Utente 438XXX
Ciao,
da qualche mese sto notando una cosa piuttosto strana ai miei denti.

Un giorno mi è venuta l'idea di voler i denti più bianchi, così ho comprato un dentifricio sbiancante che usato per un pò di tempo, ignaro di tutta la fregatura di ciò che ci stà dietro.

In pratica quello che noto è:

1) smalto dentale trasparente alle punte degli incisivi inferiori e inoltre ai lati e un pò nella parte finale degli incisivi superiori. Leggendo un pò su questo sito sono arrivato alla conclusione che siano stati tali denitifrici altamente abrasivi (rda alto) a rovinare lo smalto. Correggetemi se sbaglio.

2) linee verticali lungo gli incisivi superiori, visibili soltanto quando avvicino molto i denti alla luce. Queste linee non so cosa sono ma penso siano sempre causate da tali dentifrici.

Perciò quello che vorrei chiedervi è cosa è successo ai miei denti, in particolare cosa sono quelle linee verticali e se è possibile che le parti trasparenti ritornino a "colorarsi".

Ho deciso poi di orientarmi verso dentifrici con un RDA basso, tipo EburDent 25 (ha RDA 25). Ho visto che contiene anche Sodio fluoruro; ciò può aiutare a rimineralizzare i denti? Ma soprattutto rispetto ai dentrifrici di cui si vedono le pubblicità me lo consigliate per un uso quotidiano?

Grazie
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
lo smalto normalmente calcificato è trasparente.
I margini degli incisivi risultano trasparenti perchè tra lo strato di smalto della faccia anteriore e lo strato di smalto della faccia posteriore non è interposto alcuno strato di dentina, (che è la struttura che determina il colore del dente) come invece avviene negli altri punti del dente.

Le linee verticali, oltre a non avere significato patologico, sono abbastanza comuni anche in una dentatura sana.

Molto probabilmente queste cose c'erano già prima dell'uso del dentifricio incriminato. Semplicemente lei le ha notate solo dopo, quando ha cominciato a osservarsi bene i denti cercando di monitorare la riuscita dello sbiancamento.

Il dentifricio nell'igiene orale ha una importanza trascurabile, per non dire nulla, perciò può usare il dentifricio che più le piace, il risultato sarà sempre lo stesso.
Infine, come lei avrà capito, non c'è proprio nulla da rimineralizzare.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#2] dopo  
Utente 438XXX

Grazie della risposta. Avrei altre curiosità.

Qual è la causa di questa mancanza di dentina? Non è possibile farci niente? Può peggiorare?

Perché vengono quelle linee verticali?

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
La mancanza di dentina è una caratteristica anatomica, non una patologia, quindi il termine "peggiorare" non ha senso.
In alcune persone è più evidente, in altre meno.

Inoltre lo smalto è metabolicamente inerte già quando il dente erompe in arcata, quindi la sua quantità non può aumentare nel tempo.

Le linee verticali sono delle microincrinature dello smalto che possono riconoscere come causa traumi non gravi e/o violenti ma ripetuti nel tempo, come ad esempio il bruxismo o l'onicofagia (il vizio di mangiarsi le unghie)

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico