Utente 238XXX
Ho fatto due ecografie al collo per una comparsa di un rigonfiamento al collo sulla parte sinistra circa due/tre mesi fa . Il risultato della prima e' stato : aumento dimensionale del lobo tiroideo sinistro con diametro anteriore - posteriore di 39x39x75mm priva di patologici segnali vascolari allo studio color doppler, in prima ipotesi compatibile con cisti emorragica. Il lobo e' completamente occupato da formazione ipoecogena a contenuto lievemente corpuscolato. Ho fatto anche esame da otorinolaringoiatra che mi ha prescritto una cura di 10 giorni con cortisone ( deltacortene 25 mg mezza pastiglia ) . Se persisteva il lobo fare una nuova ecografia al collo e se del caso ripeterla con ago aspirato eco-guidata. La seconda eco fatta a distanza di un mese esatto ha rilevato stessa dimensione del lobo ma con contenuto maggiormente ed omogeneamente ecogeno con alcuni spot iperecogeni compatibile sempre con probabile cisti emorragica. Si consiglia tuttavia un ago aspirato eco guidato. Sia nella prima che nella seconda eco non sono state rilevate adenopatie in sede laterocervicale sia sinistra che destra. Ghiandole parotidi e sotto mandibolari di normali dimensioni. Anche esame tiroide tutto negativo e E.O. Otorino negativo . Devo preoccuparmi per qualcosa di brutto, considerato anche il fatto che un anno fa sono stato operato di prostatectomia radicale per adenocarcinoma ( come rilevabile da precedenti mie richieste di consulto ); ha qualche attinenza con questo lobo tiroideo. Ringrazio anticipatamente per la cortesia e porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Falco

20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
Egr. utente,
alla lettura della sintesi del referto ecografico da lei riportata sembrerebbe trattarsi effettivamente di una cisti emorragica anche (se ho ben capito) per il repentino aumento di volume del lobo tiroideo in esame. Tale quadro non è sospetto per malattie neoplastiche della tiroide, anche se risulta consigliabile l'esecuzione di ago aspirato per esame citologico sotto guida ecografica (come consigliatole dai colleghi).
La patologia prostatica per cui è stato sottoposto ad intervento chirurgico non ha comunque attinenza con la patologia tiroidea.
Cordiali saluti
Dr. Paolo Falco

[#2] dopo  
Utente 238XXX

Dottore La ringrazio per la risposta; desidero trasmettere il referto datomi dopo ago aspirato
" Il quadro citologico comprende uno sfondo ricco di colloide granulare eosinofila ed una modesta cellularita' rappresentata prevalentemente da elementi ad abito istiocitario in assenza di tireociti riconoscibili ". Posso stare tranquillo! Ma quale è' la causa che ha determinato questa cisti emorragica; che accorgimenti devo adottare oppure quale cura o azione preventiva devo intraprendere. Con l'ago aspirato hanno effettuato anche una parziale evacuazione della tumefazione ( ca 20 cc) riducendola a circa la metà'. È' meglio che faccia evacuare anche la parte rimanente
Ringraziando anticipatamente per la Sua cortesia porgo cordialissimi saluti

[#3] dopo  
Utente 238XXX

Buonasera ho effettuato come avete potuto vedere sui messaggi precedenti ago aspirato che mi hanno detto essere negativo; come prescrittomi ho rieseguito la ecografia al collo che riporta il seguente referto

" la tiroide e' in sede , simmetrica a destra il lobo e' ridotto in dimensioni ma con regolare ecostruttura; il lobo sx e' sostituito da una lesione nodulare ovalare che misura cm 6x4x3 assai disomogenea e corpuscolata già' descritta quale cisti emorragica ( vedi referto precedente ) ; nella norma la sua vascolarizzazione . Regolari le ghiandole sotto mandibolari e le parotidi. Non macro adenopatie laterocervicali sia in sede anteriore ,fra i vasi del collo, che in sede posteriore.
La dimensione della lesione nodulare non ha subito variazioni in dimensioni rispetto a precedente eco "

Gradirei sapere se devo fare nuovamente un ago aspirato ( l'ultimo l'ho fatto 10 mesi fa ) oppure se è consigliabile togliere tale cisti che a me non procura particolari fastidi ( anche il rigonfiamento esteriore che prima si notava ad occhio nudo oggi si nota poco )

Sono in uno stato di comprensibile apprensione temendo possa trattarsi di un tumore maligno

Ringrazio anticipatamente per la risposta che cortesemente vorrete inviarmi porgo cordiali saluti