Recupero funzionalità post chemio

Buongiorno Dottori, nel mese di marzo ho dovuto subire un'operazione in orchifunicolectomia a causa di una neoplasia testicolare. A seguito di un periodo di "riposo" post-operatorio a causa della malignità del tumore, si trattava di un seminoma misto carcinoma, ho dovuto eseguire il trattamento chemioterapico concluso un mese fa circa. Da un paio di settimane ho cominciato a stare meglio, non mi sento certo braccio di ferro ma rispetto anche solo alle ultime settimane prima dell'intervento sto decisamente bene, almeno fisicamente.

Ora, il motivo per il quale Vi scrivo riguarda il recupero pieno. I capelli mi sono caduti tutti, entro quando posso aspettarmi che mi crescano ? Per crescita intendo una vera crescita non i peli che ho sul capo in questo momento. Penso di aver passato, bene, un periodo davvero orrendo culminato con la malattia, ora però sono piuttosto in crisi, a questa cosa non avevo neanche pensato, passava totalmente in secondo piano essendoci un problema ben più grave. Ora però non riesco proprio a vedermi così né a vivere come prima, poiché la cosa mi condiziona troppo. Penso che recuperando l'aspetto "normale" potrei superare questo problema, quanto dovrò attendere ancora ?

Vi ringrazio per la Vs. eventuale risposta

Saluti
[#1]
Dr. Vito Barbieri Oncologo 1,6k 55 1
Gentile Utente,
è evidente dalle sue parole quanto sia rimasto traumatizzato da questa esperienza. La sua voglia di recuperare presto un "aspetto normale" rappresenta pienamente la sua voglia di mettersi dietro questo periodo buio, con tutto ciò che glielo ricorda.
In effetti la patologia neoplastica per la quale è stato trattato è tra quelle che si "superano" con più alta probabilità.
I capelli ricresceranno alla velocità di almeno un centimetro al mese e presto non si noterà più la caduta.
Cordiali Saluti

Dr Vito Barbieri
Dirigente Medico Oncologo
Azienda Ospedaliera-Universitaria - Catanzaro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Spero Dottore. Ho un'altra domanda se mi consente: nel periodo precedente all'operazione, quindi non sapendo di essere malato di tumore, avevo dei problemi di erezione, peraltro mai avuti precedentemente e mi pare neanche ora dopo aver affrontato operazione e chemio , assieme a dei dolori, fastidi, associati al testicolo che mi è poi stato asportato. Deduco che la causa fosse la malattia ? Me lo può confermare ?
[#3]
Dr. Vito Barbieri Oncologo 1,6k 55 1
Non è facile attribuire con certezza il difetto di erezione alla malattia che interessava il testicolo. Magari la correlazione era indiretta per via dei dolori e fastidi presenti.
Tuttavia quello che conta è che ora vada meglio anche questa funzione.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test