Utente 414XXX
Buongiorno dottori,

mi sono decisa a fare degli impianti dentali, ma mi permane il dubbio sulla riuscita di questo lavoro in quanto mi è risultato dalla dental scan
" parodontopatia con riassorbimento dell'osso alveolare più evidente a livello delle sedi edendule" .
Il riassorbimento è più pronunciato nella parte inferiore dove ho sei denti davanti e dovrei mettere due premolari e un molare a destra e lo stesso a sinistra.
In questo caso non c'è il rischio che si vada a ledere il nervo alveolare?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La indicazione migliore la da' la CBCT perchè permette di valutare
nel migliore dei modi i volumi ossei a disposizione,la distanza
della cresta alveolare dal nervo alveolare.
Oggi esiste una metodica computer guidata che permette di
progettare l'intervento nei minimi dettagli e con estrema esattezza.
La invito a leggere il blog di cui accludo il link
(cliccare su BLOG Odontostomatologia)
Cordialmente


IMPLANTOLOGIA COMPUTER ASSISTITA | MEDICITALIA.it
www.medicitalia.it/.../6942-implantologia-computer-assistita.html
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Buongiorno dottore,

io ho fatto la dental scan cone beam dedicata per gli impianti, solo non so se lo studio dove mi sono rivolta fa l'implantologia computer assistita. Dovrei chiederlo?
E se mi dicono di no devo cambiare studio?
grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La metodica consigliata non è obbligatoria,è un'arma tecnologica in più per valutare in maniera strategica le strutture anatomiche ed inserire con maggiore sicurezza impianti.
Ma se si è rivolta a chirurghi esperti,loro sapranno sicuramente quali procedure adottare per il suo caso,l'importante è avere "osso" a disposizione nelle zone previste,altrimenti si impone terapia rigenerativa.Chieda maggiori spiegazioni ai colleghi,la Tac fatta va bene.Mi permetto solo di aggiungere che se è affetta da malattia parodontale,va affrontata preliminarmente tale patologia prima di
procedere con l'implantologia.......
Cordialita '
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 414XXX

Grazie dottore, io "spero" di essermi rivolta a medici capaci...
Ho chiesto e non usano la metodica computer guidata, per la malattia parodontale non mi hanno detto nulla, so che dovrò assumere antibiotici da due giorni prima dell'intervento e dopo, ma a quel punto mi verranno inserite le viti e i provvisori, a meno che prima di inserire le viti non mi faranno una pulizia nelle tasche gengivali, intende questo?

grazie

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Infatti intendevo il trattamento di tasche,ma soprattutto della malattia parodontale in genere, di cui lei verosimilmente soffre,e che se non trattata bene,prima di sottoporsi ad impianti,può creare problemi alla riuscita del trattamento implantare stesso.
Ripeto ,prima Parodontologo,bonifica della parodontite,
poi in condizioni di assenza di infezioni/infiammazioni,
Implantologo.
Cordialita '
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente, sono fra quelli che sceglie di NON usare la "computer guidata".
La Cone Beam mi da tali e tante informazioni che, se dovessi "sbagliare mira", sarebbe meglio per me cambiare mestiere.
Inoltre nelle situazioni critiche con poco osso non si può usare la guidata e occorre guidarsi con un cervello acceso e funzionante.

Altri chirurghi preferiscono utilizzare tale metodica, ma quello che lei non può chiedere ad un chirurgo è di utilizzare la tecnica operatoria che desidera lei.

La "paradontopatia" scritta in un referto radiologico vale meno della carta su cui è scritta.
E' una valutazione clinica, non radiologica.
Il radiologo può descrivere una "perdita ossea", una "retrazione ossea", e basta.
Il dentista valuta se vi è una paradontopatia, se vi sono delle tasche infette o meno.
NON il radiologo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Utente 414XXX

Buongiorno dottori,

infatti io non chiedo al dentista di utilizzare la tecnica operatoria che desidero io, non potrei.
Ho capito, la parodontopatia è una valutazione clinica e non radiologica, per questo "spero" di essermi messa in buone mani, dal momento che non sono io che posso "suggerire" il lavoro a uno specialista.

In ogni caso i suggerimenti che mi avete dato mi saranno utili e per questo vi ringrazio.

Buona giornata e cordiali saluti

[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non ho dati per pensare o anche solo sospettare che lei non sia in buone mani.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#9] dopo  
Utente 414XXX

neanch'io, è per questo che spero, ho cambiato città e prima avevo un altro dentista.

Ne ho consultati alcuni:

uno l'ho scartato perchè ha uno studio mirabolante, è caro e mi ha proposto la protesi con impianti anzichè il ponte circolare dicendomi che la gengiva finta serve alle donne a non fare vedere le rughette sulle labbra

un altro perchè quando parlava mi sputava in faccia e aveva dei denti orribili

escludo le cliniche dentali dove ci sono sempre dentisti diversi

escludo il turismo dentale