Utente 401XXX
Gent.me/mi Dottoresse e Dottori, ho montato un ponte di tre elementi di cui due su impianti 2.6 e 2.7 e uno su dente limato 2.5 non devitalizzato nell'arcata superiore sinistra. Innestati gli impianti attendo 4 mesi per la osteointegrazione, si lima il premolare 2.5, prendiamo l'impronta, facciamo la prova armatura per poi preparare il ponte definitivo.
Una volta montato, nel masticare il cibo avverto uno scricchiolio tra il secondo e terzo dente 2.6 e 2.7. Ritorno dal dentista, smonta il ponte e lo modifica e lo reinserisce. Il problema persiste tanto che decide di rifarmene un'altro. Fatto il nuovo ponte con tutte le procedure del caso non solo scricchiola di nuovo (come se volesse assestarsi) tra il dente 2.5 e 2.6 nella masticazione, ma con tutto il ponte nuovo avverto dolore sul dente non devitalizzato 2.5 sempre nella masticazione nonchè provo sensazione di dolore anche quando bevo liquidi sia caldi che freddi.
Sono quasi due mesi che vado avanti con questa situazione pur con due ponti diversi, è possibile a questo punto che ci sia un difetto sugli impianti o sulla loro posizione? è normale che il dente non devitalizzato sia sensibile al dolore con tutto il ponte che lo ricopre? è possibile che in questo tempo i fluidi possano aver compromesso il dente 2.5 predisponendolo ad una carie?
Grato per la risposta anticipo i miei più sinceri ringraziamenti.
Con la più alta considerazione

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Perchè sono stati uniti gli impianti con il suo elemento dentario?
Detto questo non si deve mai unire un impianto con un dente naturale, perchè il dente naturale ha un ligamento parodontale che lo rende praticamente un'articolazione" nel suo alveolo e quindi ammortizza le forze di masticazione "con micromovimenti in esso". L'impianto, essendo osteointegrato, è "fisso" nell'osso e bloccando il dente naturale con l'impianto con una protesi fissa, si creano patologie parodontali su di esso.
Se poi il 25 fosse stato affetto da problemi parodontali e "unito"
agli impianti per " immobilizzarlo",peggio ancora!
Il dente parodontale deve essere trattato con terapia specifica
e poi valutare se incapsularlo singolarmente.
Soluzione: valutare situazione parodontale 25,escluderlo dal
ponte,eventuale terapia endodontica,poi soluzione protesica CORRETTA.
Ma prima di tutto,valutazione gnatologica-occlusale prima di procedere a qualunque intervento riabilitativo.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 401XXX

Gent.mo Dr. Luigi De Socio, non so veramente come ringraziarla. Ho contattato il mio dentista esponendogli il perchè dei problemi da me lamentati senza però informarlo delle sue considerazioni tecniche. L'ho fatto io come se fosse stato lei e per un'attimo mi sono sentito un luminare. Non vuole seguire la sua linea perchè ormai il ponte è montato e già fatto 2 volte ex novo anche se trova giusto il suo discorso e vorrebbe leggermente limarmi la parte del ponte dove più batte per ovviare allo scricchiolio. Per quanto riguarda il dente limato vorrebbe non devitalizzarlo perchè ha paura che se dovesse cariarsi non me ne accorgerei e anche nella zona del 2.5 vorrebbe livellarlo. Insomma una sorta di compromesso anche se mi ha detto che è pronto a rifare tutto. Mi ha già dato appuntamento per la prossima settimana. Mi dica lei come mi devo comportare e cosa dirgli esattamente per fare almeno un lavoro dignitoso e ovviare ai problemi lamentati. Gliene sarei davvero grato e rinnovo ancora i miei più sinceri ringraziamenti per la sua cortesia ed alta professionalità.
Con profonda stima

