Utente 123XXX
Buongiorno, vorrei una interpretazione su dei sintomi che presento ultimamente.

Circa da dieci giorni sento una pallina nel collo sotto il mento, non è tanto grande ma è comunque abbastanza dura e quindi passando con la mano in quel punto ci ho fatto caso..premetto che mi pare che mi fosse capitato anche alcuni mesi fa lo stesso problema e anche se non son sicuro, mi pareva fosse passato (nel senso che non ho la certezza che la pallina sia comparsa solo da dieci giorni o sia sempre la stessa da mesi), e sono molto in ansia sinceramente perchè so che questo sintomo nella peggiore delle ipotesi può essere collegato anche a un linfoma.

Ho letto che i linfonodi si infiammano e si ingrossano quando ci sono infezioni nelle zone vicine, correggetemi se sbaglio, ma io non ho niente in quella zona: niente mal di gola, raffreddore, mal di denti, male alle gengive ecc; niente di niente.

L'unica cosa, negli ultimi dieci giorni ho ripreso a fumare abbastanza e quindi mi si è accesa una lampadina e ho pensato fosse quella lì la causa. Quindi ho provato a non fumare per un paio di giorni ma niente la pallina è ancora li, se la causa fosse questa, quanti giorni dovrei evitare di fumare per vedere dei miglioramenti?

Comunque fondamentalmente ho chiesto questo consulto per parlare con degli specialisti prima della visita col medico di base che avrò a breve; la mia unica speranza sarebbe eliminare subito la possibilità che possa trattarsi di qualcosa di molto brutto, perchè anche se so so quanto Internet possa far fare ancora più confusione, mi sono andato a leggere i "possibili sintomi" di un linfoma, e recentemente posso dire che mi è capitato una volta di aver febbre per qualche ora così a caso e oggi pomeriggio quando sono andato a letto mi sono risvegliato un po' sudato.
Ma capisco perfettamente che può anche trattarsi di episodi non legati a questa cosa, almeno lo spero; finchè si trattasse di un'infiammazione o una ciste o che ne so non ci sono problemi, resisto.

Aggiungo che circa 3 anni fa (avevo anche aperto un consulto qui) avevo dei problemi di crampi improvvisi al collo e allora feci una ecografia col seguente esito: L'ecografia non mostra alterazioni ecostrutturali a carico di entrambe le ghiandole sottomandibolari e della tiroide. Presenza, bilateralmente, di adenopaterie reattive aspecifiche in corrispondenza della stazioni laterocervicali.

Ora, non essendo un medico non me la cavo con le zone del corpo, ma il punto dove l'ecografia aveva individuato linfonodi reattivi è lo stesso sotto il mento dove potrei averne uno infiammato ora? E' normale per tre anni avere i linfonodi (se si tratta di quelli) che si infiammano così?

Grazie mille per l'attenzione, spero di non essermi dilungato troppo.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' probabilmente un linfonodo reattivo.
Faccia la visita programmata con il curante che la tranquillizzerà.

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html


E soprattutto stacchi dal suo PC per un tema così ansiogeno come quello dei linfonodi.

Legga perché
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html


Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com