Utente 431XXX
Buongiorno, sono un uomo di 40 anni con un problema che mi assilla da diverso tempo e adesso sta diventando invalidante.
Da diverso tempo ho forte dolore tra i molari arcata sx sia inferiori che superiori.
Fino a qualche tempo fa il dolore era fastidioso e costante ma sopportabile, il mio dentista dopo accurate visite ha sempre detto che non c'era niente che non andava.
Circa due mesi fa mi sono recato nuovamente dal dentista in quanto il dolore si stava facendo più forte e si estendeva su quasi tutta la parte sx del volto.
Mi ha fatto una pulizia molto profonda fra i due denti in oggetto sia superiori che inferiori e da li si è scatenato un dolore insopportabile che ho tutt'oggi.
Ritornato nuovamente dal mio dentista, mi dice che esclude qualsiasi problema ai denti e di vedere un neurologo in quanto secondo lui potrebbe essere un problema nevralgico, pensa nevralgia del trigemino.
In tanto ho dovuto togliere un dente del giudizio arcata inferiore sx con annessa cisti che si trovava proprio sul nervo, dal'operazione il dolore tra i molari e ulteriormente aumentato, si espande sulla parte sx del volto, zigomo, orecchio, collo e occhio.
Intanto di vedere il neurologo sono andato dal mio medico di base che mi ha prescritto il lyrica 0,25 da prendere la sera e dopo qualche giorno aggingere la mattina.
Sinceramente non sono del tutto sicuro che non ci sia nessun problema ai denti, ho iniziato a prendere il farmaco prescritto e ho visto che tanto leggero non è, non vorrei che il mio dentista abbia sbagliato nella diagnosi anche se lui dice di essere sicuro al 100% che non cè problematica ai denti.
Potrei eventualmente fare qualche ulteriore analisi che escluda con sicurezza problematiche ai denti o eventualmente vedere au altro specialista prima di andare da un neurologo?
Curo molto la mia igiene orale, ad oggi non ho mai avuto carie o altre problematiche, ho tutti i miei denti in bocca, non vorrei che il dentista però abbia sbagliato diagnosi, magari cè qualcosa che non riesce a vedere e non vorrei entrare in un vortice di dottori senza magari riuscire a risolvere il problema.
Grazie
Luca

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La problematica del dolore facciale è molto complessa in assenza
di evidenze odontoiatriche quali pulpiti dentali,parodontiti ecc,che mi pare il suo dentista abbia categoricamente escluso.
Già il Lyrica fa pensare a una patologia di origine neurologica:
esistono diverse sindromi dolorose oro-facciali di natura trigeminale e non, le cito ad esempio la Sindrome di Sluder (nevralgia del ganglio-sfeno-palatino) o la Sindrome di Charlin(nevralgia nasociliare della 2^ branca trigeminale)che vanno valutate da uno specialista Neurologo.
Ma esistono anche patologie dolorose a partenza da disfunzioni
ATM,come la Sindrome Cranio-Cervico-Mandibolare,che causata
da malocclusioni,parafunzioni,problematiche occlusali iatrogene,ecc,può dare sintomi simili.
In questo caso è utile anche una consulenza GNATOLOGICA per
valutare tale possibilità.
Distinti Saluti



https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 431XXX

Grazie mille per la sua risposta dottore, quindi se ho capito bene dovrei rivolgermi in primo luogo ad un neurologo e se non riesco a risolvere anche da un gnatologo.
Secondo lei la questione che la pulizia profonda dei due denti interessati mi abbia scatenato nei giorni successivi questa forte nevralgia su quale problematica potrebbe indirizzarla?
Scusi la domanda sciocca, ma con una pulizia troppo profonda tra i due denti non si potrebbe aver danneggiato qualcosa in profondità?
Grazie
Luca

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Potrebbe trattarsi di un "trigger point" scatenante un dolore facciale(trigeminale) Con la "pulizia profonda" non si creano "danni" di sorta.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia