Utente 210XXX
Gentili dottori,
Come da titolo, è da qualche anno che noto di avere un viso decisamente asimmetrico, in particolare per quanto riguarda il terzo inferiore: la mia mandibola, oltre ad essere "spostata" verso destra, sembra essere più piccola a sinistra, e così anche il mento(in qualche foto, sembra io abbia una piccola fossa, a sinistra). Inoltre, ho l'impressione che uno dei due rami sia più lungo dell'altro, come se da un lato "scendesse" di più, rendendo il piano del corpo inclinato rispetto all'arcata superiore. Questo si riflette sul labbro inferiore, che non è centrato col superiore(oltre ad essere un po' sporgente in fuori), sul mento, storto e sfuggente, e in generale sul viso, che è più grosso e piatto da un lato che dall'altro. A livello funzionale, aprendo molto la bocca, l'articolazione fa un clic(sempre dallo stesso lato, il sinistro, che sparisce se cerco aprire spostando la mandibola verso sinistra), e ho frequenti dolori al collo e alle tempie, anche quelli sempre nello stesso punto, non so se possono essere correlati.
Ad inizio 2015 feci una visita odontoiatrica e fui contestualmente visto da un ortodontista, che disse che sembravo avere una mandibola "lunga" e un po' avanzata, con una I classe da un lato ed una III dall'altro e che non capiva se l'asimmetria fosse scheletrica o solo una questione di occlusione, ma che i miei muscoli masticatori lavoravano asimmetricamente. Inoltre, trovò un dente soprannumerario nell'arcata inferiore. Mi disse che avrei dovuto prima rimuovere il frenulo labiale(che da sempre mi causa un leggero diastema), ed il dente in più, correggere la postura linguale(da allora mi ci sono impegnato) e mettere un apparecchio; prese i calchi, fece le foto, e mi prescrisse ortopantomografia e tele rx del cranio, parlandomi inoltre dei filler, per risolvere l'eventuale problema osseo. Per problemi personali lasciai completamente perdere la cosa e non tornai più da quel dentista, né feci le radiografie.
Ciò che vorrei chiedervi è:
- Ho letto che le asimmetrie facciali possono essere correlate con lo stress fetale: nelle foto da bambino io la noto già un po' e so che mia madre ha avuto una gravidanza molto a rischio fino al quarto mese, per un distacco di placenta, oltre al fatto che prima di accorgersi della gravidanza fumava. Considerato che vedo anche gli zigomi leggermente assimetrici e un'arcata sopracciliare è decisamente più pronunciata dell'altra, oltre ad altre anomalie di sviluppo come una leggera scoliosi e le ginocchia valghe, mi chiedo se possano essere correlate e mi piacerebbe avere l'opinione di uno specialista. Inoltre, la postura linguale c'entra?
- Come procedere: mi pare di aver capito che la figura di riferimento in questi casi è lo gnatologo. Faccio fare quelle rx e ne trovo uno? Ho bisogno di una visione d'insieme, di capire cosa posso fare e da dove partire per questa cosa che per me si vede molto e vorrei almeno migliorare. Vi ringrazio del tempo dedicatomi.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, nel 2015, lei ha ricevuto dei consigli dal probabile corretto professionista che le ha prescritto degli accertamenti diagnostici per ottenere una diagnosi e praticarle delle cure, ma lei ha fatto cadere il tutto. Ora spera in internet di fare chiarezza?
Qui ci racconta un po' di tutto, ma non abbiamo presente il suo caso clinico e nemmeno uno studio del caso per darle delle risposte sensate e rischiamo di confonderla ancor di più.
Per quanto riguarda la gnatologia, questa materia è stata studiata da tutti gli odontoiatri e in Italia non esiste la specialità universitaria di gnatologia, per cui tutti gli odontoiatri la possono svolgere la gnatologia. Esiste come specialità universitaria l'ortognatodonzia e questo professionista forse potrebbe essere indicato al suo caso.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente 210XXX

