Utente 255XXX
Volevo sapere quali sono i casi in cui viene presa in considerazione la terapia neoadiuvante o preoperatoria in caso di carcinoma mammario, grazie per le eventuali risposte.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

Legga

http://www.senosalvo.com/iuvante.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 255XXX

mille grazie!!!!!

[#3] dopo  
Utente 255XXX

mille grazie!!!!! Quindi non si ricorre a questo titpo di terapia perchè il cancro è troppo esteso ma sopratutto per un discorso psicologico ed estetico ho capito bene? Ed è anche possibile che dopo la terapia e dopo l'intervento non ci siano più cicli di chemio perchè già fatti precedentemente, giusto?

[#4] dopo  
Utente 255XXX

per troppo esteso intendevo dire se l'oncologo che propone detta terapia ha la percezione che possano già esserci metastasi in circolo.

[#5]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dovrebbe descrivere il suo caso. Sin qui non ha scritto nulla.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 255XXX

la paziente è mia sorella 42 anni e al momento abbiamo fatto l'ecografia e la mammografia che hanno rilevato un nodulo di 3 cm. radiopaco a bordi irregolari e indefiniti in seno fibromatoso in assenza di microcalcificazioni, oggi è stato eseguito l'agoaspirato e l'esito lo avremo tra qualche giorno e in settimana eseguirà ecocardiogramma, tac risonanza e scintigrafia ossea però le è stato prospettato di intervenire con la terapia preventiva dicendole che sarebbe servita ad evitare una mastectomia totale. L'oncolaga le ha anche detto che tutte le terapie che si fanno prima non dovrebbero essere fatte dopo. Grazie ancora per la cortese attenzione.

[#7]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Dipende da quanta chemioterapia si fa prima dell'intervento.

Se Le hanno detto così evidentemente questo è il loro intento.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 255XXX

Dottor Salvo Catania buon giorno, mia sorella ha eseguito la tac con contrasto e la biopsia ma non abbiamo ancora il risultato, abbiamo però ritirato i risultati delle analisi del sangue che sono tutti nella norma compreso il cea non risulta nella norma il ca 15.3 anzi è notevolmente sballato essendo a 81.9 anzichè ad un massimo di 51. Significa che il cancro è in uno stadio molto avanzato? Lunedi eseguirà la scintigrafia e a breve la risonanza. Grazie per la cortese attenzione.

[#9]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non significa nulla perchè i marcatori possono incrementarsi anche per cause non tumorali.

Avrà più valore il controllo dell'esame dopo le terapie.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#10] dopo  
Utente 255XXX

Grazie dottore per la sua gentilezza.

[#11] dopo  
Utente 255XXX

Purtroppo la biopsia ha dato esito positivo mia sorella è affetta da carcinoma duttale infiltrante t2 non ricettivo agli ormoni ed è una forma agressiva, le è stata prescritta terapia neoadiuvante 4 cicli ogni 21 giorni poi 12 cicli una volta alla settimana per un totale di 6 mesi, l'oncologa ha detto che il tipo di tumore che ha colpito mia sorella generalmente risponde molto bene alla terapia neoadiuvante, dopo tutta la terapia verrà sottoposta ad intervnto chirurgico e radioterapia e non verrà sottoposta a terapia audiuvante. Cosa ne pensa? Grazie per la sua eventuale risposta.

[#12] dopo  
Utente 255XXX

Dottor Salvo Catania, volevo aggiornarla sulla situazione di mia sorella, allora ha iniziato la terapia neoadiuvante e ha fatto una seduta nel frattempo ha eseguito rm mammella bilaterale senza e con contrasto + mammo bilaterale (2pr) di seguito le riporto ilm referto:
A destra si evidenzia area di c.e. ai qie di circa 30x23mm di diam.max .
Omolateralmente al QSI area di analogo significato di circa 17x13mm di diam. max. Tale quadro è da riferirte a malattia bicentrica.Nulla da segnalare a sinistra: Linfoadenomegalie ascellari bilaterali di cui la maggiore a sn di circa 20mm.
Secondo lei come ci si dovrebbe muovere ora? é il casso di fare una biopsia anche al secondo nodulo, che alla mammografia ddi un mese e mezzo fa non risultava? é il caso di fare un centraggio con il carbone anche di questa seconda lesione? Ma soprattutto è il caso di continuare con la terapia neoadiuvante o è consigliabile intervenire subito chirurgicamente? Dopodomani dovrebbe mettere la pet per le prossimi chemio perchè alla prima hanno avuto dei problemi a trovarle le vene.
Ringraziandola anticipatamente resto in attesa di una sua eventuale risposta.

[#13]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ormai è consigliabile completare i cicli previsti. La Pet potrà senz'altro dare altre informazioni
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#14] dopo  
Utente 255XXX

Grazie dottore come sempre lei è molto gentile e solerte nelle risposte volevo solo dirle che il secondo nodulo,anche da una mammografia più precisa (non ricordo il nome esatto) che è stata eseguita lo stesso giorno della risonanza non si vede la cosa mi preoccupa un po' perchè un nodulo di quasi 2 cm. che non si sente alla palpazione e non si rileva dalla mammografia mi porta a pensare che allora tutti i controlli annuali che faccio anche io non bastano non sarebbe il caso di inserire la risonanza al seno negli esami di routine?

[#15]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005

La Risonanza Magnetica mammaria ha precise indicazioni

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/quando_perche_fare_RMM.htm
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com