Utente 323XXX
Salve, volevo esporvi la situazione di mia madre. Melanoma nodulare avambraccio sx, IV Clark, 1,55 mm di spessore secondo Breslow, mitosi oltre 20x5 HPF, assente flogosi perilesionale, LS+ per una metastasi di 0,6 cm con conseguente linfoadenectomia ascellare. I risultati di quest'ultima operazione ci informano di 6 linfonodi reattivi privi di metastasi...è una buona notizia? L'oncologo ha stadiato il melanoma come IIIC e proprio per questo ci ha consigliato una terapia di Interferone per 12 mesi. Abbiamo eseguito nel frattempo TAC total body risultata negativa e scintigrafia ossea di cui ancora non abbiamo i risultati. Stando a quanto esposto, quale potrebbe essere la percentuale di sopravvivenza? E la percentuale di una recidiva? Grazie di cuore, Lily

[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo

48% attività
4% attualità
16% socialità
TAORMINA (ME)
FURCI SICULO (ME)
GIARRE (CT)
GIARDINI-NAXOS (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Vuole dei meri numeri o godersi tranquillamente la vita giorno per giorno? scusi il cinismo ma in questi casi di deve proprio cambiare impostazione mentale. Anche se le dessi i numeri (che sono frutto di un dato solo statistico) non le garantirei nulla.

Fatto l'interferone dovrà poi seguire i controlli periodici con costanza e raportandosi al medico di riferimento.
Cordiali Saluti
Dr. Alessandro D'Angelo
(email: dangelo@oncologiataormina.it)

[#2] dopo  
Utente 323XXX

Gentile Dottore, Lei ha ragione...non ci si dovrebbe aggrappare a delle statistiche anche perché ogni caso è diverso dall'altro, se ne differenzia per una molteplicità di fattori. Al di là dei numeri, vorrei sapere: " quando si presenta una recidiva da melanoma questa comporta sempre la comparsa di metastasi? Lo stadio della malattia è il IIIC che vuol dire metastasi linfonodali...basta anche una sola metastasi ( quella del sentinella ) per stadiare il melanoma come IIIC? Oppure sono quei linfonodi " reattivi " a giustificare la stadiazione? Quello che mi preoccupa di più caro Dottore non sono tanto le eventuali metastasi che un giorno potrebbero comparire quanto piuttosto la mancanza di efficaci strategie terapeutiche per affrontare la malattia...anche se uno volesse combattere, resistere, prendere di petto la malattia verrebbe immediatamente stroncato dal fatto che appunto non ci sono cure per il melanoma metastatico! Il che mi sembra davvero assurdo ( perdoni lo sfogo ). Tanti cari saluti, Lily