Utente 389XXX
Salve a tutti
Volevo chiedervi un consulto in merito alla mia situazione.
Premetto che sono stato sempre un tipo apprensivo per quanto riguarda la sfera delle malattie.
Ultimamente però a metà luglio,mi sono venute delle placche in gola,senza febbre.Avevo mal di gola e fastidio a deglutire,mi è stato prescritto un antiinfiammatorio e dell'augmentin da prendere per 4 giorni due volte al giorno.Tutto migliora,ma per poco,infatti dopo una decina di giorni le placche si ripresentano,stavolta con febbre al primo giorno(non più di 38 di temperatura)e con la gola più dolorosa.Mi prescrivono Veclam due volte al giorno,per sette giorni.Tutto rientra nella norma se non per un mal di gola che prendo proprio sul finire della terapia,e che mi dura per qualche giorno.Ora posso dire di stare meglio,se non per il fatto che mi sento delle ghiandole sul collo gonfie e sotto la mandibola.Doloranti,specialmente quelle sotto la mandibola,le altre non molto,quasi niente.
Mi ha preoccupato il fatto di queste placche avute nel periodo estivo,e senza grossa febbre.Aggiungo che sono un paio di giorni che mi sento stanco e assonnato,pur avendo finito gli antibiotici da una decina di giorni,e ho notato che sudo forse un pò più di prima,ma soprattutto che mi sembra che il mio sudore da qualche mese a questa parte,abbia un odore diverso(spero non mi prendiate in giro per questo)
Mi chiedevo se questi sintomi possono essere correlati a un linfoma,oppure se è frutto solo della mia immaginazione.
Chiedo un parere per questa cosa,perchè il pensiero mi sta creando molta ansia.
Ho letto che nella mia età c'è il picco di incidenza di questa malattia.
Spero di esser stato chiaro e non troppo prolisso.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
>>Ho letto che nella mia età c'è il picco di incidenza di questa malattia.
Spero di esser stato chiaro e non troppo prolisso.>>

Ovviamente una verifica diretta è necessaria per conferma, ma da quanto scrive (sintomatologia...) le dò perfettamente ragione.... che alla sua età si registri il più alto picco di incidenza ...di IPOCONDRIA (^___^) e non di linfoma.

Il mio consiglio è quello di fare serenamente il punto della situazione con il curante e contemporaneamente STACCARE dalla ricerca di informazioni sulla retesulla salute su un tema così ansiogeno (linfonodi, linfoma).

Legga perchè in altri consulti richiesti (anche se su temi differenti)

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/481804/Retrazione-cutanea-al-seno-a-16-anni

SPERO DI ESSERE STATO CHIARO E POCO PROLISSO (^____^)

Tanti saluti


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 389XXX

La ringrazio tanto della risposta..il mio medico di base mi conosce,sa che comunque i miei linfonodi rispondono subito a qualsiasi stimolo...
le chiedo solo un'ultima cosa,è possibile che comunque rimangano ingranditi anche per lunghi periodi questi linfonodi?
Grazie in anticipo!

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quasi sempre rimangono ingrossati per LUNGHI periodi.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com