Utente 160XXX
Salve
sono una ragazza di 44 anni, un mese fa' dopo mammografia e risonanza magnetica con il seguente referto:
si conferma la presenza di un processo espansivo dotato di enhacentement marcato e patologco che interessa i quadranti superiori della mammella sn, con una estensione antero posteriore di circa 6 cm, traversa di circa 4 cm e longitudine di circa 4 cm. Coesiste anche una formazione nodulare di circa 1 cm situata in prossimita' del profilo posteriore della massa principale, quasi a contatto con la parete toracica, anch'essa con caratteri di tipo patologico. Le formazioni soppradescritte appaiono vascolarizzate principalmente da rami ipertrofici dell'arteria mammaria interna.Ho subito una mastectomia sinistra Skin Sparing, DLA ascellare sinistra in continuita' e posizionamento di espansore tissutale sottomuscolare.
Referto istologico:
Istotipo: Carcinoma duttuale in situ con rari microfocolai di infiltrazione stromale.
Pattern: solido e comedo
Grado istologico secondo Holland: G3
Invasione vascolare: non evidente
Il restante parenchima mammario e' sede di rari focolai di carcinoma duttale in situ e papillomi intraduttali-
Recettori per estrogeni:positivita' 50%
Recettori per progesterone:rare cellule positive
Indice di proliferazione Ki67(clone MIB-1): positivita' 20%
Oncoproteina cerb-B2:positivo (3+)
Linfonodi reattivi esenti da localizzazione neoplastica
Classificazione pTN post chirurgica: pT1mi N0
Adesso devo iniziare con una pastiglia al giorno di Tamoxifene e ogni 3 mesi una iniezione di Enantone 11,25.
Volevo avere anche un vostro parere se secondo voi era meglio integrare anche una radioterapia o una chemioterapia.
Grazie


[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

in considerazione della tipologia di malattia, della scarsa ormonoresponsività, della presenza di c-erb 3+, della giovane età avrei optato per un trattamento chemioterapico adiuvante.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 160XXX

Grazie Dott. Pastore,
se era possibile avevo bisogno ancora di una spiegazione,
cosa significa scarsa ormonoresponsivita, forse che la terapia ormonale che sto' facendo a poca efficacia e che significato ha la presenza di c-erb 3+. Lo so' che sono stata fortunata e mi e'anche stato detto che sono guarita ma la paura che resta e le insicurezze sono tantissime.
Grazie tante per la sua disponibilita'.