Attivo dal 2011 al 2011
presento una protesi fissa arcata superiore dx che copre due monconi dentari con otturazioni di amalgama ed altra protesi fissa coperta da porcellana il cui metallo coperto da porcellana) a contatto con un foglio di alluminio mi scatena una pseudo nevralgia al trigemino.
Il mio dentista afferma che le protesi fisse che coprono otturazioni di amalgama non possono provocare danni
o pseudo nevralgia. trigeminale.( scrivo pseudo perchè non è la classica nevralgia trigeminale ) ma solo una leggera infiammazione dei nervi temporali dx.
Comunque avvicinando un pò di foglio di alluminio (quello che si usa per alimenti) mi scatena una pseudo nevralgia ai nervi della parte temporale destra (trigemino)
Le chiedo: è vero che le protesi che coprono otturazioni in amalgama non creano problemi?
IO sostengo di si.
Grazie per l’eventuale risposta.

[#1]  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
direi ch eè difficile rispondere ad una domanda formulata in questi termini
qualsiasi problema può sorgere in qualsiasi riabilitazione, indipendentemente dal materiale utilizzato.
e' necessario clinicamente e radiologicamente individuare e diagnosticare correttamente la situazione e valutare quindi un'eventuale terapia
senta un parere da un altro collega
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
E' una polvere costituita da: 52% di Mercurio e 48% da una lega a base di Argento(16%), Stagno(26%), Rame(5%) e Zinco(1%) utilizzata dai dentisti per le otturazioni.
Una dose moderna di amalgama contiene circa 440mg di Mercurio e 400mg di lega. Una otturazione con amalgama rilascia ogni giorno da 0.5 a 0.10mg di Mercurio per fenomeni di abrasione, corrosione, disgregazione elettrolitica generati dai diversi metalli in ambiente salino come nella cavità orale, la bocca; anche i sali dei cibi, le acque gassate, gli acidi alimentari, ecc. accentuano la naturale disgregazione delle amalgame. I metalli rilasciati per il 50% si depositano nei tessuti cellulari inibendo processi enzimatici e metabolici del nostro corpo; l'altro 50% viene eliminato attraverso le urine e le feci e va ad inquinare l'ambiente in cui viviamo, il terreno e quindi lo ritroviamo anche nella frutta, i cibi, le verdure, ecc. e nelle falde acquifere.
L'alternativa è costituita per ora dalle resine composite, dalla ceramica e dall'oro utilizzabili, purché siano testati e bio compatibili con il soggetto che li deve ricevere in bocca. Buona norma comunque è ricoprire, se possibile, ogni tipo di metallo presente nella bocca, con idrossido di calcio, per avere un minore danno.
Gli autori di una perizia presentata alla Procura della Repubblica di Francoforte, i Prof. Dott. O. Wasseman, M. Weitz ed il libro documento del Dott. C. Alsen Hinrichs, Università di Kiel, Istituto di Tossicologia, hanno anche pubblicato i lavori su riviste qualificate. Il Tribunale di Francoforte ha così definito l'amalgama: "dalle otturazioni di amalgama deriva palesemente un rischio non irrilevante per la salute umana. L'amalgama può far ammalare, cioè essa è generalmente in grado di provocare disturbi sanitari in un numero rilevante di persone portatrici di amalgame".
Recentemente, una inchiesta realizzata dall'Università di Tubinger (Germania) su 25.000 persone portatrici di amalgame, hanno messo in evidenza una "liberazione" anomale di Mercurio presso il 30% dei soggetto esaminati.
