa di Bonviva 150mg (acido ibandronico) da circa un anno.
Ora ha la necessità di effettuare dei trattamenti dentistici: rifare degli impianti dell'arcata superiore.
Ha provato a chiedere consulti a diversi medici e dentisti, ma tutti dicono che effettuare dei lavori durante l'assunzione di questo farmaco è pericoloso.
Cosa può fare ci sono dei trattamenti alternativi?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
La osteonecrosi dei mascellari segnalata durante il trattamento con bifosfonati (è la categoria alla quale appartiene il farmaco che sua mamma assume) ha notevolmente allarmato la classe odontoiatrica.
Attualmente i dati disponibili indicano che il rischio è:
-Elevato in pazienti portatori di tumore e in pazienti che assumono i bifosfonati per via endovenosa.
-Basso (1 caso ogni 2260 pazienti in cura col farmaco) in pazienti che l' assumono oralmente secondo l'ADA (American Dental Association)
Quest'ultima ha peraltro stilato delle linee guida per le terapie chiurgiche ed implantologiche in ambito odontoiatrico per ridurre ulteriormente il rischio, ad esempio -igiene orale -evitare il fumo -valutazione diabetologica -regolari controlli -sospensione programmata col medico del farmaco durante le cure.
Le suggerisco di avere un parere presso un centro universitario od ambiente ospedaliero.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il rischio dell'osteonecrosi è decisamente molto basso per il tipo di farmaco, i suoi dosaggi, il tempo di assunzione, e la localizzazione della zona da trattare (arcata superiore).

Necessita, in sostanza, di una copertura antibiotica più prolungata del normale, ed una tecnica operativa che minimizzi il traumatismo.

L'implantologo che sceglierà di prenderla in cura conoscerà sicuramente queste tecniche, effettuabili routinariamente anche in una struttura privata.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#3] dopo  
Utente 217XXX

Grazie mille per le cortesi e veloci risposte.
Potete consigliarmi qualche centro nel Nord Italia? Io abito nella provincia di Como.
Grazie ancora.

[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Vado un pò fuori topic, ma la curiosità è "uomo" in questo caso...
Cosa significa che deve "rifare degli impianti dell'arcata superiore"?
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#5] dopo  
Utente 217XXX

Scusate,
forse non ho usato i termini più appropriati, mi riferivo a degli impianti fatti sui denti superiori a sx.
Grazie ancora.

[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Mi perdoni ma continua a non essermi chiaro cosa deve fare effettivamente sua madre: fare degli impianti in zona edentula; effettuare delle cure su denti residui tramite perni endocanalari o cosa?
Saluti
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.