Utente 942XXX
Gentilissimi medici,
Vorrei sottoporvi il caso di mia nonna, una donna di 73 anni affetta da cuore polmonare e scompenso cardiaco acuto con insufficienza respiratoria. In seguito ad un ricovero dopo gli sono stati effettuati prelievi per CA125, in data 5-12-2008 il risultato era di 379.10 successivamente in data 17-12-2008 il risultato era di 283.00; premesso che mia nonna in seguito ad un fibroma gli è stato asportato utero e ovaie negli anni 80 come è possibile un simile risultato? e ancora come è possibile che nel giro di pochi giorni questi valori si siano abbassati premmetendo che non ha fatto nessuna cura ne di tipo chemioterapico ne cortisonico? in questo caso un infezione a livello polmonare o qualsiasi altro fattore potrebbero interferire con i valori sopra citati?
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponiblità
In attesa di un Vs. Gentile riscontro

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
L'antigene carboidratico CA 125 nel siero, si riscontra incrementato in particolar modo nelle patologie ovariche (Endometriosi e neoplasie ovariche maligne). Un suo aumento, però, non è specifico solo per queste forme patologiche.
Esso, infatti, si riscontra con avlori superiori alla norma in gravidanza, nella malattia infiammatoria pelvica, nelle epatiti acute e croniche, nelle asciti di qualunque origine, nelle peritoniti, pancreatiti acute e croniche, in molte malattie gastro-intestinali acute e croniche, nel versamento pleurico, nella sindrome di Meigs (ascite e versamento pleurico associati a neoplasia uterina) ed in molte malattie bronco-polmonari di carattere infiammatorio acute e croniche.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 942XXX

Grazie per la sua gentile e tempestiva risposta, volevo inoltre, approfittando della sua disponibilità, chiederle quali sono le procedure che dobbiamo intraprendere in questo caso; rivolgerci ad un oncologo o quali esami dobbiamo effettuare per escludere una patologia di tipo oncologico?
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
è sufficiciente un monitoraggio del suo curante se gli esami strumentali di approfondimento sono stati fatti durante il ricovero.

Aumento del valore di un marcatore, e qui addirittura in diminuzione, non vuol dire presenza sicura di tumore

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=39170

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 942XXX

Vi ringrazio infinitamente per il Vostro cortese interessamento, provvederò a farle rifare l'esame questo Martedì sperando che i valori diminuiscano ancora, vi terrò informati in merito, cordiali Saluti e Buona serata.