Utente 781XXX
Gentili Dottori l'anno scorso all'età di 48 anni mi è stata diagnostiata un osteoporosi severa (t-score 4.8). Mi hanno prescritto il Prolia ed ho fatto, a distanza di 6 mesi l'una dall'altra, 2 iniezioni. La scorsa settimana, dopo un anno, ho rifatto la Moc e si evidenzia un notevole miglioramento (t-score 3.9) Però, 2 mesi dopo la prima somministrazione ho notato una recessione gengivale che ha, di conseguenza, provacato l'insorgere di rughe labiali ed ha alterato anche il volume delle labbra. Adesso dovrei effettuare la terza iniezione. In ospedale, dove sono in cura, mi hanno consigliato vivamente di non sospendere il trattamento e mi hanno assicurato che la recessione non è un effetto del Prolia.Voi cosa ne pensate? E quale altra può essere la causa della recessione gengivale? Dimenticavo... sia nell'arcata superiore che nell'arcata inferiore ho degli impianti dentali. Ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La recessione gengivale è uno dei vari aspetti della malattia parodontale.
Ovviamente la diagnosi per essere corretta deve comprendere un esame obiettivo ,per valutare presenza di placca e tartaro,il sondaggio parodontale,ed eventuale sanguinamento al sondaggio,valutare la presenza di mobilità,il GRADO di recessione,completare il tutto con una Rx full endorale ,per valutare la presenza
di riassorbimento osseo verticale e
orizzontale.
Il Prolia deve essere somministrato con cautela nei pazienti parodontali potendo essere un fattore di rischio per l'osteonecrosi dei mascellari.
L’inizio del trattamento/nuovo trattamento deve essere posticipato nei pazienti con parodontopatie o lesioni dei tessuti molli della bocca. È raccomandabile pertanto una visita odontoiatrica preventiva con profilassi igiene/dentale e una valutazione del rapporto beneficio/rischio individuale.Le consiglio di consultare un Collega Parodontologo per una corretta chiave di lettura del caso specifico.

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 781XXX

Grazie per la sua chiara e precisa risposta. Seguirò i suoi preziosi consigli.