Utente 362XXX
Gentili dottori, sono in procinto di cominciare una terapia con Zometa o altro farmaco simile. L'oncologo mi ha consigliato di effettuare una visita odontoiatrica e una rx ortopanoramica per escludere la possibilità di necrosi della mandibola. Vorrei chiedere se tutti i dentisti sono in grado di valutare il problema o se devo cercarne uno con una specializzazione particolare. L'eventualità della necrosi mi crea timore e quindi prima di cominciare voglio essere sicura di poterlo fare nelle migliori condizioni. In particolare, quali affezioni della bocca possono predisporre a questo tipo di problema e cosa fare per prevenire la necrosi?

[#1] dopo  
64156

Cancellato nel 2012
Il rischio di "necrosi da bifosfonati" sussiste se si effettuano cure chirurgiche a carico delle ossa mascellari, anche una semplice estrazione; quindi quello che un normale dentista deve dirle è se ci può essere la possibilità che lei debba essere sottoposta a qualcosa del genere anche nel futuro, in modo da eliminare subito ogni rischio, effettuando prima tutte le cure necessarie. Per fare ciò deve sottoporla ad una visita accurata e a qualche radiografia.
Naturalmente, nel corso della sua terapia medica, lei dovrà praticare un' ottima igiene orale e periodicamente farsi controllare la bocca in modo da verificare che le condizioni di salute persistano nel tempo.
Saluti
Dr. Paolo Gaetani
www.dottgaetani.it
paolo.gaetani@yahoo.it

[#2] dopo  
Utente 362XXX

La ringrazio infinitamente

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La problematica della osteonecrosi da bifosfonati in campo odontoiatrico è oggi molto sentita. La chiave di volta è la prevenzione, dato che Lei già sa di dover assumere il farmaco, ha il "vantaggio" di poter intraprendere subito una eventuale terapia preventivs, eseguendo, ove necessario estrazioni o curettage profondi.
Saluti ed auguri
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#4] dopo  
Utente 362XXX

Grazie anche per la sua risposta

[#5] dopo  
Dr. Antonio Graziano

32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Concordo assolutamente con i colleghi che mi hanno preceduto. La prevenzione ovviamente continuerà anche dopo l'inizio della terapia con Zometa con controlli periodici e il mantenimento di una scrupolosa igiene orale.
Saluti
Dr. Antonio Graziano, PhD
Odontoiatra
Dottore di Ricerca in Tecnologie Biomediche applicate alle Scienze Odontostomatologiche

[#6] dopo  
Utente 362XXX

Grazie anche a lei, dottore. Non so davvero come ringraziare tutti voi. Mi state aiutando moltissimo! Grazie ancora di cuore