Utente 379XXX
Buongiorno,
consapevole di essere l'ennesimo utente che richiede un consulto riguardo a questo tipo di sintomo, "dolore a dente devitalizzato", vi chedo cortesemente un parere in quanto non ho trovato risposte del tutto adatte al mio caso.
Circa 2 anni fa, forse meno, mi sono recato dal mio dentista per devitalizzare il 17esimo, tutto è andato bene.
Da 2 settimane a questa parte, però, si sta presentando una sorta di fastidio/dolorino sordo su questo dente, che caso strano tende a sparire se ci mastico sopra.
Mi sono recato dal dentista il quale mi ha fatto una endorale per escludere fratture radicolari, controllato la gengiva che non fosse irritata e ha verificato che il dente fosse ben saldo.
Non risultano infiltrazioni e l'otturazione in composito è perfettamente intatta, ha inoltre controllato che non ci fosse un precontatto con il dente antagonista, nulla di nulla.
L'unica cosa che mi ha consigliato, per adesso, è di utilizzare un bite per escludere un problema di bruxismo notturno.
Se può essere d'aiuto ho notato che questo tipo di fastidio/dolore che sento in profondità si attenua se ci mastico sopra oppure se con le dita provo a premere lateralmente sul dente, a volte sparisce per ore o addirittura per qualche giorno.
Aggiungo un'altra cosa, il dente non è perfettamente a contatto con il 16esimo per via di un piccolissimo spazio 1 mm circa e il 18esimo non è mai nato, verificato con panoramica ed endorale.
Quello che mi chiedo è come mai, se dai controlli effettuati tutto rilsuta OK, si presenta questa situazione?
Utilizzo ormai da 5 gg il bite ma poco cambia, per carità, è più un fastidio che dolore ma vi assicuro che ne farei volentieri a meno soprattuto perchè ho paura che alla fine mi venga consigliata come soluzione l'avulsione del dente.

Grazie in anticipo
Saluti
Riccardo

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Va controllata la presenza o meno di infiammazioni apico-radicolari dovuti ad una pregressa terapia canalare non congrua,così come la presenza di problemi parodontali,probabilmente legati all'assenza del punto di contatto tra primo e secondo molare

".....L'unica cosa che mi ha consigliato, per adesso, è di utilizzare un bite per escludere un problema di bruxismo notturno...."

Il bite non serve per escludere il bruxismo,la diagnosi di bruxismo è clinica
Le invio un link informativo in proposito

https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-riconoscerlo-affrontarlo.html


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 379XXX

Buongiorno Dr. Luigi,
grazie mille per la celere risposta.
A questo punto però, quali esami posso ancora fare per escludere la presenza di infiammazioni apico-radicolari dovuti ad una pregressa terapia canalare non congrua.
Inolte, quando parla di terapia canalare non congrua significa che la devitalizzazione non è stata fatta bene? Dall'ultima endorale mi è stato assicurato che non sono presenti anomalie riguardo alla pregressa cura.
Per quanto riguarda il bite, invece, ho letto nell'articolo che mi ha girato che viene comunque menzionato fra le terapie consigliate, mi pare di aver capito.
Posso solo confermare che la notte digrigno i denti, almeno così mi ha fatto notare più di una volta la mia consorte :)
Se invece il problema fosse da imputare, come ha scritto lei, ad un probabile problema parodontale legato all'assenza di contatto? E' possibile fare qualcosa?

Grazie ancora per il suo consulto.
Saluti
Riccardo

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Punto 1) rx endorale periapicale per verificare granulomi,cisti,e chiusura incompleta dei canali radicolari
Punto2) sondaggio parodontale,presenza di tasche,sanguinamento al sodaggio,ecc(la competenza è del Parodontologo).
Punto 3) Bruxismo?lo specialista di riferimento e lo Gnatologo


https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/439-gnatologo-costui.html


Intanto escluda le cause ipotizzate ai primi due punti.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 379XXX

Grazie ancora Dr. Luigi,
è stato molto prezioso!!!

Saluti
Riccardo