Utente 480XXX
Salve, è da 5 giorni che ho un mal di denti continuo a lato sinistro, sia all'arcata superiore che inferiore
Quando mangio o bevo qualcosa di freddo, mi fa malissimo..
Non ho nessuna carie in questa zona, soltanto una piccolissima mi è stata otturata un annetto e mezzo fa.

Se stringo i denti non sento nessun dolore e apparentemente le gengive non sono arrossate

Ho solo queste pulsazioni internamente ai denti continue, e non può andar a finire nulla che sia freddo sopra..

I primi giorni ho preso qualche tachipirina o aulin ma non cambiava nulla

Al terzo giorno ho chiamato il mio medico curante
E mi ha detto di prendere l'antibiotico per 5 giorni
Questo è il secondo giorno che lo assumo ( prendo una compressa ogni 12 ore)
Si è alleviato un po'
Ma continuo ad avere queste pulsazioni continue..

Potete darmi un parere? Cosa potrebbe essere?

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"ho chiamato il mio medico curante
E mi ha detto di prendere l'antibiotico per 5 giorni"

L'antibiotico si da per le infezioni.
E con tutta probabilità non c'è infezione (sensibilità al freddo).
Ma questo il medico di famiglia non può saperlo, e va alla cieca.

Senta una persona copmpetente per il problema: il suo dentista.
Temo stia prendendo antibiotico per nulla.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#2] dopo  
Utente 480XXX

Salve Dottore, il punto e che non si tratta solo di una forte sensibilità ai denti
Ma sento dolore, sono pulsazioni continue..
L'antibiotico ha alleviato la situazione, ma al momento ci sono ancora..

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il fatto che sia ad entrambe le arcate non fa pensare ad un processo infettivo, con necessità di antibiotico.
Questo con tutti i limiti di un consulto a distanza, come può essere quello telefonico con un medico di famiglia, o on-line come da noi.

Le ipotesi sono che ci siano delle carie profonde con interessamento del nervo vivo (pulpite), una superiore e una inferiore, magari sotto dei denti già otturati, o un dolore di tipo gnatologico da precontatti o sovraccarico.

In entrambi i casi l'antibiotico è ininfluente, e il miglioramento potrebbe essere solo un caso.

E' il dentista lo specialista a cui rivolgersi, non il medico.

PRIMA la diagnosi, POI la cura.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Utente 480XXX

Le chiedo solo un ultimo parere
Questi non possono essere anche sintomi di una nevralgia?

[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Nevralgia: significa dolore violento e ad accessi che si manifesta nell’area di distribuzione di un nervo.

Si.
E' una nevralgia.

Nel caso in questione è una nevralgia che interessa l'area di distribuzione del nervo trigemino.

La cosiddetta "nevralgia ESSENZIALE del trigemino" (penso sia questa a cui lei vuole fare riferimento) è quasi sempre, RIPETO: QUASI SEMPRE il nome che si da per fare (far finta) di fare una diagnosi.

ESSENZIALE significa, tradotto dal medichese, senza causa apparente; in altre parole non sappiamo perchè.

Un dentista spesso sa perchè, proprio perchè è un dentista, e non un medico generico o un veterinario.

Spero di avere dato utili spunti.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)