Utente 499XXX
Salve io mi sono recata in uno studio dentistico per rimuovere delle carie .... dopo aver fatto l’otturazione della carie sul 37 ho iniziato ad avere problemi di gengiva gonfia e dolorante al punto che il dolore si è steso fino ad orecchio e gola.... con oki e tachipirina non passava cosi il mio medico di base mi ha prescritto antibiotico.... finalmente dopo una settimana in cui io chiedevo aiuto il dentista mi rivisita ..: e mi dice che il dente del giudizio mentre stava uscendo aveva fatto in infezione e che bisognava toglierlo subito altrimenti la situazione sarebbe peggiorata ... io chiedevo come mai la dentista che mi aveva fatto la carie non si rra accorta di questa cosa e il suo collega mi dice che i casi erano due ... o nn l’aveva notato ( mi sembra assurdo) o che stava aspettando xk tanto quel giorno l’appuntamento era per la carie e nn poteva far nulla ... così mi prende l’ansia e loro prendendo in giro la mia buona fede ( xk avevano spostato un altro appuntamento di mezz’ora per potermi “aiutare”) mi hanno rimosso il dente ... che tornata a casa però ho scoperto che il dente tolto era il molare e non il dente del giudizio e del resto io non ho firmato nulla e in piu ho le foto in mano dove mi avevano otturato proprio quella carie ... posso chiamarli in causa? Xk ala fine mi hanno tolto un dente che era fortissimo( ha fatto molta fatica per toglierlo) e senza il mio consenso solo xk sicuramente aveva sbagliato il lavoro la sua collega ../ aiutatemi sono disperata ../ ho paura xk da loro nn voglio più farmi metter mani e in più mi hanno rovinato anni e anni di cure con apparecchio ... ora mi ritrovo senza un molare e “ non so come mai”

[#1] dopo  
Dr. Diego Ruffoni

28% attività
20% attualità
16% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissima utente, questa rubrica non nasce con lo scopo di trattare problemi medico legali; il 37 non era di certo un dente sano, il fatto che era difficile da togliere non indice di gravità di patologia. Chiarire con i colleghi l'incomprensione forse è la strada meno costosa economicamente.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/