Utente 435XXX
Salve circa 6 mesi fa ho avuto il primo episodio di nevralgia trigeminale scatenata da un inteso dolore ai denti, così decisi subito di farmi visitare da un dentista per risolvere i problema. Purtroppo il percorso di guarigione che ho cominciato dal dentista ( devitalizzazione di due denti nell'arcata inferiore sinistra) non sono riuscito a completarlo poichè ogni volta che il dentista veniva a contatto con i nervi del dente mi scattava un dolore lancinante nonostante le svariate anestesie tronculari . Di conseguenza arrivavano dei potentissimi mal di testa con sensazione di bruciore e dolore in tutta la parte sinistra della faccia, bruciore dolore e pulsazione all'occhio. Praticamente sono stato torturato con il nervo del dente scoperchiato e perfettamente sensibile.
col passare dei mesi ho avuto almeno 5 episodi di forti nevralgie trigeminali ed adesso sono tre giorni di seguito che continua a tormentarmi.
Vorrei gentilmente capire se è possibile che l'infiammazione al trigemino possa in qualche modo annullare gli effetti delle anestesie (l'ultima volta 4 punture e gel) e se quindi mi conviene prima intervenire in questa direzione.
Grazie per l'attenzione cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente se soffre di nevralgia essenziale del trigemino, e il dubbio è legittimo, lo specialista di riferimento è il neurologo che la tratterà con un idonea terapia. Da parte sua il dentista nel devitalizzare un dente sul quale non ha avuto piena efficacia l'anestesia tronculare può ricorrere all'anestesia intrapulpare.
E' possibile che la stimolazione pulpare possa innescare un trigger Point con evocazione dell'episodio doloroso acuto. A mio parere le due problematiche vanno affrontate entrambe e senza tergiversare: e' necessario sentire il neurologo e se la diagnosi e' confermata iniziare la terapia, allo stesso modo non può continuare a tenere i denti "aperti" da mesi, il rischio di complicanze infettive e' concreto.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 435XXX

Innanzi tutto la ringrazio per la tempestiva risposta.
Quindi devo dedurre che esiste una connessione tra mancato effetto dell'anestetico e l'infiammazione del nervo trigemino?

[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Difficile dirlo. In caso di infiammazione pulpare spesso l'efficacia dell'anestesia e' ridotta, a prescindere dalla nevralgia del trigemino. Quel che è certo e' che deve trattare entrambe le condizioni.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#4] dopo  
Utente 435XXX

Ci sarebbe qualcosa che posso fare o prendere? per tamponare fino a lunedì.... il dolore stà diventando ingestibile.
ps. antiinfiammatori come oki o aulin servono quasi a nulla, l'unica cosa che mi da' qualche secondo di sollievo è mettere un po di acqua fresca a contatto con la gengiva e il dente...

[#5] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Senza una visita non è possibile prescrivere farmaci. Peraltro purtroppo farmaci miracolosi quando un dente e' da devitalizzare non ne esistono, e' necessario procedere alla devitalizzazione. Gli antidolorifici come quelli che ha preso hanno un'efficacia relativa come ha potuto sperimentare.
Se poi il dolore che avverte non è dovuto al dente ma alla nevralgia essenziale del trigemino a quel punto i farmaci può prescriverglieli un neurologo, in tal caso anche al pronto soccorso potranno esserle d'aiuto.
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#6] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
Chi le ha fatto la diagnosi di nevralgia trigeminale?
Che sintomi dolorosi lamenta?
Durata, tipologia, connessione col cibo, diurno o notturno.
Sarebbe utile per escludere la nevralgia ed invece diagnosticare correttamente il dente causa del suo dolore.
Cordiali saluti.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#7] dopo  
Utente 435XXX

L'infiammazione del nervo trigemino è stata ipotizzata dal mio dentista e io me ne sono convinto vista l'anomalia di questi mal di testa che arrivano in maniera repentina e molto dolorosa a volte al limite del sostenibile, inoltre il dolore si espande sull'occhio e sulla faccia (lato sx).
Spero sia solo un problema del dente e una volta devitalizzato l'infiammazione se ne andrà...
Purtroppo però combatto con la paura che per l'ennesima volta l'anestesia non mi "prenda".
Davvero non riesco a decidermi su cosa sia peggio questi insostenibili mal di testa o provare a devitalizzare il dente a nervo vivo.