Il Mercurio presente depositandosi nei tessuti e organi altera le normali funzioni soprattutto del SNC (Sistema Nervoso Centrale) provocando depressioni più o meno forti, eccitazioni con violenza, timidezza o aggressività, disturbi della concentrazione; nei Nervi Periferici, creando paralisi e distruzione della mielina (distrofie e sclerosi a placche, epilessie) nelle mucose provocando riniti allergiche, asma, congiuntiviti; nel fegato; nel pancreas; nei reni, nelle parotidi; nelle ghiandole sudorifere, ecc. Ma quello che pochi sanno è che tutti i metalli immessi nella bocca, producono facilmente ed in molti casi, il cortocircuito elettronico delle terminazioni nervose che sono sulla parete della mucosa buccole, in quanto sono immessi in un ambiente sempre umido e molto spesso bagnato da liquido salino, ottimo conduttore delle energie bioelettroniche, quindi la risultante è come vi fossero cortocircuiti fra le terminazioni nervose della mucosa, lingua, palato, gola, modificando anche il pH della saliva. I metalli pesanti sono soprattutto veleni enzimatici, in quanto essi spiazzano i coenzimi metallici e questo e questo si evidenzia quando si scopre una carenza di Ferro, Rame, Zinco e determinano di conseguenza gravi disturbi nella funzione enzimatica e nella sintesi emoglobinica.
In Svezia (maggior produttore Europeo) è stato bandito l'uso delle amalgame; in Austria essa è proibita dal 1985; in Germania (maggior consumatore) è proibita dal 1996 sulle donne incinte e nei bambini. In Italia non se ne deve parlare!
Ecco i sintomi clinici causati dall’inquinamento da amalgami dell’organismo: (tratto da: J. Thomsen, Odontogene herde und Storfaktoren, editore ML,1985).
1. Sintomi generali: tremolio, tremor mercurialis, sonnolenza, inappetenza, rapida e continua e facile stanchezza, abbattimento psichico generale, facoltà di reazione in diminuzione, invecchiamento precoce, anormale funzionalità delle ghiandole endocrine, il tutto è sicuramente da attribuirsi al Mercurio ed alle mal funzioni dell’organismo intero ormai debilitato dall’intossicazione grave da metallo pesante.
2. Sistema nervoso: malattie nervose e degenerative ai nervi, neuroni del sistema nervoso centrale (demielinizzazione sopra tutto nei bambini), difficoltà di concentrazione, perdita della memoria, apprendimento ostacolato, epilessie, difficoltà al coordinamento dei movimenti, erethismus merculiaris ovvero alto grado di nervosismo (situazione di irritabilità e agitazione che può diventare malattia cronica).
3. Sintomi psichici: depressioni fino a pensieri suicidi, paura della morte, irritabilità e violenza, agitazione facile e continua.
4. Resistenza alla terapia di: malattie influenzali, angina tonsillare, sinusite, rinite, malattie all’apparato respiratorio.
5. Testa: dolori di testa, emicranie, nevralgie facciali, bruciore della lingua, bocca arida, afte, sapore metallico in bocca, dolori alla nuca e al collo.
6. Occhi: disturbi visivi da genesi poco chiara, dovute alle mal nutrizioni dei muscoletti dell’occhio o dalle contaminazioni neuro muscolari da mercurio degli stessi; iritis, edemi perioculari, occhi senza lucentezza.
7. Orecchie: ronzio, rumori strani ed alle volte "rivelazione" di frequenze radiotelevisive, variazione della frequenza fondamentale emessa dal cervello/orecchio con la conseguente perdita od attenuazione della capacità
di percezione della spazialità dei suoni.
8. Polmoni: asma bronchiale, raffreddori strani, irritazioni alle vie respiratorie.
9. Cuore: aritmie ed anomalie dei ritmi.
10. Stomaco - intestino: vomito, colite ulcerosa, disbiosi intestinali, diarrea, gastroenteriti, tenesmo anale, tensioni alla valvola ileo cecale e cattive digestioni.
11. Intestino - continue alterazioni della flora batterica, diarree, enterocoliti, stipsi, infiammazioni della mucosa viscerale, villi atrofizzati, sistema nervoso enterico super eccitato, nascita di tumori all’intestino.
12. Vescica: irritazione dolorosa della muscolatura della vescica irritata, tenesmo vescicale.
13. Pelle: caduta di capelli accelerata, cambiamento del colore dei capelli, prurito alla pelle, esantemi, eritemi localizzati.
14. Articolazioni: dolori articolari, disturbi reumatici, muscolari.

