Utente
Leggo dovunque ed in un modo che pare solidamente argomentato che lavare i denti subito dopo il pasto sia una cattiva pratica.


Trovo però difficoltà, a livello psicologico, nel lavare con costanza i denti, e dunque a svilupparne l'abitudine.


Grazie ad un piccolo diario comportamentale, volto allo studio delle mie abitudini e della loro efficacia in base ad altri fattori, ho notato che stabilendo di doverli lavare nell'immediato momento successivo alla fine del pasto ottengo il 100% di efficacia contro una media del 17% in tutti gli altri casi testati fin'ora.


Alla luce tale constatazione mi chiedevo se, essendo il pH il problema, l'attesa dovunque prescritta di 30 minuti potesse essere annullata con degli sciaqui con bicarbonato di sodio e, se sì, in quali proporzioni e quantità

Grazie

[#1]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo utente, non esiste una bocca uguale ad un altra, per cui il metodo corretto di igiene orale è individuale, per cui tutto ciò che trova di generico ha poca validità sulla prevenzione della carie. Una visita presso un igienista dentale può stabilire le corrette norme di igiene orale domiciliare adatte alla sua bocca.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#2] dopo  
Utente
Forse ho espresso male la domanda.

Per ripristinare il pH naturale della bocca è meglio aspettare 30 minuti dopo i pasti dato che cibi e bevande acide indeboliscono lo smalto dei denti.

La domanda riguardava il lavare denti subito dopo il pasto attraverso un workaround basato su evidenze scientifiche.

Il bicarbonato di sodio con la sua basicità è in grado di tamponare velocemente l'acidità post-prandiale riportando il pH orale nella normalità in breve tempo (Dawes 1996)

[#3]  
Dr. Diego Ruffoni

36% attività
20% attualità
20% socialità
MOZZO (BG)
CARNATE (MB)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2013
Queste evidenze scientifiche bisogna saperle interpretare e applicare al singolo caso. L'acidità post prandiale non è stabile ed è variabile in base a tanti fattori, per cui è veramente difficile saper il dosaggio adatto di bicarbonato per stabilizzare un determinato pH e la formazione del sale non è favorevole in tutti i casi. Le risposte relative al suo caso le può trovare da un igienista dentale, dopo un attenta valutazione delle condizioni del suo cavo orale.
Dr. Diego Ruffoni
http://www.dott-diego-ruffoni.it/


[#4]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Leggo dovunque ed in un modo che pare solidamente argomentato ..."

Tutti possono scrivere su internet le peggiori cretinate.
E questa è una di quelle.
Si tratta di una goccia (documentatissima) in mezzo alle problematiche dell'igiene orale.
Più di questa trascurabile e insignificante goccina nel lago, si occupi di questa "bomba d'acqua":

"...difficoltà, a livello psicologico, nel lavare con costanza i denti..."

Li lavi.
Li lavi bene.
Quando vuole, basta che li lavi.

Presumo che lei si sia documentato dal dr. Google.
Cambi dottore!.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dr. Sergio Formentelli

"Tutti possono scrivere su internet le peggiori cretinate. E questa è una di quelle."

Gli studi in letteratura sono diversi e indicizzati su PubMed, tutti concordi nell'indicare che un'azione di abrasione meccanica esercitata appena terminato un pasto contenente carboidrati semplici rischia di aumentare la demineralizzazione dello smalto perchè non è ancora intervenuto l'effetto tampone della saliva sul pH (vedasi curva di Stephan).

Sinceramente sto solo chiedendo a dei medici reali come poter lavare i denti subito dopo i pasti in sicurezza, in seguito alla consultazione di studi di altri medici che hanno instaurato in me un ragionevole dubbio.

Dunque si possono tranquillamente lavare immediatamente dopo il pasto senza precauzione alcuna?

[#6] dopo  
Utente
In caso contrario se l'acidità che, chiaramente,
"non è stabile ed è variabile in base a tanti fattori" e dunque ragionevolmente
"è veramente difficile saper il dosaggio adatto di bicarbonato per stabilizzare un determinato pH"
(Opinione del Dr. Ruffoni)

Potrei semplicemente misurare il pH della bocca e fare qualche sciacquo fino al raggiungimento di un range sicuro

Oppure procedere con un "Li lavi. Li lavi bene. Quando vuole, basta che li lavi" se tale acidità è davvero irrilevante
(Opinione del Dr. Formentelli)

Grazie in anticipo per le delucidazioni

[#7]  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
!)
Lei è laureato in medicina o materia analoga, e quindi ha la competenza per capire da se quanto pubblicato su Publimed e ha la costanza di leggere gli articoli originali. In tal caso non ha senso richiedere un consulto del genere.

2)
Non è laureato in medicina o materia analoga, e allora non ha la competenza specifica per capire l'importanza relativa dei vari articoli e la competenza per discriminare le perle dalla spazzatura (il 90% di quanto pubblicato su publimed è autentica spazzatura, e non è una opinione mia ma di diversi docenti e scienziati.

3)
Lei è un medico e ci sta prendendo in giro.

Comunque lei sta mettendo a confronto le nostre indicazioni, magari solo per vedere chi è più bravo o "chi la racconta giusta.

Comunque ha avuto le indicazioni che voleva, e l'utilità di questo consulto è cessata.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)