Utente 779XXX
Buongiorno,
a mio padre di 53 anni hanno asportato lo scorso anno un nevo al centro della schiena, dopo di che gli hanno asportato prima il linfonodo sentinella scellare lato dx poi a distanza di 3 mesi è risultato positivo anche il sx.
Ora sono molto spaventata in quanto da 2 mesi ha notato delle piccole cisti (una sotto il cavo ascellare sx e altre molto piccole diffuse sul petto). premetto che le ecografie sono tutte negative ma dall'ago aspirato è risultato positiva la "ciste" piu grossa nel cavo ascellare. A questo punto i medici sono stati chiari: sono cellule tumorali sottocutanee a livello linfonodale. Gli organi interni sono intatti.
Ieri mio padre ha fatto la vista oncologica e la dottoressa ha consigliato 3 cicli di chemio .
Sono molto impaurita, c'è a possibilità che si risolva il tutto?
Spero mi rispondiate presto
Grazie e buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

i melanomi in fase diffusiva sono delle neoplasie con una prognosi severa. E' vero però che possono rispondere alle terapie ed al controllo da parte del sistema immunitario ed andare anche incontro a lunghe(issime) remissioni. Un trattamento in chemioterapia è indicato e possono anche essere indicate delle applicazioni di ipertermia capacitiva nelle sedi di localizzazione di malattia.

sempre a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 779XXX

Grazie per la risposta,

posso essere quindi ottimista?Ci sono delle possibilità di guarigione?

Grazie ancora

Saluti

[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Cara Amica,

occorre combattere ed essere cautamente ottimisti.

Io resto a disposizione.

un caro saluto con un grande in bocca al lupo

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it