Utente 482XXX
Salve a tutti, a breve dovrò estrarre il dente del giudizio incluso arcata inferore sx, perchè ogni tanto da fastidio alla gengiva, creando tasche gengivali e facendo passare quindi i batteri che la infettano.
Ho fatto anche la tac Cone Beam; il mio dentista dice che non è semplicissimo da estrarre e pertanto consiglia l'antibiotico pre e post estrazione per evitare il rischio di infezione all'osso.
Purtroppo sono abbastanza contrario all'uso di antibiotici, anche perchè l'ultima volta che l'ho assunto era per l'estrazione del dente del giudizio dx e mi ha creato, insieme agli antinfiammatori assunti quasi a stomaco vuoto per via del dolore dell'estrazione, una gastrite che mi è durata poi sei mesi, quindi un disastro.
Chiedo, essendo io tendente a gastrite e colon irritabile, è veramente necessaria la profilassi antibiotica non avendo problemi cardiaci di nessun genere (in particolare ho letto le linee guida dell'American Heart Association riguardo l'endocardite batterica)?
Non sarebbe meglio assumerlo solo dopo l'estrazione se si verificasse l'infezione?
Grazie, Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Se non ha patologie cardiache che richiedono l'antibiotico-profilassi o anche una pericoronite in atto,l'antibiotico non è necessario.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 482XXX

Grazie dott. De Socio, sugli antibiotici ci sono sempre pareri molto discordanti fra i medici in ogni branca specialistica.
L'importante è sapere che comunque non si va incontro ad infezione certa post-estrazione.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 482XXX

Salve dott. de Socio, e ovviamente a tutti gli altri Medici, vorrei chiedere riguardo l'estrazione del dente del giudizio:
dopo quanto tempo dall'estrazione si può esser certi che non venga un infezione?
Grazie, Cordiali Saluti!

[#4] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La certezza non gliela darà mai nessuno, le variabili sono molteplici,dipendono dalla suscettibilità individuale,dalla presenza di parodontopatie e dalla scarsa igiene orale,dalle abitudini voluttuarie,da problemi immunitari del soggetto,da malattie sistemiche,dalla chirurgia minimamente invasiva,dal seguire pedissequamente le norme igieniche post-estrattive e quant'altro......E su questo credo che tutti i miei Colleghi concorderanno.....
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Io invece trasformerei la sua domanda in: perché dovrebbe avere una infezione dopo una estrazione?
Perché ci sia la probabilità d'incorrere in una infezione post-chirurgica bisogna ci siano tutte le condizioni brillantamenete esposte dal dott De Socio. Se lei non riconosce nessuna di quelle come possibili nel suo caso, non vedo la necessità ne della assunzione pre intervento ne della sua preoccupazione .
Cordialmente
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#6] dopo  
Utente 482XXX

La ringrazio Dott. Del Socio per la dettagliata spiegazione.
Ringrazio anche il Dott. Muraca per essere intervenuto e vorrei rispondere a:
"Perche dovrebbe avere una infezione dopo l'estrazione?"

Aprirei un discorso più ampio e generale rispetto al motivo del consulto; in realtà non saprei rispondere non essendo medico e pertanto mi affido a Voi (categoria) però, purtroppo nonostante spesso la patologia sia una, i pareri dei medici consultati o che scrivono online sono diversi, in particolare sull'uso di antibiotici come terapia, ma ripeto parlo in generale non solo riguardo l'estrazione.
Tutto ciò per dire che i motivi della mia preoccupazione derivano da: le diverse visioni dei medici; dalla preoccupazione per un eventuale endocardite e dal mio "poco piacere" di assumere farmaci.
Grazie,
Cordiali saluti!