[#3]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
ho letto con molto interesse le sue puntuali precisazioni e riferimenti sulle conseguenze dell'amalgama ad uso dentale nell' organismo.
Le premetto che in gran parte degli studi dentistici italiani la amalgama è stata in gran parte abbandonata e può questo essere il motivo per il quale non c'è interesse a parlarne.
Poi, ad integrazione di quanto lei riferito, le faccio notare che l'amalgama, formulata in vario modo ma comunque lega eutettica (Lega con legante il mercurio) è stata introdotta nell'800 e quindi ha circa 150 anni di storia e si calcola che nel mondo siano state eseguite otturazioni per diversi miliardi di denti.
Se quanto da lei correttamente riportato avesse una incidenza clinicamente significativa direi che milioni di persone dovrebbero lamentare i sintomi da lei indicati. Corretto?
Viceversa, proprio perchè le otturazioni in amalgama sono largamente presenti nella bocca di tutti è facile CORRELARE i sintomi con il mercurio.
Vorrei segnalarle che in medicina la differenza tra correlazione è causalità è la differenza tra scienza e opinioni: il fumo è correlato al cancro ma non tutti quelli che fumano hanno il cancro, corretto?
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#4] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
ok mi corre l'obbligo di aggiornalra alla luce delle recenti RMN
da una recente RMN cerebrale
-in corrispondenza dell'emisfero destro si rileva la presenza di due aree di alterato segnale localizzate rispettivamente in sede frontale con coinvolgimento corticale e sottocorticale a segnale iperintenso in FLAIR, da gliosi e piccola area ipointensa centrale come da focolaio malacico.
L'altra area è localizzata in sede parieto occipitale omolaterale mostrante le medesime caratteristiche di segnale con area centrale ipointensa, di dimensioni maggiori.
Dette lesioni non motrano segni da riferire ad effetto massa.
I reperti segnalati suggestivi in prima ipotesi diagnostica di accidenti cerebro-vascolari, utile comunque approfondimento clinico strumentale.
Normale ampieza del sistema ventricolare sopra e sottotentoriale, se si accettua minimo ampliamento ex-vacuo del corno occipitale dx.degli spazi subaracnoidei della volta e della base. In asse le strutture della linea mediana.
Normale ampieza degli spazi subaracnoidei della volta e della base. In asse le strutture della linea mediana.

RMN CERVICALE
Segni cervico-uncoartrosi somatica ed interpofisaria con irregolarità dei limitanti vertebrali.
Ridotto appare il segnale dei dischi intersomatici in esame, per fenomeni disidratativi.
Normale ampiezza del canale vertebrale.
Protusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale a livello dello spazio intersomatico C3-C4 con compressione degli involucri meningei.
Bulging Disk a libello dello spazio intersomatico c5-c6 con associata visibilità di becco osteofitosico in sede postero-laterale sinistra che determina parziale impeggo del forma di coniugazione omolaterale e segni di conflitto sulla rispettiva radice spinale.
Protusione disco. artrosica posteriore mediana/ paramediana bilaterale a livello dello spazio intersomatico c6-c7 con visibilità di becco osteofitico in sede extra-foraminale destra.
A volume morfologia regolare l'immagine midollare nel tratto in esame.
Il mio medico mi curava pere sindrome ansiosa depressiva CON XANAX 0,25 TRE VOLTE AL DI'.
Avverto una psueudo nevralgia del trigemino e dolenzie all'arcata superiore destra (protesi)i cui su cui sono state poste porcellana

[#5] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
che ne pensa di una sindrome fibromialgica secondaria?
grazie