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Comprendo il dissenso del collega per non voler ripristinare
un altro lavoro ex novo,ma le linee guida parlano chiaro:
impianti con impianti e denti con denti.
Operando soluzioni estemporanee non credo risolverà il
problema.Poi non mi ha ragguagliato sulla situazione parodontale
del 25,se ha mobilità e di che grado,se c'è una tasca parodontale
o una recessione al suo livello(gengiva retratta) : in tal caso
va trattato.
Un suggerimento empirico: tagliare il ponte lasciando le
capsule dei due impianti e trattare il 25 singolarmente.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 401XXX

Carissimo Dr. Luigi De Socio, chiedo anticipatamente scusa se mi sono permesso di chiamarla carissimo e converto subito in Egr. Dr, solamente che le sue risposte mi hanno predisposto ad avere un livello di affetto nei suoi riguardi.
Il 2.5 era in ottime condizioni parodontali e nessuna gengiva era ritratta così come gli esami strumentali dimostrano, quindi presumo che il mio odontoiatra abbia "abusato" configurando un danno al 2.5 intervenendo quando non vi era ragione. Settimana prossima lo incontro (Lunedì) e gli dirò questo: riprenditi il ponte, mi devitalizzi il 2.5 e lo incapsuli separatamente ai due impianti, mentre mi rifai il ponte solo nella zona 2.6 e 2.7 creando così una situazione ottimale e a seguire scrupolosamente i dettami delle linee guida. A questo punto le chiedo se il dente incapsulato singolarmente possa reggere nel tempo e nello spazio e se conviene devitalizzarlo. Sempre in punta di piedi, le chiedo quali materiali di porcellana e resina e/o altro vadano usati per ripristinare l'arcata che il buon senso prevede, ovvero , i materiali per il 2.5 e quelli per il 2.6 e 2.7 e quale tecnica bisogna attuare per il 2.5 dal momento che ho capito quale personaggio ho di fronte.
Grato sempre per la sua squisitezza d'animo e di ascolto e per le sue alte capacità professionali.
P.S. con il potente mezzo di Internet cercherò di contattarla e perchè no, se capito dalle sue parti, invitarla a pranzo od a cena o quatomeno contattarla per gli auguri del Santissimo Natale.
Con la più alta considerazione

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Troppo gentile nei miei riguardi,le ho solamente espresso il mio
parere professionale, dettato da quasi quarant' anni di attività,anche ospedaliera ed universitaria,maturata in Italia
ed all'estero.
Per quanto riguarda i materiali , preferisco zirconia-ceramica,per un motivo estetico e pratico : se si ritira la gengiva nel tempo,
non si intravedera' il metallo con cui normalente vengono
realizzate le corone metallo-caramiche.
Buon week end.

P.S. ( se il 25 è sensibile, conviene devitalizzarlo,altrimenti
no,perchè un dente devitalizzato è sempre un "dente indebolito".
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 401XXX

Gent.mo Dottore, gli ho fatto fare come lei mi ha consigliato, ovvero ha diviso il ponte con gli impianti (2.6 2.7) e ha incapsulato il 2.5 devitalizzandomelo. Ho cominciato Lunedì 19.12.2016 e lo stesso giorno ho terminato. Ora il ponte sui due impianti 2.6 e 2.7 sono separati e vanno bene tranne il 2.5 che si muove e quando schiaccio mi fa male. Sono tornato ieri da lui e ha provato a togliermi la capsula senza riuscirci dicendomi che il dente non era decementificato ma mi ha riscontrato un ascesso e mi ha indicato una prescrizione di antibiotici (Augmentin) da prendere fino a Domenica imputando il movimento del 2.5 confermato anche da lui alla forte infiammazione. Le preciso che il movimento della capsula oscilla da destra a sinistra. Che cosa mi ha combinato questa volta? Le ricordo che come da esami strumentali il 2.5 era in ottime condizioni. Gli ho chiesto, se passa l'infiammazione e il dente si muove ancora che succede? mi ha risposto che va tolto e messo altro impianto. Cancellando tutto quello che le ho detto che può essere successo al 2.5 secondo lei? la ringrazio sempre anticipatamente per la sua professionalità ma soprattutto gentilezza di animo.
Con affetto e stima

