Utente 415XXX
Buongiorno
vorrei chiedere una informazione puramente amministrativa/giuridica.
Una persona che conosco è purtroppo un malato oncologico, che periodicamente si sottopone a tac per verificare la progressione della malattia. Nell'ultimo esame effettuato è stato riscontrato un errore, ossia è stato messo a confronto l'ultima tac con la penultima, in cui c 'era stata una ripresa della malattia. Errare è umano ma è possibile che un referto non possa essere se non modificato almeno rettificato?
Per un paziente dal punto di vista psicologo è una pugnalata ed anche per chi gli p vicino resta sempre il dubbio di una diagnosi sbagliata.
La rettifica è stata fatta unicamente a voce e sostituita la vecchia terapia.
E' giusta questa cosa?
Grazie mille a chi vorrà aiutarmi.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le consiglierei con qualche dettaglio in più di ripostare la sua richiesta in area MEDICINA LEGALE.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com