Utente 141XXX
Gentile dottore, sò che ci sono molte richieste di risposte ma spero che la mia venga letta al più presto. Sono una ragazza di 23 anni ed alla mamma del mio ragazzo di 56 anni da qualche settimana hanno diagnosticato un tumore (anzi due) glioblastoma multiforme IV stadio al cervello. Lei si è sentita male la prima volta a settembre ed i medici facendo una tac hanno visto un versamento di sangue al cervello, l'hanno operata e tolto il versamento, ma facendo ciò hanno dato spazio al tumore e nel giro di un mese si è espanso. Dai primi di dicembre lei (mandata già in un centro di riabilitazione) accusava forti mal di testa, dopo una tac ed una risonanza l'hanno operata di urgenza. Adesso stiamo aspettando di sapere quante possibilità ci sono che torni come prima, o meglio, se possiamo sperare ad una vita "lunga". Ci hanno detto che dovrà fare sia la radioterapia che la chemioterapaia. Lei al livello di memoria sta benissimo, l'unico deficit è il fatto che la parte sinistra del corpo non la muove e non la sente.
Volevo chiederle appunto quante speranze ci sono che viva a lungo, all'inizio, prima dell'operazione i medici ciparlavano di un paio di mesi... ho molta paura. Mi dica lei se c'è qualcosa in più che possiamo fare!!

La ringrazio anticipatamente.
Cordiali Saluti
Eleonora

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Eleonora,

il percorso intrapreso è corretto. Il trattamento migliore consiste in radioterapia e chemioterapia magari abbinate ad ipertermia capacitiva (vedi sito www.ipertermiaroma.it ). Purtroppo si tratta comunque di una patologia assai seria anche se la speranza è sempre l'ultima a morire.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it