[#6]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile paziente il riscontro della RMN da lei eseguita va analizzato con molta attenzione da parte di un neurologo. Personalmente, posso suggerire uno studio delle carotidi e del circolo del Willis mentre piu' in generale la lesione in sede occipito parietale puo' essere messa in relazione con l' ipereccitabilita' trigeminale.E' parimenti importante e meritevole di approfondimento la situazione della colonna cervicale.Le scosse da lei avvertite pur minime e generalmente silenti possono effettivamente in casi peculiari innescare una reazione dolorosa che pero' non e' causata da, ma essa stessa essere l' eventuale problema.Ritengo sia da escludere una Fibromialgia nel suo caso specifico.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#7] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
eseguito in data 30.11. c.a. ecodloper tronchi sovraortici.
<esame eseguito con ecografo ESaOTE mY LABE CON SONDA LINEARE DA mhZ 12
GLI ASSI EXTRAEPATICI SONO PERVI BILATERALMENTE, PRESENTANO PARETI AD ISPESSIMENTO MEDIO-INTIMALE BULBARE CON IMT A DESTRA= MM.14 CA E PRESENTA AL BULBO SINISTRO, SULLA PARETE POSTERIORE, DI UNA PICCOLA PLACCA ETEROGENEA DI MM. 1,8 CA, EMODICAMENTE NON SIGNIFICATIVA,
FLUSSO REGOLARE AL COLORDOPPLER ED AL DOPPLER PULSATO SU TUTTI GLI ASSI INSONORIZZATI CON VELOCITA' DI FLUSSO REGOLARE AL COLODOPPLER ED AL DOPPLER PULSATO SU TUTTI GLI ASSI INSONORIZZATI CON VELOCITA' DI PICCO SISTOLICO INFERIORE A 100 CM/SEC.
ARTERIE VERTEBRALI INFERIORI A 100 CM SEC.
ARTERIE VERTEBRALI PERVIE AL FLUSSO NORMODIRETTO.
SUCCLAVIE PERVIE ED A FLUSSO NORMODIRETTO.
ATERO-ARTERIOSCLEROSI CAROTIDEA NON EMODINAMICA
ESEGUITO ANCHE ESAME ECOCARDIOGRAFICO CON LA SEGUENTE DIAGNOSI.
RITMO SINUSALE 75/B MIN NORMALE PROGRESSIONE DELL'OMBRA 2 POLARIZZAZIONE ASPECIFICA IN D III
CONTINUO AD AVVERTIRE PSEUDO NEVRALGIE OCCIPITALI E PICCOLE DOLENZIE ALLE TEMPIA DX TRIGEMIMNO A DESTRA ANCHE SE IL MIO DENTISTA ASSERISCE CHE NON PUO' ESSERE ' LA PROTESI ALL'ARCATA SUP. DESTRA. CHE PRESENTA UN MOLARE ULTIMO DI DX CON PICCOLE OTTURAZIONI DI AMALGAMA SU CUI E' STATA POSTA UNA PROTESI FISSA
CHE ALTRO MI CONSIGLIA?
-POTREBBE ESSERE LA MIA IPB VALORE PSA 4,6 ANCHE SE ALLA BIOPSIA PROSTATICA SI E' RILVATO NEGATVO.
ASSUMO XATRAL 10 LA SERA DOPI I PASTI..POTREBBERO ESSERE LE CONTROINDICAZIONI DEL FARMACO A CAUSARE TALI SINTOLI?
GRAZIE.
NON MI DICA CHE SONO PSICOSOMATICO.......OPPURE LA MIA ARTROSI CERVICALE C3-C4 ?
COME VEDI SIAMO SEMPRE SUL POTREBBE NESSUNO ESAME HA DATO RISULTATI PREOCCUPANTI SIA DAL PUNTO DI VISTA DELLE CAROTIDI SIA ALL'ESAME CARDIOGRAFICO......

