Utente 188XXX
Salve,

Circa un mese fa ho fatto un intarsio su un molare. Sul molare c'era una carie superficiale che non ha penetrato la polpa. Dopo la cura della carie, il dentista ha usato del materiale in composito.

Purtroppo dopo il trattamento con materiale in composito, lo spazio interdentale tra il molare in questione e l'altro molare si è un pò allargato e il cibo si infiltrava tra i denti, causando irritazione alla gengiva.

Il dentista mi ha proposto un intarsio per risolvere la questione dello spazio interdentale. Dopo avere usato l'intarsio il problema dello spazio interdentale e stato effetivamente risolto.

L'uso del intarsio, purtroppo inizialmente mi ha causato sensibilità ai cibi freddi e caldi. Tale sensibilità si è ridotta dopo un mese però si presenta ogni tanto in modo spontaneo. Oltre a questo, durante la masticazione su quel molare, la pressione della masticazione mi causa del dolore sopportabile.

Vorrei sapere quale potrebbe essera la cuasa del mio problema? C'è la possibilita che il lavoro fatto dal dentista non è stato corretto? Come posso risolvere il problema della sensibilità?

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Partiamo dalla premessa che un dente che non ha problemi non deve dar dolore alla masticazione (neanche dolore sopportabile) nè ipersensibilità. Quest'ultima se non è causata da una recessione gengivale presente su quel dente potrebbe esser causata o da una preparazione che si avvicina troppo al tessuto pulpare (in tal caso il dente sarebbe stato meglio devitalizzarlo) o da una non corretta tecnica adesiva. L'intarsio va cementato su dente con materiali compositi che richiedono protocolli rigorosi per poter esprimere al meglio le proprie caratteristiche. Fondamentale in odontoiatria adesiva è ad esempio l'isolamento del campo operatorio con diga di gomma per evitare contaminazioni salivari che da sole potrebbero giustificare il fallimento della tecnica. Contatti il suo dentista e veda che accorgimenti intende adottare per risolvere il problema, una soluzione la si troverà.
Se il problema è stato nell'adesione l'intarsio andrà rifatto.
Se la preparazione è troppo vicina al tessuto pulpare, il dente andrà devitalizzato e l'intarsio andrà rifatto.
Se il problema è una recessione gengivale che espone una radice dentale si potranno utilizzare desensibilizzanti.

Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 188XXX

Sul dente in questione non c'è nessun problema gengivale. Non è presente nessun sanguinamento nè dolore alla gengiva.

Quindi il problema sta nell intarsio e nella tecnica usata. Perchè la non adesione crea problemi? In questo caso la colpa è completamente del dentista!

Se nel caso in cui l'intarsio crea infiammazione alla polpa, la situazione è ancora peggio in quanto stando a quello che lei scrive il dente si deve devitalizzare! Se uno parte semplicemente con una carie superficiale (come nel mio caso) e si va a finire probabilmente con una devitalizzazione che non c'èra bisogno, a dire la verità sono senza parole! A questo punto il dentista ha sbagliatto tutto. Se questo e vero, non so se vale la pena a continuare con quel dentista? e poi cosa dire dei costi? dovrei pagere costi aggiuntivi se decido di andare avanti?

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente la causa del problema e' da ricercare in una delle ipotesi che le ho indicato. Se il dente non ha recessioni l'ipotesi piu' favorevole sarebbe un problema nell'adesione. Si rifa' l'intarsio verosimilmente senza costi aggiuntivi per lei, lo si cementa da protocollo ( anche con l'uso della diga) ed il problema e' risolto. Son cose che posson capitare, l'importante e' gestire il problema in maniera corretta.
Detto questo va detto pure che le carie superficiali non si trattano con intarsi.
L'intarsio e' un restauro indiretto che si utilizza per ricostruire denti che han subito una perdita importante di tessuto duro dentario.Le carie piccole si curano con ricostruzioni dirette.
Provi a risentire il dentista e veda come le propone di risolver il suo problema, poi trarrà le sue conclusioni.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it