Utente 317XXX
Salve a tutti i dottori e grazie in anticipo delle risposte...sono un ragazzo di 23 anni, ipocondriaco e molto ansioso, parto dal presupposto che sono consapevole che un consulto a distanza non potrai mai decretare la verità del caso, vi sottopongo la mia situazione :
Circa un mese fa mi sono accorto di avere due linfonodi laterocervicali al lato sinistro e due al lato destro...essendo una persona abbastanza ipocondriaca, e dopo essere uscito da un periodo di forte stress che mi ha provocato quasi un mese di attacchi di panico, mi reco presso il mio dottore di base che mi prescrive una terapia di antibiotico associato all'oki...per 1 settimana se non sbaglio...fatto ciò nulla è migliorato, ne peggiorato...mi rivolgo nuovamente al dottore il quale mi dice che i linfonodi presentati sono di piccole dimensioni, molli e che quindi non c'è da preoccuparsi....essere ipocondriaco e nn bastandomi la risposta, mi rivolgo a un'altro dottore di base il quale mi dice la stessa cosa e cioè quella di non preoccuparmi...non contento nuovamente mi reco presso uno studio privato di radiologia ed ecografia il quale mi visita e tramite la suddetta ecografia del collo controlla : collo, mandibola, sulle spalle ecc ecc...
Il responso è il seguente : linfonodi reattivi su entrambi i lati dx e sn e sottomandibolari...tiroide regolare per forma e dimensione. Nessuna linfoadenopatia significante da segnalare...
Inoltre mi ha fatto presente l'ecografo che i linfonodi sono talmente piccoli di dimensioni che nn c'è da preoccuparsi e che comunque potrebbero metterci davvero tanto tempo per sgonfiarsi o non sgonfiarsi affatto...
Premesso tutto cio: da cosa puó essere causato lingrossamento di questi linfonodi? E quali esami fare per così dire scongiurare il peggio?
Ringrazio di nuovo per tutte le possibili risposte...

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive NON FAREI ASSOLUTAMENTE NULLA tranne un controllo a distanza con il curante.

Ora però in attesa del controllo precauzionale non si rovini l'esistenza (^____^) cercando informazioni sulla rete su un tema così ansiogeno

Legga perchè dovrebbe staccare e le allego alcuni consulti, anche se richiesti su temi differenti, ma che hanno in comune...la cancerofobia.

https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-interna/485977/Linfonodi-collo-gonfi#2225113

https://www.medicitalia.it/consulti/Senologia/481804/Retrazione-cutanea-al-seno-a-16-anni

https://www.medicitalia.it/consulti/Oncologia-medica/501083/Preoccupazione#2295319

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/linfonodi_sistema_linfatico.htm

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 317XXX

Dottore grazie mille per la celere risposta...volevo solamente sapere quali (secondo la mia situazioni) potrebbero essere le cause dell'ingrossamento dei linfonodi...che sono tutti reattivi e piccoli quale può essere stata la causa ?
Ed è possibile che stiano li immobili per davvero tanto tempo o c'è da preoccuparsi allinsorgenza di nuovi sintomi ? E se si quali ?
Grazie e buona serata

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quanto descrive ha scarso significato patologico (= non è una malattia e la medicina si occupa di curare le malattie non le paure delle malattie).
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com