[#8]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
comprenderà che non spetta a noi con la modalità internet prescrivere esami, peraltro le rappresento la necessità di un consulto neurologico poichè l'esito del RMN da lei eseguita mostra delle figure a livello encefalico che vanno assolutamente studiate.
Ritengo che il suo problema dentistico è in questo momento meno importante del problema neurologico, essendo probabilmente più un segnale di disfunzione neurologica che causa.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#9] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
purtroppo i tempi di attesa di un esame encefalico-elettroencefalogramma lo eseguirò il 20 dicembre-anche se da un consulto neurologico eseguito in ospedale hanno escluso tramite visita neurologica che possa essere un problema neurologico. infatti nella diagnosi hanno evidenziato al pronto soccorso. piccoli esiti ischemici inella norma e mi hanno orientato verso un problema maxilo facciale o visita odontoiatrica o problemi paranasali OPT.
quindi siamo sempre sul potrebbe?
L'aggiornero'' dopo aver eseguito lì'elettroencefalogramma. il 20 dicembre c.a.
Aggiungo anche all'esame ecocardiografico eseguito il 28.11.2011 è stato diagnostcato : " ritmo sinusale a 75/b min normale progressione dell'ombra Ripolarizzazione aspecifica in D III. quindi siamo sempre sul potrebbe.................Io per la verità sono orientato piu' verso un problema odontoiatrico.....
GRAZIE.

[#10] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
devitalizzato il dente.....avverto sempre nevralgie occipitali e frontali da pseudo infiammazione tipo senusite e sto effettuando dei cicli di aereosol senza nessun risultato.
Per circa tre giorni sto assumendo tachipirina 1000 bustine ma non noto nessun migioramento.
Penso che la causa sia la mai artrosi cervicale.
Che correolazioni ci sono tra artrosi- spondiloartrosi cervicale e senusite
.Inoltre avverto sensazione di tappo all'orecchio in assenza di cerume.
Grazie.

[#11]  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,,
la sintomatologia da lei lamentata può essere compatibile con i riscontri dell'esito della RMN da lei inviata. Ipertono dei muscoli nucali e posteriori frequentemente proiettano un dolore nella zona frontale oltrechè occipitale.
Mi spiace che pur avendo devitalizzato il dente non ha avuto miglioramenti anche se comprendo la sua difficoltà di definire l'origine del suo dolore.
Consideri l'opportunità di una visita ortopedica e di eventuali terapie decontratturanti.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#12] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
grazie infinite per la sua sollecita risposta per giunta fatta di giorno festivo... questo le da merito per l'azione che svolge e per giunta volontariamentre e senza alcun compenso.
Devo pero' precisare che la devitalizzazione del dente(ultimo molare arcata superiore coperto da una protesi ha avuto un netto miglioramento anche con l'assunzione di tre giorni di tachipirina bustine sottolinguali anche se se non si puo' sminuire l'esito della mia RMN cervicale.e cerebrale.
Comunque il giorno 20 .12.2011 eseguiro' l'elettroencefalogramma e l'aggiornero' ,in proposito.
Rimane ancora un apiccola infiammazione alla sede del dente devitalizzato che si irradia all'occipite e al trigemino.ma e' accettabile anche in un soggetto come me ansioso (allodinie)
Ultimerò domani il completamento delle devitalizzazione dell'ultimo molare arcata superiore:
Evidentemente quest'ultino molare contribuiva a peggiorare i miei sintomi della crervicale
Comunque per il momento l'assicuro che mi sento meglio e sto facendo anche dei cicli di aereosolterapia per la pseudo senusite.

[#13] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
devitalizzato dente settimo arcata superiore,con copertua di protesi fissa con cemento provvisorio, non credo che la devitalizzazione non sia andata a buon esito. avverto sempre nevralgie trigeminali e dolenzie muscolo scheletriche. e un raffreddore cronico con starnuti.
Potrebbe non essere il dente o le cervicali'?

[#14] dopo  
Attivo dal 2011 al 2011
ho consultato un ortopedico il quale visionando il cd della mia rmn crebrale mi ha consigliato di apoprofondire le infagini con una approfondia consulenza neurologica come da rmn cerebrale.
grazie