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Se la mobilità è eccessiva ,o il dente è in trauma occlusale,
legato a un precontatto che genera stress parodontale e dolore
durante la masticazione,oppure il dente era già un dente
"parodontale" con mobilità di grado 1-2 ( presunzione senza
poterla visitare) e inopportunamente collegato agli impianti,senza informarla.......Oppure il 25 è fratturato......oppure.....
Consiglierei a questo punto,visti i dubbi,di consultare un secondo
dentista per comprendere cosa abbia realmente il "dente
mobile".Altra cosa che non mi ha detto ,se per caso lei bruxa.....
Mi tenga aggiornato e Buone feste



https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Utente 401XXX

Non ho nessun contatto prematuro. Il dente e mi prendo ogni responsabilità di ciò che dico era sanissimo e non aveva nessuna mobilità di nessun grado. Le posso dire che l'interpretazione dei lavori di cui io mi sono fidato è stata tutta del dentista. Avendo già due impianti ben osseointegrati non riesco ancora a capire perchè abbia voluto limarlo e fare un ponte di tre elementi di cui due su impianti e uno su dente naturale. Avendo montato il ponte il dente naturale mi doleva in masticazione e soffrivo il contatto con liquidi sia caldi che freddi. Quindi, ovviamente non mensionandola, ho spiegato lui le ragioni tecniche da lei esposte e lui ha confermato la sua linea. Lunedì 19.12.2016 mi reco da lui e mi divide il ponte ovvero mi crea un ponte di due elementi sugli impianti come da linee guida e mi devitalizza il 2.5 incapsulandomelo a parte. Dopo questa devitalizzazione mi si è creato un gonfiore lato guancia su tutto il tratto 2.5 2.6 e 2.7 mi duole tutto e avverto dolore nella masticazione e il dente si muove. Prima non capisco la teoria di questo dentista di agganciarsi anche al dente naturale, secondo perchè l'ha limato e terzo perchè l'ha devitalizzato. Poi non digrigno i denti. Lei non è nè presuntuoso e nè tantomeno inopportuno anzi la trovo un gran professionista tant'è che questo dentista le ha dato ragione e ha seguito le indicazioni che lei mi ha fornito impianti con impianti denti con denti. Ha separato le cose ma ora il problema è solo sul 2.5. Se è fratturato l'ha fatto lui non certo io. Andando da altro dentista può ricostruirmi la frattura rividalizzarlo e riincapsularlo senza estrarlo e mettere altro impianto?
Cmq proprio adesso ho fatto una ricerca su Internet posso contattarla?
Grato sempre per l'attenzione
Un abbraccio forte forte

[#9] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Allora il problema si riduce a :
a) devitalizzazione con problemi endoperio (= + parodonto)
b) probabile frattura
se è un problema di devitalizzazione è risolvibile ,a meno
che non ci sono perforazioni ( individuabili con rx ,ponendo
i files o strumenti canalari all'interno durante la "riapertura")
Se ci sono è difficilmente recuperabile(parliamo sempre del 25).
La frattura può essere sospettata,ma la certezza si ha se l'ascesso non si risolve e, prima ancora con una TC cone beam,
indagine radiologica tridimensionale che evidenzia una
possibile lesione( oggi quasi tutti gli studi radiologici adottano
questa tecnica per i denti al posto della TAC tradizionale per
la qualità delle immagini e per la scarsità di radiazioni).
Io però mi consulterei con qualche altro valido esperto
professionista della sua zona.
Buona Serata

Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#10] dopo  
Utente 401XXX

La ringrazio infinitamente. Non dimentico.
Con profonda stima