Utente 393XXX
Buongiorno dottori,
prossima settimana dovrò estrarre il dente del giudizio inferiore a destra che presenta una carie profonda che ha raggiunto la gengiva sottostante.
Il dentista mi ha prescritto augmentin da assumere due giorni prima dell'intervento mattina e sera (a causa della gastrite e colite mi ha anche consigliato di assumere pantoprazolo e codex lontano dai pasti), volevo sapere essendo odontofobica e avendo i conati di vomito appena mettono gli strumenti in bocca, se posso assumere plasil prima dell'intervento, nonostante già assuma augmentin, pantoprazolo, codex e faccia un'anestesia tronculare.
Esistono interazioni tra questi farmaci?

Inoltre volevo sapere se il principio attivo dell'anestesia plessica è lo stesso di quella tronculare, e i rischi associati a quest'ultima (ho letto che la lingua può rimanere anestetizzata a lungo se durante la puntura si sente una "scossa").
Grazie a chi risponderà.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,se soffre di odontofobia ,perché non cerca un collega che pratica la "sedazione cosciente" con protossido d'azoto?
Poi lei è libera di assumere tutti i farmaci che crede ,ma non credo che
esistano farmaci che risolvano il problema ( forse benzodiazepine per l'ansia,ma si consigli col medico di famiglia).
L'anestesia della lingua rientra tra gli effetti dell'anestesia se viene anestetizzato anche il nervo linguale.
Nella plessica in genere si usa lo stesso anestetico,con aggiunta di vasocostrittore per prolungarne l'effetto ed avere il campo operatorio esente dal sanguinamento.
Ok?
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 393XXX

Buonasera, alla fine ho tolto il dente il giorno 25/01, è andato abbastanza bene e l'estrazione è stata rapida anche se il dente non era messo molto bene. Post estrazione ho avuto dolore (anche ad orecchi e gola) e gonfiore. La cosa che però mi preoccupa è che ad oggi (dopo cinque giorni dall'intervento) sono ancora molto gonfia dal lato dell'estrazione (infatti mi è venuto anche il classico livido), la ferita dove ci sono i punti sembra gonfia anche se si vede poco poichè non riesco ad aprire bene la bocca e ho una pallina dura in corrispondenza della mascella che si sente al tatto, devo preoccuparmi?
La cura antibiotica l'ho finita ieri, sto proseguendo con gli sciacqui di clorexidina due volte al giorno.

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Un edema post-estrattivo rientra nelle conseguenze di un'estrazione
complessa,e va trattato con FANS e ghiaccio,come sicuramente
le avrà consigliato il collega.
Anticipi la visita di controllo per la valutazione obiettiva del problema.
Cordialita'
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 393XXX

Buongiorno dottore, la ringrazio per la celere risposta.
Ieri ho effettuato la visita dal dentista e mi ha detto che si è formato un coagulo di sangue tra i tessuti, poichè i punti hanno bloccato il sanguinamento; mi ha segnato una pomata per riassorbire l'ematoma.
Per quanto riguarda la ferita mi ha detto che sta guarendo, infatti mi tirano molto i punti ma ha preferito attendere venerdì per la rimozione. Cordiali saluti