Utente 450XXX
Salve,vi scrivo perché ho espulso una vite impiantatami circa due settimane fa.
Mi spiego meglio.Il 2 maggio mi sono state impiantate due viti per i primi molari inferiori(dx e sx). Per una di queste non ho avuto problemi mentre l’altra dopo una settimana mi ha incominciato ad espellere pus finchè questa notte non mi è completamente fuoriuscita.Adesso l’infezione sembra non esserci più,ma andando a fare un giro su internet per capire un po’ di più mi sto facendo mille domande e vorrei sottoporvene alcune:
1) È normale che non mi sia stata data nessuna cura di antibiotici né prima o dopo l’intervento,ma neanche dopo la vista per la fuoriuscita
di pus?
2) Potrebbe essere perimplantite,quindi una volta eliminata la vite l’osso non viene più attaccato? In caso contrario che trattamento dovrò
condurre alla prossima visita?
3) È possibile eseguire immediatamente un nuovo impianto?


Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,
le rispondo sinteticamente:
1) prima dell'intervento in genere non è necessaria copertura
antibiotica,poi non possiamo sapere perchè l'impianto
l'ha perso, le cause sono molteplici, sia locali
che sistemiche(ad es. tabagismo,diabete,ecc,)
Ma tutto cio' lo dovrebbe chiedere al chirurgo che l'ha
operata.
2) la perimplantite è una complicanza tardiva e questo non è
il suo caso.
3) In linea di massima un nuovo impianto può essere eseguito
anche a breve distanza,previa verifica clinica,ma questo on line
non possiamo prevederlo.

Si chiarisca meglio con il Collega.
Buona Domenica
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Gentile utente, l'implantologia oggi è definita un tecnica predicibile con valori che si avvicinano al 100%, realtà dei fatti non abbiamo un registro degli insuccessi dove inserire i casi come il suo per realizzare una vera revisione della letteratura.
Alle sue domande chiedo, lei si è rivolto a un odontoiatra iscritto all'ordine dei medici? Se cosi fosse può porre a lui le sue domande, che otterrà le corrette risposte, se non lo trova iscritto allora tutti i suoi dubbi sono leciti.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#3] dopo  
Utente 450XXX

Vi vorrei ringraziare per le cortesi risposte datemi.
Domani vado a visita sperando di riuscire finalmente a chiarire ogni dubbio.

Buona serata.