Non speravo certo di risolvere il problema qui sopra, ma dato che "feci cadere la cosa" per problemi completamente diversi che mi assorbirono, a questo punto, nel provare a rimettere insieme i pezzi, chiedevo un consiglio sulla strada da intraprendere, anche perché, per esempio, da ragazzino altri dentisti mi videro e non mi dissero niente di particolare. Uno disse che avrei dovuto mettere l'apparecchio ma avevo i denti troppo piccoli rispetto all'arcata quindi non valeva la pena, un altro non era d'accordo e consigliò di trovare un ortodontista perché riteneva potesse essere necessario un apparecchio... Capirà quindi che uno può essere un po' indeciso. So che non esiste la scuola di specializzazione in gnatologia, parlavo di gnatologo perché ne ho letto proprio qui, in particolare in articoli e consulti del Dott. Tonlorenzi, come di un odontoiatra specializzato in problematiche della mandibola. Per questo chiedevo, e perché il problema odontoiatrico mi sembra solo una parte di una asimmetria un po' generalizzata e volevo un indirizzo. Comunque, seguirò il suo consiglio e troverò un ortognatodontista per riprendere l'iter interrotto. Grazie mille.

[#3] dopo  
Utente 210XXX

Aggiungo che, anche se non avessi avuto questi problemi, sarebbe stato comunque totalmente legittimo se dopo una prima visita non avessi deciso di fidarmi del primo specialista, considerato che il trattamento da intraprendere sarebbe stato lungo (oltre che oneroso) e mi avrebbe portato a tenere un apparecchio fisso per anni, visti e considerati i pareri discordanti che spesso ci sono in questi casi, come ho potuto vedere anche da consulti simili al mio. Buona giornata.

[#4] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
I pareri che ricevono i pazienti dai vari professionisti possono essere discordanti, perchè vengono utilizzate strade con metodiche diverse ma indicativamente poi hanno un unico traguardo.
Effettivamente un solo parere potrebbe non soddisfare e concordo che è legittimo ascoltarne altri, ma purtroppo qui non parliamo di automobili dove abbiamo un listino prezzi e tutti i dati che sono confrontabili da chiunque, ci troviamo di fronte al singolo caso con le singole esigenze e le singole cure, con il povero paziente che non conosce affatto la materia per prendere una seria decisione.
Comprendo che per voi è veramente difficile e che vi rifugiate in internet, ma mi sembra corretto risponderle che occorre almeno uno studio del caso per poter fare qualche commento.
I suoi ringraziamenti sono graditi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Mi permetto di intervenire nel colloquio intercorso con il Dott.Ruffoni da lei interpellato e di cui ho molta stima,in quanto come ortodontista mi sento chiamato in causa.....
Probabilmente per una malocclusione non trattata in età pediatrica, lei
presenta una" laterognazia vera",che si distingue da quella funzionale o "laterodeviazione" in crescita,legata spesso ad un cross-bite(la mandibola cioè si "sposta " da un lato per "masticare" meglio).
Se questo problema non viene intercettato per tempo con congruo
trattamento ortognatodontico,si ha una crescita "asimmetrica"
della mandibola stessa (ed ovviamente anche dei tessuti molli.....)
Tale laterognazia si associa spesso con una 3^ classe dento-scheletrica.
A tal punto,senza avere dati precisi,rxgrafie,modelli di studio,foto,
ed altri check ortodontici,le consiglio,sulla base della mia
esperienza professionale,di effettuare una consulenza combinata ortodontista-chirurgo maxillo-facciale,perche' tale patologia in età adulta,prevede tale approccio combinato.
Lo gnatologo di cui spesso si parla, lo è anche l'ortodontista
che è in grado,proprio per la sua specializzazione,di valutare
le problematiche disfunzionali prima di intraprendere terapie.
La patologia di cui lei è affetto e' sicuramente accompagnata
da sintomi disfunzionali cranio-cervico-mandibolari che vanno preventivamente curati.
Buona Giornata

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 210XXX

Premesso che rifugiarsi e chiedere un parere su quali specialisti consultare per impostare una strategia di cura (quella sulle cause era solo una speculazione per curiosità e per "passione", ma il succo della domanda era chiaro, credo) sono cose diverse e che il paziente può essere capace, seppur dall'esterno, di fare valutazioni (e in ogni caso è suo diritto), che ovviamente non tutte le strade sono giuste e adatte al caso e danno sempre gli stessi risultati, come sapranno molto meglio di me, ringrazio entrambi i dottori delle risposte e dell'aiuto. Ripartirò sentendo gli specialisti di cui sopra e intraprenderò le eventuali cure che mi prescriveranno.