Utente 271XXX
Salve, alla mia ultima visita poco più di un anno fa il mio dentista di fiducia mi disse che i denti erano ok.
Poi circa 4 mesi fa ho iniziato ad avvertire una fitta all'ultimo molare dx dell'arcata superiore quando ci masticavo qualcosa di più duro, altrimenti il dente non mi dava fastidio più di tanto. Essendo lontano dal mio dentista, mi sono preso qualche tempo per verificare se fosse solo problema legato a momentanea infiammazione per poi fissare un appuntamento. In effetti dopo qualche settimana il dolore alla masticazione è scemato parecchio e mi sono tranquillizzato.

Due giorni fa invece è successo che mi si è rotta una porzione del suddetto molare, l'angolo esterno che confina con l'altro molare.

Essendo sempre fuori zona e, nel caso, dovendomi affidare a uno specialista che non conosco, quello che vi chiedo è se in assenza di dolore, qualsiasi esso sia, l'intervento è consigliato oppure necessario e urgente. E in genere che tipo di intervento si può effettuare in questi casi?

Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
se non ha dolore potrebbe essere necessaria solo una ricostruzione,però è sempre indispensabile il parere di un Collega,per verificarne l'urgenza o meno, e/o la possibilità di un coinvolgimento pulpare.
Buona Domenica
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Cappello

16% attività
4% attualità
12% socialità
MODICA (RG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Buonasera, l'urgenza sta nel fatto che il dente in questione potrebbe ulteriormente danneggiarsi oltre che contaminarsi per la presenza dei batteri presenti in bocca. Molto probabilmente le fitte che avvertiva in precedenza erano indice di una lesione cariosa non diagnosticata che lentamente ha minato il tessuto sottostante lo smalto dentale fino a che quest'ultimo ha ceduto causando la frattura del dente. In linea di massima il tutto potrebbe risolversi con una semplice ricostruzione ma comunque è necessaria una visita presso un collega per valutare meglio il da farsi. Cordiali saluti
Dr. Alessandro Cappello

[#3] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente il dolore non è proporzionale alla gravità della patologia. Solo un controllo le può dire se ci sono le condizioni per temporeggiare .
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/