Utente 614XXX
Gentili Dottori,

Da 3 anni soffro di mal di schiena, dolore inguinale e dolore all’anca. Ho fatto tutti i tipi di test e terapie per la schiena senza nessun risultato. Adesso si sospetta un impigement coxo-femorale oppure una lesione del cercine.

Vorrei prenotare una prima visita privata con uno specialista in questa patologia, con esperienza in artroscopia dell’anca (diagnostica e correttiva). Avrei bisogno di un nominativo.

Grazie mille per la vostra disponibilità

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
QUAREGNA (BI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Caro utente,

Il sospetto di impingement da cosa deriva? Ha già eseguito esami sulla Sua anca?

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#2]  
Dr. Michele Calderaro

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
gentile utente,

a Milano può rivolgersi al Dr. Filippo Randelli che conosco personalemnte e come me si occupa di artroscopia anca e può trattare artroscopicamente se necessario l'impingement femoro-acetabolare. Per maggiori informazioni consulti in minforma che ho pubblicato su questo sito
Dr. Michele  Calderaro - Roma
Specialista in Ortopedia e Chirurgia della Mano

[#3]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
QUAREGNA (BI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Caro utente,

confermo la stima del collega Calderaro nei confronti di Filippo, che conosco molto bene, e che si occupa della mia stessa sfera d'interesse nell'ambito dell'ortopedia.
Non vorrei averLe dato l'impressione di non volerLe dare un consiglio diretto ne Suo caso, cercavo solo (prima) di capire meglio da che tipo di problema Lei fosse affetto in maniera da avere una diagnosi più precisa e possibilmente stadiata.


Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#4] dopo  
Utente 614XXX

Salve,
ecco i risultati degli esami all'anca:

ARTO RM ANCA SINISTRA:
Esme eseguito previa iniezione intraarticolare di mdc paramagnetico nelle oportune diluzioni.
Si documenta minima deformità del collo femorale tipo Bump osseo con irregolarità del cercine fibrocartilagineo acetabolare in accordo con CAM.
Si associa distensione fluida della borsa del gran trocantere. Regolare il trofismo scheletrico.

RADIOGRAFIA PELVI E ANCA:
Assenza di evidenti alterazioni morfostrutturali a carico delle parti ossee in esame.
Regolare la sincondriosi sacroilliache, la sinfisi pubica e l'ampiezza delle rime articolari coxo-femorali.

Vorrei sapere se l'unica soluzione a questo problema è di tipo chirurgico.

Grazie per raccomandarmi il Dr Randelli, ho già fatto un appuntamento.

Saluti

[#5]  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
QUAREGNA (BI)
MATERA (MT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Caro utente,

il "bump" descritto dalla RMN sembra aver già provocato una piccola lesione del cercine, quindi è possibile che il semplice limitare le attività che provocano il conflitto non sia sufficiente ad alleviare la Sua sintomatologia.
Purtroppo, con la sola consulenza telematica non è possibile dire se nel Suo caso l'intervento sia davvero l'unica indicazione.
Si pone indicazione sulla base del dolore, della limitazione funzionale, e della possibile evolutività della patologia, in quanto il conflitto femoro-acetabolare predispone all'artrosi precoce dell'anca.

In ogni caso, se il cercine fosse lesionato, oltre alla correzione del bump (la causa del probema) potrebbe anche rendersi necessaria la riparazione del cercine.
Questa ulteriore procedura allunga un pochino i tempi operatori, ma non modifica drasticamente -per Lei- il decorso post-operatorio.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#6] dopo  
Utente 614XXX

Grazie di nuovo.