Utente 496XXX
Buonasera,
lo scorso 30 maggio mi sono sottoposta ad un estrazione piuttosto complessa, che ha riguardato un molare inferiore sinistro, con immediato impianto post estrattivo.

Preciso che nei giorni precedenti avevo iniziato una cura antibiotica (zimox/augmentin) tuttora in corso.

Da circa tre giorni il dolore si è fatto via via più persistente ed intenso, vedendomi costretta ad assumere ogni sei ore (ed in alcune occasioni anche meno), l'antidolorifico Tura-dol intervallato ogni tre ore da una tachipirina.1000.

Il dentista da me contattato ha risposto di attendere perché verosimilmente potrebbe trattarsi di alveoilite secca.

Preciso che non ho avuto gonfiore alla guancia ne tanto meno febbre ma solo forti ed insopportabili dolori continuati nel tempo.

Se effettivamente si tratta di alveoilite, quale può essere l'intervento più idoneo da parte dello specialista, che ad oggi mi ha rimandato ad un paio di giorni per il controllo ?

È necessaria l'estrazione dell'impianto per una veloce risoluzione ?.

Ma in particolare come ridurre il dolore ?

Grazie per le vostre qualificate risposte.

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, il dolore non è sinonimo di gravità o d'insuccesso, diciamo che è fastidioso e insopportabile. Concordo con il suo odontoiatra di attendere questi 2 giorni, poi dopo accertamenti diagnostici, si deciderà il da farsi.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/