Utente 555XXX
Buone sera.
All'età di otto anni circa mi sono state fatte cinque otturazioni in amalgama ai molari(due molto grandi). In questi giorni mi è capitato, di leggere cose inquietanti sui danni provocati da questo composto tra cui un possibile proliferare di malattie autoimmuni, di cui io soffro (psoriasi, endometriosi, tiroidite, artropatia psoriasica).
Sono soltanto chiacchere o ci sono elementi oggettivi a fondamento di queste teorie?
Mi consigliate di sostituirle?


[#1]  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Domanda estremamente attuale.Proverò a darle una risposta equilibrata, perchè quando si parla di amalgama mi trovo di fronte a due schieramenti assolutamente contrapposti, cosa che nel campo della salute non dovrebbe mai avvenire.Proprio in questi giorni viene dato ampio spazio al fatto che nei paesi scandinavi l'amalgama dentale è proibita,ma ne tacciono il vero motivo: non per problemi di tossicità individuale, ma pubblica; in quei paesi la cremazione è prassi comune ed è stato calcolato che tale pratica liberava ingenti quantità di gas tossici nell'aria, provenienti dalla sublimazione di quelle otturazioni. L'amalgama dentale è una lega metallica che, fra gli altri componenti, contiene mercurio, il quale, come si sa, è estremamente tossico. Il problema è: dall'amalgama delle otturazioni si libera mercurio? La risposta, a dar retta ad un'indagine dell'OMS (organizzazione mondiale della sanità) su 600.000 casi testati, è no.Io ho migliaia di pazienti con oturazioni in amalgama(me compreso) senza problemi apparenti.Come senza problemi apparenti sono i milioni di persone che alla domenica se ne vanno a fare una bella mangiata di pesce ingerendo mercurio in quantità certamente superiori a quelle che potrebbero liberarsi da qualche otturazione. Però. E' possibile (ripeto, è possibile) che un particolare tipo di saliva, in un soggetto particolare ( diatesi allergiche),crei un'ambiente nel quale le otturazioni ossidate subiscano microfratture ripetute provocate da un occlusione che sviluppi tensioni superiori alla norma. In questo caso verrebbero ingeriti con continuità microframmenti di amalgama che dovrebbero, complice un partcolare metabolismo,liberare microquantità di mercurio nel sangue.
Il mio consiglio è di sottoporsi ad un indagine diagnostica semplicissima e di basso costo : il mineralogramma. E un indagine che si effettua sul capello, ma stia attenta a scegliere con cura il laboratorio: se ben eseguita, in caso di (probabile) risultato negativo, potrà continuare a convivere tranquillamente con le sue otturazioni.
P.S. Comunque,considerato che hanno 22 anni,io le sostituirei in ogni caso.
Cordialmente Dr. Lorenzo Alberti
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it

[#2]  
Dr. Marco Capozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Le otturazioni in amalgama dopo tanti anni sono probabilmente già infiltrate e da sostituire. In questo caso è raccomandato per il dentista l'uso della diga di gomma che serve "almeno" ad evitare di ingerire il materiale da eliminare.
cordiali saluti
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com

[#3]  
Dr. Emilio Nuzzolese

32% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
MATERA (MT)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gent.le Paziente,
come ha avuto modo di leggere dal collega odontoiatra di Roma, e ne confermo la validità scientifica, può stare tranquilla sotto il profilo della tossicità.
Però, poichè le otturazioni sono troppo datate, non è sbagliato ipotizzarne la sostituzione e quindi utilizzare la resina composita, oggi materiale più diffuso per le ricostruzioni dirette in bocca.

Cordiali saluti.
Dott. Emilio Nuzzolese
Odontoiatra, Dottore di Ricerca
Chirurgia Orale, Odontologia Forense

[#4]  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Carissima Utente, "ripetita iuvant". Le sue otturazioni in amalgama andrebbero cambiate solo perchè, probabilmente, data la lunga "degenza" in bocca senza le dovute lucidazioni, almeno ogni tre-quattro anni, presumo, sono molto ossidate e "forse" infiltrate ( l'infiltrazione marginale delle amalgame è praticamente nulla con le non gamma 2 sferiche (scusi la dizione un pò troppo specialistica), se la cavità viene eseguita correttamente e tanto correttamente la compattazione con la brunitura). A questo punto utilizzi una ricostruzione diretta o, se la cavità è molto estesa, indiretta in composito.
Arrivederci
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#5]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Caro paziente,
ad ogni ciclo masticatorio di liberano dei vapori di mercurio dalle otturazioni in amalgama; durante l'uso di gomma americana tali vapori aumentano fino a 7 volte, e la stessa cosa durante il consumo di cibi caldi e freddi.
Tutto questo è inequivocabilmente dimostrato con l'uso di uno spettrofotometro.
Altrettanto accertato è il residuo di mercurio contenuto nelle otturazioni di vecchia data: a 20 anni il 50% del mercurio non è più contenuto nelle otturazioni.
Tenga inoltre presente che il momento della rimozione è una delle fasi più critiche, in cui si sviluppa una grande quantità di vapori di mercurio, anche se disponiamo di tecniche per limitare al massimo questa evenienza.

Una vera discussione in cui i pareri scientifici sono contrapposti riguarda i possibili danni dell'intossicazione cronica di piccole quantità di mercurio.
I pareri sono discordi al riguardo, e permane quindi il dubbio, senza essere giunti a nessuna deduzione definitiva né da una parte né dall'altra.

Una analisi in doppio cieco è oggi impossibile, in quanto non esiste un "campione umano" immune da contaminazione di mercurio.
Da una parte il pesce contiene mercurio, anche se il nostro sistema digestivo ne impedisce in massima parte l'assorbimento, dall'altra il mercurio sotto forma di vapore viene assorbito direttamente dall'apparato respiratorio senza alcuna forma di barriera biologica.
Il mercurio è inoltre uno scarto industriale, un componente di alcuni farmaci e di alcuni vaccini per bambini.

Nel maggio 1997, in seguito ai risultati di una perizia svolta dall'Università di Kiel per conto del tribunale di Francoforte, una grossa ditta produttrice di amalgama corrisponde la somma di 1,5 milioni di Marchi per evitare l'avvio di un procedimento penale nei loro confronti per lesioni personali, impegnandosi, nel contempo, a non commercializzare più questo prodotto in Germania (N.B. L'amalgama di questa ditta è tuttora tra le più vendute in Italia).

Per la legge italiana l'uso dell'amalgama è controindicata nei bambini e nelle donne in gravidanza.
I resti della lavorazione dell'amalgama dentale vanno inoltre smaltiti come rifiuto tossico-nocivo con una serie di precauzioni prescritte dalla legge.

Difficile quindi dare un suggerimento su come comportarsi in presenza di otturazioni in amalgama.
La mia scelta personale è stata quella di rimuoverle interamente dalla mia bocca e da quella di mia moglie, ma scelte diverse, in questa incertezza, sono altrettanto legittime.

Molte delle informazioni presente in rete sono comunque eccessivamente allarmistiche.
Troverà delle informazioni qualificate contrarie all'uso dell'amalgama sul sito AIOB (www.aiob.it).

Cordiali saluti
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)