Utente 394XXX
Ho subito un intervento chirurgico al colon ho 50 anni questi sono i dati relativi all'esame istologico
Sede del prelievo: colon + anelli di resezione
Esame macroscopico: resezione colica di cm 23. A cm 6 da un margine, lesione vegetante di cm 4. Si isolano 12 linfonodi dal grasso.
Esame microscopico: Adenocarcinoma G2 del colon.
Invasione neoplastica del grasso periviscerale. Margini chirurgici e linfonodi indenni. PT3 No Mx
So che devo fare delle chemio per prevenzione ma volevo sapere a quale stadio è e se devo preoccuparmi e se potrò vivere sereno negli anni senza che questo male si rifaccia vivo.
Inoltre volevo sapere se posso assumere cialis sia durante la chemio sia dopo, oppure questo farmaco è controindicato perché può favorire il rinnovo del tumore al colon grazie

[#1] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile signore, L'adenocarcinoma del colon allo stadio T3 indica che la massa tumorale ha una estensione verso i tessuti circostanti, nel suo caso il grasso che circondava il colon aveva cellule tumorali. I linfonodi erano liberi da malattia. Il cancro del colon ha prospettive di vita più lunghe di altri tumori, ma i medici che la seguono hanno già predisposto una chemioterapia per tentare di uccidere la maggior parte delle cellule tumorali residue (definite latenti o silenti). Due su tre pazienti hanno sopra 50 anni.
La domanda che Lei pone è molto pertinente data la sua giovane età. Nessuno vive sereno con un cancro a meno che non rientri nei casi miracolati, che le assicuro esistono anche per gli adenocarcinomi del retto. Certamente Lei può trovare i tassi di sopravvivenza a 5 anni per i casi analoghi al suo su libri e internet.
Se vuole però farsi una assicurazione aggiuntiva sulla sua vita Le consiglio di leggere le nuove teorie sui rapporti tra cancro ed alimentazione che trova in questi due libri: The China Study e L'alimentazione nella prevenzione del cancro. Ambedue sono disponibili sul Giardino dei Libri. Quando avrà letto i libri e avrà le indicazioni del tipo di chemioterapia fornisca le sue considerazioni. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale

[#2] dopo  
Utente 394XXX

Grazie per la risposta leggerò attentamente i libri da Lei consigliatomi, le che mio che farò sono quelle del protocollo FOLFOX ogni 15 giorni per dodici cicli. Inoltre volevo sapere se posso assumere cialis sia durante la chemio sia dopo, oppure questo farmaco è controindicato perché può favorire il rinnovo del tumore al colon grazie

[#3] dopo  
Dr. Mirco Bindi

32% attività
8% attualità
16% socialità
MONTALCINO (SI)
GROSSETO (GR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile Signore, Il Folfox è un regime antiblastico che ottiene buoni risultati sulle cellule tumorali con un aumento della sopravvivenza rispetto ad altri schemi antiblastici. Attualmente è tra le chemioterapie più prescritte nel carcinoma del colon avanzato. Le consiglio di leggere gli articoli che riguardano sia i risultati (results) che la tossicità (toxicity). Quest ultima è importante. Usualmente vengono effettuati 8 cicli ogni 15 gg,, i medici faranno le loro valutazioni in base ai controlli diagnostici e alla tossicità per decidere l'opportunità di continuarla.
Per il Cialis non ci sono controindicazioni, viene utilizzato in molte chemioterapie. Ricordi comunque di considerare che il suo stato fisico funzionale sotto chemioterapia sarà ridotto. Si astenga quando percepisce che le sue condizioni non sono ottimali.
Come approfondirà nei due libri consigliati, il suo organismo sano è in uno stato di instabilità tendente alla carenza di ossigeno e quindi alla acidità. Anche la chemioterapia accentua questa condizione. Per bilanciare questa situazione nei prossimi mesi è essenziale una dieta che alcalinizzi l'organismo, ma otterrà i risultati migliori nei mesi successivi alla fine della chemioterapia. Il tempo che lei ha davanti lo terrà impegnato, lo utilizzi al suo massimo vantaggio. Cordiali saluti
Prof. Mirco Bindi, www.mircobindi.com
specialista in Oncologia, Radioterapia, Patologia generale