Utente 929XXX
Gentili dottori buonasera.
Giovedì mattina ho effettuato due estrazioni dei denti del giudizio inferiore e superiore (parz.incluso).
Per il dente inferiore l'intervento è durato una decina di minuti, mentre per il superiore sono stato sulla poltrona per quasi 45 minuti.
Durante la seconda estrazione il dentista mi ha praticato una lastra dicendomi che c'era qualche frammento di dente nell'osso che però non avrebbe creato problemi.
Dopo l'estrazione mi è stata posta una garza per qualche minuto e una borsa di ghiaccio sulla guancia da applicare anche successivamente.
Ho iniziato il giorno stesso terapia antibiotica con augmentin per 6 giorni e antinfiammatori e disinfezione due volte al dì con un gel da applicare sulle suture di cui non ricordo ora il nome.
Già venerdì presentavo rigonfiamento della guancia e difficoltà di apertura della bocca, nonché notevole dolore.
Oggi ho avuto una completa scomparsa del gonfiore ed un miglioramento nella capacità di aprire la bocca, mentre invece il dolore si è intensificato soprattutto nella parte superiore del viso (all'incirca sullo zigomo con qualche leggera puncicata all'orecchio) e nella ferita del dente superiore (almeno così mi sembra di distinguere), mentre minori fastidi avverto nella parte inferiore.
Ho interpellato il mio dentista che mi ha detto che si tratta di un decorso regolare.
Ho letto che l'aumentare del dolore al quarto giorno può essere sintomo di una qualche complicazione.
Volevo un vostro parere.

[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
probabilmente la complicazione di cui ha letto è l'Alveolite post-estrattiva.
Qui può leggere un articolo di approfondimento
https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/304-alveolite-post-estrattiva-secca.html
E' dovuto ad un difetto nella formazione del coagulo con conseguente esposizione ed infiammazione dell'osso alveolare che conteneva il dente, ritardata guarigione e soprattutto dolore, sordo, gravativo, che s'irradia fino all'orecchio e che compare dopo il 4-5 giorno dopo l'estrazione.
Tipicamente è resistente agli antiinfiammatori-analgesici comuni, che hanno effetto breve.
Se effettivamente si tratta di alveolite potrenno essere utili lavaggi quotidiani con povidomìne-iodato o clorexidina in studio da parte del medico, e medicazioni domicilari tramite uso di spray alla clorexidina da applicare sulla ferita e meglioall'interno della cavità se ilpz cii riesce, 3-4 volte algiorno fino alla guarigione: evitare gli sciacqui, gargarismi e soprattutto di fumare.
Bisogna armarsi di pazienza dato che non si tratta diuna complicazione grave, ma sicuramente fastidiosa.
Non ho capito se residui dentali sono rimasti in sede o sono stati poi rimossi, comunque è auspicabile che l'aveolo sia stato lasciato libero.
Cordiali Saluti
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.

[#2] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
laddove il dolore dovesse perdurare è consigliabile ritornare dal dentista per una visita di controllo. Il dolore irradiato allo zigomo fin sotto l'occhio può essere espressione di un risentimento della mucosa del seno mascellare.
Cordiali saluti.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#3] dopo  
Utente 929XXX

Gentili medici, anzitutto grazie per la risposta.
Domani mattina ho appuntamento dal dentista per la rimozione dei punti.
Nel frattempo, pur recuperando quasi completamente l'apertura della bocca ed essendo sparito il gonfiore della guancia, persiste il dolore di cui vi ho parlato.
Essendo piuttosto sensibile agli antinfiammatori lo sto tenendo sotto controllo con tachipirina 1000 una volta al giorno, ma ritorna sempre nel pomeriggio.
A questo punto quindi è probabile la complicazione Alveolite ?
Grazie